Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Cos'è un IP Statico e quali sono i vantaggi

Pubblicato il: 16 ottobre 2012 Aggiornato il:
Guida teorica su cosa sono gli indirizzi IP statici, a cosa servono, come si assegnano e quali vantaggi hanno
IP Statico Nelle reti domestiche, gli indirizzi IP non sono quasi mai fissi, ma variano entro degli intervalli specifici.
E' il router ad assegnare un nuovo indirizzo IP automaticamente quando il computer si collega alla rete o se ci sono modifiche alla configurazione.
All'utente, il fatto di avere un IP o un altro non cambia nulla nella velocità di internet e nella funzionalità delle applicazioni.
Quando si parla di IP statico invece si vuole che tale indirizzo di rete non cambi mai.
In questo caso è il computer a decidere l'indirizzo che vuole, comunicandolo al router.
La domanda allora è la seguente: perché i proveder internet chiedono il pagamento di una tariffa supplementare se si vuole un IP Statico e per quale motivo uno dovrebbe volerlo, quali sono i vantaggi?

Prima di tutto è importante capire che cos'è un IP statico.
L'indirizzo IP è il modo con cui un computer viene identificato sulla rete.
Quando si parla di indirizzi IP dei computer a casa, ci si riferisce però a due tipi di indirizzi.
Uno è quello esterno, quello che il mondo vede nella connessione a Internet del computer.
L'altro è l'IP interno, privato, dentro la rete domestica.
Rete computer IP Si deve immaginare il mondo internet come un insieme di router e computer che vengono identificati da specifici indirizzi IP, ma che creano tante sottoreti interne a cui possono essere collegati migliaia di computer, ciascuno con un indirizzo diverso solo dentro questa rete privata, che però confluiscono tutti nello stesso unico indirizzo IP esterno.
Questo vale anche se si dispone di un solo computer nella rete domestica; esso avrà un IP privato assegnato dal router.
Gli indirizzi IP privati ​​non possono essere instradati su Internet e sono sempre gli stessi in ogni rete del mondo: 192.168. *. * (dove * può essere qualsiasi cosa) oppure 10.10.x.x .
Ad esempio, l'interfaccia della maggior parte dei router in tutto il mondo sono accessibili solo da computer dentro la rete, tramite l'indirizzo IP 192.168.0.1.
I computer collegati a tali router hanno indirizzi IP interni che hanno valori dentro un range che va da 192.168.0.2 a 192.168.0.254.
Il primo computer che si collega al router, tramite il servizio DHCP, invia una richiesta di rete dicendo: "Ho bisogno di un indirizzo IP, il mio indirizzo hardware è xxxxxx" e gli viene assegnato 192.168.0.2, il prossimo avrà 192.168.0.3 e così via.
Tutti questi pc però escono su internet con un indirizzo IP condiviso, diverso da quello privato, assegnato al router (che fa da punto centrale di una rete) dal provider internet.
In reti come Fastweb, il proprio router di casa è all'interno di un'altra sottorete privata quindi l'ip esterno diventa condiviso anche tra centinaia di computer dislocati in zone diverse della città.

Quando si parla di impostare un IP fisso sul computer, si parla di tenere assegnato sempre lo stesso IP privato, in modo da imporre al router un indirizzo specifico, che non cambi mai.
Nei grandi uffici, invece di assegnare casualmente indirizzi IP ai computer, si impostano tali indirizzi direttamente nel router.
Si fa un'associazione tra gli indirizzi hardware del pc (MAC Address) con gli indirizzi IP interni così un dato computer ha sempre lo stesso.

Questo però non cambia l'IP pubblico, quello esterno che esce su internet.
L'indirizzo IP esterno non è qualcosa che si può cambiare e viene dato automaticamente dal provider Internet.
È però possibile acquistare un indirizzo IP statico esterno, ma non conviene assolutamente perchè sono costosi e perchè ci sono metodi per ottenerne gli stessi vantaggi anche senza.
Il vantaggio di avere un indirizzo IP statico esterno è quello di poter raggiungere, via internet, il proprio computer da qualsiasi luogo nel mondo.
Essenzialmente, un IP statico serve a trasmettere pacchetti via Internet verso determinati computer o dispositivi sulla rete domestica.
Per esempio, questo è utile se si vuol creare un server Web locale (creando un sito internet che risieda sul proprio pc), per un server FTP (per rendere reperibili i file salvati nel proprio pc da ogni posto) per configurare una radio che trasmetta la musica del computer via internet o per creare un sistema di sorveglianza da remoto, per tenere sempre d'occhio le riprese della webcam.
Per configurare un web server nella rete domestica in modo che sia accessibile da chiunque in tutto il mondo, è necessario inoltrare le richieste in ingresso sulla porta 80 per la macchina server web.
Ovvio quindi che se il server web ottiene un nuovo IP dal router ogni volta, questo non può funzionare.

Grazie alla tecnologia però è possibile fare le stesse cose anche senza acquistare l'ip statico esterno
Se si ha bisogno di accedere alla rete domestica da una postazione remota (tradotto: di collegarsi al pc di casa via internet), ci sono servizi che aggiornano automaticamente l'indirizzo IP dinamico assegnato dal router quando questo cambia.
Se si configura un IP statico interno lo si può anche associare ad un IP esterno (ad esempio tramite il servizio gratuito di No-ip.com).
In pratica si fa un'associazione tra il proprio computer ed un servizio online esterno che fa da tramite e permette di bypassare le regole del router.
Questo è stato spiegato, in termini diversi, in due guide:
- Creare un server sul computer per condividere risorse su internet
- Connettersi al PC di casa da qualsiasi luogo con un DNS dinamico.
C'è anche la tecnica del port forwarding sul router che permette di collegarsi ad un programma del computer in remoto.

Per conoscere il proprio indirizzo IP interno basta aprire un prompt dei comandi (dal menu Start -> Programmi -> Accessori) e scrivere il comando IPConfig.
Per sapere il proprio IP dinamico esterno invece si può usare un servizio online come My IP citato nel post su "come trovare l'indirizzo IP di un altro computer e localizzarlo".

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
2 Commenti
  • Unknown
    14/10/15

    per pomes: visto che si tratta di una rete privata/protetta quella con ip 10. allora è possibile,come sostengono i tecnici della d-link, aggirare l'ostacolo perchè le loro ip cam vengono,diciamo "chiamate" per il loro mac adress e registrate sul portale chiamto MYDLINK: è possibile quindi da remoto su uno smarthphone entrare sulle ip cam collegate ai famosi mode-router 3g dei gestori telefonici tipo Vodafone?
    Grazie

  • Unknown
    24/12/15

    ciao per giocare online con ps4 meglio indirizzo statico o nn cambia nulla?
    hai qlk consiglio per migliorare la velocità di gioco per ps4 online?