Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Come fare il reset di Windows 10 e cosa significa

Pubblicato il: 28 ottobre 2015 Aggiornato il:
Come fare il reset alle impostazioni di fabbrica del PC con Windows 10 dove non serve più la partizione di ripristino
reimposta pc windows 10 Una delle questioni più discusse riguardo all'aggiornamento da Windows 7 o 8 a Windows 10 riguarda il suo recupero nel caso si voglia ripulire il computer da file e programmi per riportarlo allo stato originale.
Il problema sta nel fatto che un eventuale uso della partizione di ripristino, presente in quasi ogni PC preinstallato, riporterebbe il PC a Windows 7 o Windows 8, costringendo l'utente a ripetere l'aggiornamento.
Se quindi la vecchia partizione di ripristino può essere dimenticata e usata giusto per emergenze particolari, quello che bisogna usare in Windows 10 è la sua funzione di reset molto potente e molto efficace, che funziona però in modo diverso.
Microsoft ha cercato di fare in modo che sui nuovi PC Windows 10 la partizione di ripristino sia superflua dando un'opzione di reset totale diversa anche rispetto a quella presente in Windows 8.1, dove si può utilizzare un'immagine di recupero.
Se quindi si avessero problemi col computer o si volesse procedere a un'installazione pulita, come già spiegato, invece di formattare Windows 10, si deve fare il reset di Windows 10 come vediamo in questa guida specifica.

L'opzione di reset si trova dal menu Start, nelle Impostazioni, alla sezione Aggiornamento e Sicurezza.
Premere su Ripristino e notare, sulla destra, un'opzione chiamata Reimposta PC.
Questa azione ripristina il sistema operativo alle "impostazioni di fabbrica", lasciandolo apparentemente come nuovo.
Reimpostare il PC significa fare il reset di Windows 10, formattarlo ed azzerarlo completamente, senza alcun bisogno di usare il disco di installazione di Windows 10.
Premendo il tasto "Per iniziare", viene chiesto se si vogliono mantenere i file personali o cancellare proprio tutto.
Viene chiesto se formattare solo la partizione dove sta Windows oppure se cancellare i file da tutti i dischi.
Sarà anche possibile usare una rimozione rapida oppure rimuovere i file completamente e pulire l'unità, opzione ideale se si deve vendere il computer.
Cancellando tutto si avrà il PC pulito come non si era mai visto, senza più i programmi di gestione di HP, Asus o Lenovo, già aggiornato con tutte le patch di Windows Update.
Eseguendo l'accesso con lo stesso account Microsoft usato prima, le impostazioni personalizzate saranno recuperate automaticamente.

Per avviare il reset di Windows 10 con opzioni avanzate si deve invece riavviare il computer, usando il pulsante dal menu Start, tenendo premuto il tasto Maiusc.
Questa possibilità funziona anche dalla schermata di login, premendo il tasto di spegnimento in basso a destra e poi premendo su Riavvio, tenendo premuto il tasto Maiusc.

Questo è un cambiamento anche rispetto le simili opzioni di ripristino di Windows 8, molto meno radicali.

Il reset di Windows 10 funziona in modo radicale e qui, per alcune persone, è sorto un problema riguardante la rimozione dei driver per far funzionare le periferiche.
Se infatti si aveva un PC, ad esempio un HP o un Asus, con Windows 7 o Windows 8 preinstallato su cui si è fatto l'aggiornamento a Windows 10, non potendo più utilizzare la partizione di ripristino, l'opzione Reimposta PC cancellerà ogni programma che non appartiene a Windows 10, compresi driver e programmi.
Questo però è, in realtà, un falso problema.
Intanto Windows 10 installa automaticamente i driver delle periferiche, quindi il PC funzionerà benissimo.
Riguardo i programmi preinstallati dalle aziende produttrici, nella stragrande maggioranza dei casi sono spazzatura e inutilità che non fanno altro che appesantire il sistema.
Non avere più il loro ingombro sarà quindi un gradito incentivo a fare il reset che diventa una soluzione facile e automatica per avere un nuovo PC senza spazzatura e adware.
Se però ci fosse qualche programma che si voleva mantenere perchè faceva funzionare, ad esempio, i tasti speciali della tastiera o il rilevatore di impronte digitali, allora bisognerà cercarlo sul sito del produttore (a seconda che il computer è di HP, Asus, Acer o altro), scaricarlo e installarlo.
Da notare anche che dopo il reset non si potrà più tornare a Windows 8.1 o Windows 7 a meno che non si utilizzi la vecchia partizione di ripristino, per la quale bisognerà scaricare il programma di gestione del produttore che è stato cancellato con il reset.

