Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

A cosa serve il BIOS e cosa fa in un computer?

Pubblicato il: 25 settembre 2012 Aggiornato il:
Cosa fa il BIOS in un computer e a quale influenza ha per un sistema operativo come Windows?
Cosa fa il BIOS Le due domande di oggi sono:
- Cos'è e a cosa serve il BIOS?
- Ha una qualche influenza sul funzionamento del computer o del sistema operativo?


BIOS sta per Basic Input-Output System ed è il primo codice che viene caricato da un computer quando viene acceso.
Tale codice di programmazione non sta nell'hard disk, risiede su un chip della scheda madre.
Il BIOS è un firmware che fa due cose: prima avvia il Power-on self-test (POST), ossia la sequenza di pre-avvio dove vengono riconosciute le periferiche hardware del computer (praticamente è lo schermo nero che appare all'inizio, dove ci sono scritte che compaiono veloci) e poi carica il bootloader, che è la procedura di ricerca e avvio del sistema operativo.
Penso sia inutile continuare con noiosi dettagli tecnici incomprensibili ai più, inutili nella pratica e che si può leggere su Wikipedia o su altri siti tecnici.
Per vederlo, bisogna riavviare il computer e controllare la procedura per entrare o aprire il BIOS su tutti i computer con la pressione del tasto F2 o F10 oppure CANC durante il Post (quando appare la schermata nera iniziale).
Nella maggior parte dei casi, il tasto per aprire il BIOS è scritto in una riga del POST

La seconda domanda è più interessante, quindi, se ci si chiede che ruolo ha il BIOS in un computer oltre a svolgere le due operazioni del POST e del bootloader la risposta è Nessuno.
Il BIOS, nei sistemi operativi moderni, è utile soltanto a caricare il sistema stesso e scegliere quale avviare se nel computer ce ne fossero due o più.
Per il resto, è veramente inutile cercare guide per ottimizzare il Bios sperando di far diventare il computer più potente o più veloce.
Il Bios è soltanto un bootloader e serve solo ad avviare il sistema operativo, quindi non bisogna cercare di renderlo un'altra cosa.

Nei sistemi operativi più vecchi come MS-DOS il BIOS svolgeva diverse attività, ma con i sistemi operativi moderni, il bootloader passa rapidamente a 32 o 64-bit (il BIOS è a 16 bit) ed esegue immediatamente il kernel (Il cuore) del sistema operativo.
Le istruzioni del kernel di sistemi come Windows o Linux non dipendono dalla configurazione hardware del computer, sono più flessibili, più sofisticati e più sicuri.
Per interagire con l'hardware i sistemi operativi caricano ed utilizzano i propri driver delle periferiche, quindi non c'è bisogno per il S.O. o altro programmi di chiamare le istruzioni del BIOS.
Solo alcune sue funzioni sono ancora utilizzate dalle periferiche.
Il BIOS fornisce una serie di servizi per i sistemi operativi, la maggior parte dei quali legati al risparmio energetico.
In termini terra terra e senza entrare nel dettaglio, nel BIOS avviene:
- modifica della velocità della CPU.
- attivazione / disattivazione dispositivi della scheda madre.
- controllo di potenza durante il boot, il riavvio e lo spegnimento.
- sospensione del disco e sospensione della RAM
La sospensione del disco è una delle opzioni del risparmio energetico di Windows e di altri sistemi operativi, ma rimane comunque una caratteristica del BIOS.
La sospensione della RAM invece non può essere integrata nel sistema operativo, non si usa mai, ed è la procedura per richiedere di non svuotare la memoria quando si accende il computer.

Comunque sia, tornando alla pratica, l'unica cosa per cui un utente di computer deve accedere al BIOS è quando deve modificare la sequenza di avvio del bootloader , se si vuol avviare un sistema operativo da penna USB oppure da CD per fare una nuova installazione.
Per il resto, tutte le altre funzioni possono essere efficacemente governate anche dal sistema, compresi eventuali overclock hardware o password di accesso (la password del bios si resetta facilmente levando la batteria quindi non ha alcuna sicurezza).
La stessa cosa vale per eventuali tentativi di aggiornamenti del firmware del BIOS, assolutamente ininfluenti nella maggior parte dei casi.
Ultima nota: EFI non è altro che un nuovo Bios sviluppato da Intel, presente nei computer Mac e in alcuni computer venduti con Microsoft, con una grafica migliore e qualche informazioni statistica in più, di nuovo, nulla che non sia anche presente nel sistema.

Chi ha esperienza più tecnica potrà aggiungere alcune informazioni, chiarire o correggere aspetti qui solo citati o contestare questa mia risposta, se vuole, nei commenti.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)