Navigaweb.net
Programmi Sicurezza Windows Guide PC iPhone Android Tecnologia Rete Facebook Immagini Musica Giochi

Data:

navigare siti bloccati su smartphone e tablet Come sappiamo bene, alcuni siti web sono bloccati in Italia nel senso che i loro contenuti non sono visibili oppure nel senso che non si aprono proprio e sembrano non esistere più.
Per la stragrande maggioranza dei casi sono siti bloccati per motivi di copyright, perchè cioè non hanno diritto a mostrare i loro contenuti, video, film, musica o altro, nel nostro paese.
Per esempio siti come Netflix sono bloccati fuori dagli USA e lo stesso vale per il sito di musica Pandora ed altri siti come NowVideo.
Così com'è possibile utilizzare alcuni trucchi per accedere a tali siti dal computer, lo stesso si può fare da uno smartphone/tablet Android Samsung, HTC o di altre marche, da un iPhone o da un iPad.
Tali sistemi permettono anche di navigare dallo smartphone o dal tablet in modo sicuro, comprendo il proprio indirizzo IP reale, simulando quindi la provenienza da un altro paese cosa che può essere utile anche per navigare anonimamente e in piena privacy.

Di opzioni per navigare su siti bloccati in Italia simulando la navigazione da un altro paese (che è quasi sempre l'America) ce ne sono 2:

1) Le VPN
LEGGI ANCHE: Migliori servizi VPN gratuiti per navigare il web libero

Solo per Android, c'è un'applicazione gratuita meravigliosa che sblocca i servizi più popolari negli USA che si possono visitare solo dagli Stati Uniti.
Hola è un servizio gratuito che funziona come un acceleratore web, che comprime i dati prima di farli ricevere allo smartphone o tablet.
Hola, oltre ad essere un filtro per il traffico web, funziona anche come sbloccatore di applicazioni web come BBC, Pandora e Netflix.
Funziona anche per raggiungere Facebook e Twitter dai paesi come la Cina, in cui questi social network sono bloccati.
Hola è davvero un'ottima app, che velocizza gli streaming video da siti come Nowvideo e che non dovrebbe mancare se si ha uno smartphone o tablet Android Jelly Bean.
Per funzionare su Android 2.3 serve un dispositivo sbloccato con root.

Molte delle stesse VPN che consentono di accedere a contenuti bloccati in Italia sul PC, funzionano anche su Android e iPhone /Ipad, compreso proXPN.
con ProxVPN non c'è alcuna applicazione da scaricare, bisogna solo seguire la guida per iPhone o per Android, per impostare la connessione VPN nelle impostazioni di rete e si può navigare in modo sicuro, anonimo, a prova di hacker e polizia postale.
Se si è già abbonati a una VPN diversa a pagamento, la stessa procedura, con parametri diversi, permette di configurare tale VPN sul cellulare smartphone.

Altri famosi servizi hanno le loro applicazioni automatiche per accedere a internet in VPN con IP americano o britannico.
Tra queste le due migliori, gratuite e veloci sono TunnelBear e HotspotShield.
- TunnelBear per Android e iPhone / iPad è un'applicazione che fornisce 500 MB di dati VPN gratuiti per tutti i suoi utenti che possono essere estesi fino a 1,5 GB attraverso un semplice tweet.
(vedi la guida per collegarsi a una rete privata virtuale USA o UK con TunnelBear).
È necessario disporre di un account TunnelBear per poter accedere al servizio VPN tramite applicazione.
Il traffico diventa completamente anonimo passando da questa app e sarà come se ci si collegasse a internet dagli Stati Uniti.
- Hotspot Shield per Android e iPhone è una VPN illimitata per 7 giorni senza alcun costo (poi non ho capito se si ferma oppure se c'è ancora un piano gratuito limitato).
Una volta installato, si potrà attivare Hotspot Shield VPN dalle impostazioni di rete e accenderlo.

Per Android, altre applicazioni per attivare una VPN sono:
- Vpn One Click che assicura privacy ed accesso ai siti bloccati in tutto il mondo.
- Hideman VPN (limitata)
- Tigervpns VPN (non gratis)

2) Servizi DNS
In un precedente articolo abbiamo imparato che cambiando DNS sul computer si possono aprire i siti oscurati.
La stessa cosa può essere fatta da un iPhone o da un cellulare Android modificando i parametri DNS nelle impostazioni della rete a cui ci si collega (è necessario modificare le impostazioni DNS individualmente per ogni rete Wi-Fi a cui ci si connette)
Oltre al neutro DNS Google che permette di bypassare le restrizioni dei provider a navigare su certi siti oscurati, ci sono anche servizi come UNODNS che possono essere abilitati gratuitamente e forniscono un servizio di tunneling DNS su Android, iPhone e qualsiasi tipo di smartphone o tablet.
Se si naviga da casa, si può cambiare il DNS sul router modificando i parametri di rete predefiniti con quelli forniti da questi servizi.
In un altro articolo, la guida per modificare il DNS sullo smartphone (Android, iPhone e altri)

3) TOR per Android protegge la connessione internet navigando su internet e per tutte le applicazioni.


Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.