Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Come installare Windows 10 da USB

Aggiornato il:

Come creare un supporto USB avviabile su ogni PC da BiOS o UEFI, per installare Windows 10 in due semplici modi

creare usb di installazione Per installare una nuova copia di Windows 10 da USB, uno dei requisiti è creare un supporto avviabile al boot del PC, che può essere fatto in due modi piuttosto semplici.
In questo modo, passando dalle impostazioni del BIOS o dall'interfaccia UEFI e selezionando quindi l'avvio da penna USB invece che dall'unità disco interna, diventa semplice installare Windows 10 da zero o anche per aggiornare il PC con Windows 7 o Windows 8.

Ricordando che Windows 10 si può scaricare gratis, in questa guida vediamo come si installare Windows 10 da chiavetta USB o disco esterno, in due semplici modi: usando lo strumento Microsoft Media Creation Tool oppure il programma Rufus, il migliore per masterizzare ISO su dispositivi USB.

1) Installare Windows 10 da USB con Media Creation Tool
Creare un supporto di avvio USB di Windows 10 utilizzando lo Strumento Media Creation Tool di Microsoft la scelta migliore nel caso si preveda di aggiornare il sistema o reinstallare Windows 10.
Questo strumento, inoltre, permette di fare il download del file di installazione di Windows 10 e di copiarlo automaticamente sulla penna USB rendendola avviabile, rendendo quindi l'intero processo semplice per tutti.

Scaricare quindi il Media Creation Tool dal sito Microsoft premendo sul tasto "scarica ora lo strumento".
Una volta scaricato, aprire il file MediaCreationToolxxxx.exe per eseguire lo strumento sul PC.
Accettare quindi le condizioni d'uso e selezionare l'opzione per creare supporti d'installazione (unità flash USB, DVD o file ISO) e premere su Avanti.
Selezionare poi la lingua, l'edizione e l'architettura, scegliendo preferibilmente la versione Windows 10 a 64 bit.

Nella selezione dell'Architettura, è possibile selezionare l'opzione Entrambi per creare un supporto di installazione che funzioni sia per i dispositivi che utilizzano processori a 64 bit cher a 32 bit.
Se non si riescono a modificare queste impostazioni, controllare che sia deselezionata l'opzione Usa le opzioni consigliate per questo PC .

Premere Avanti, assicurarsi che la chiavetta USB (di almeno 8 GB) sia inserita nel PC e selezionare l'opzione Unità Flash USB.
Se lo strumento non vede alcuna unità nella schermata successiva, premere sul link Aggiorna elenco unità.
Se si vede l'unità, selezionarla e premere Avanti.
Una volta completati questi passaggi, la procedura guidata scaricherà i file di installazione di Windows 10, li copia su penna USB che viene automaticamente resa avviabile al boot del PC, con supporto per UEFI e per il BIOS legacy.

A questo punto, si potrà riavviare il PC, cambiare l'ordine di boot come spiegato in un altro articolo e seguire la procedura di installazione di Windows 10.
Ovviamente si potrà usare la stessa chiavetta USB anche per installare Windows 10 su altri computer.

2) Creare un supporto di avvio USB per installare Windows 10 utilizzando Rufus
In alternativa, se lo Strumento di creazione multimediale non funzionasse o per avere un maggior controllo, è possibile scaricare il file ISO di Windows 10 in modo diretto e quindi utilizzare lo il programma Rufus per copiare la ISO su chiavetta USB o hard disk esterno e renderlo avviabile al boot.

Dopo aver scaricato Rufus, avviarlo per far comparire la schermata di configurazione.
Sotto "Dispositivo", selezionare l'unità flash USB con almeno 4 GB di spazio.
Accanto "Selezione boot", premere sul pulsante Seleziona sulla destra, trovare il file ISO di Windows 10 sul computer e premere su Apri.
Usando il menu a discesa "Schema di partizione", selezionare l'opzione GPT .
Nel menu "Sistema destinazione" selezionare l'opzione BIOS o UEFI (non CSM) .
Sotto la sezione "Visualizza proprietà avanzate unità", lasciare le impostazioni predefinite.
Sotto il campo "Etichetta del volume", scrivere un nome per l'unità USB.
Sotto la sezione "File system" e "Dimensioni Cluster", lasciare le impostazioni predefinite.
Nelle opzioni avanzate di formattazione, assicurarsi che siano selezionate "Formattazione rapida" e "Crea etichetta estesa e file icone".

Se tutto è pronto, premere il pulsante Avvio per confermare l'operazione, tenendo presente che l'unità USB verrà cancellata, formattata e resa avviabile con i file di installazione di Windows 10.
Come visto sopra, si potrà quindi avviare il PC da USB per far partire l'installazione automatica di Windows 10, su qualsiasi computer, da zero oppure aggiornando da Windows 7 o 8.1.

Ricordo infine che passare a Windows 10 è ancora gratis per chi ha Windows 7 e Windows 8.1, anche se non in modo ufficiale.

Posta un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte Info sulla Privacy