Il reset di Windows 10 si può fare anche nel caso il computer dovesse avere problemi ad avviarsi, dal menu avanzato di risoluzione dei problemi che dovrebbe apparire automaticamente in caso di fallimento nel caricamento di sistema.
Anche nel caso questo non venisse fuori, si può riparare Windows 10 e recuperare il PC, come visto nella guida specifica.

Con Windows 10 i problemi che costringevano gli utenti a reinstallare XP o Windows 7 sono completamente spariti e, a meno che non si rompa proprio disco o un pezzo interno del computer, sarà sempre possibile recuperare i file e riavere il PC funzionante con un bel reset.

LA funzione Reimposta PC è leggermente diversa rispetto quella del Refresh di Windows 10 per ripulire il PC dai programmi installati, come visto in un altro articolo.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
10 Commenti
  • alebar
    29/10/15

    prima di fare il reset, come posso salvare i driver delle periferiche del pc? anche se magari potrebbe non servire, come posso fare?

  • Claudio Pomes
    29/10/15

    ci sono molti programmi, usa drive the life http://www.navigaweb.net/2009/05/backup-dei-driver-e-ripristino-da-usare.html

  • Giuseppe
    2/8/16

    proprio oggi ho fatto la procedura del reset totale di Windows 10 (che ho scaricato come aggiornamento avendo inizialmente Windows 8.1). Tuttavia, dopo il reset, mi sono ritrovato con Windows 8.1. Come mai?

  • Francy Donati
    4/8/16

    Salve, vorrei togliermi un dubbio, visto che non sono molto pratico con il computer. ultimamente il mio PC non va molto bene e credo di aver preso un virus. Per liberarmi da ogni preoccupazione avevo intenzione di ripristinare il computer, ma non è mi chiaro se, quando scelgo 'rimuovi tutto' il computer tornerà come la prima volta che l'ho acceso o devo usare CD o cose simili. Insomma, non ho capito se è un ripristino o una formattazione

  • Claudio Pomes
    4/8/16

    l'articolo è chiaro, il reset di Windows 10 è formattare il PC; leggi pure qui http://www.navigaweb.net/2015/10/formattare-un-pc-windows-10-e-8.html

  • alex blufirex
    1/10/16

    Riguardo alla partizione di ripristino che rimane comunque nel hard disk ( la si può vedere da gestione disco o altri tool per gestione del disco ) non ho trovato nel sito del produttore (nel mio caso asus)nessun tool per poterla riutilizzare, e neppure riesco ad entrarci per recuperare i driver e le applicazioni fondamentali per il tuchpad ,tasti funzione , e altri tool che non ho trovato nel sito di supporto driver del mio notebook. Ok ci sono dei software per eseguire backup dei driver, Ma questa partizione di ripristino che alla fine porta via qualche GB ora cosa ci sta afare lì? C'è un modo per esplorala ? Meglio lasciarla lì o cancellarla? Grazie

  • TrueTarta
    9/11/16

    Ciao...
    Ma se faccio ripristino a win 8.1 poi devo riaggiornare a 10 riscaricando l'aggiornamento... E da dove lo prelevo?
    Grazie

  • Claudio Pomes
    9/11/16

    ma perchè devi fare il ripristino a windows 8?

  • TrueTarta
    10/11/16

    Allora riformulo vostro onore ;) se hanno fatto il ripristino a 8...

  • Claudio Pomes
    10/11/16

    windows 10 si scarica da internet http://www.navigaweb.net/2015/07/scaricare-windows-10-download-gratuito.html