Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Come scegliere il monitor LCD e risoluzione dello schermo

Ultimo aggiornamento:
Guida all'acquisto di un nuovo monitor per il computer in base alla risoluzione dello schermo e le dimensioni
monitor lcd a schermo piattoDopo aver parlato delle cose da sapere prima di comprare un computer nuovo, vediamo adesso come scegliere un monitor da comprare e quali parametri tecnici considerare per fare un buon acquisto, a seconda del prezzo che si è disposti a pagare.
I monitor che si vendono nei negozi di elettronica e nei centri commerciali sono LCD ossia schermi piatti a cristalli liquidi.
Nello stesso momento in cui i monitor LCD hanno conquistato il mercato televisivo, essi sono diventati anche uno standard per come schermo del computer (il quale, a sua volta, può ormai essere usato per veder film e tv).

I monitor a schermo piatto LCD sono molto più sottili e più leggeri dei vecchi CRT (tubo catodico).
Essi richiedono anche meno energia, non emettono radiazioni elettromagnetiche, e la tecnologia consente di ottenere immagini più chiare, risoluzioni più elevate e un display senza sfarfallio, buono per la salute degli occhi.
Vediamo allora una guida acquisti su come scegliere un nuovo monitor LCD a schermo piatto.

LEGGI ANCHE: Migliori monitor LED per PC da comprare, tra i 100 e 400 Euro

1) Dimensioni dello schermo
La dimensione dello schermo è misurata in pollici, nella distanza diagonale dall'angolo basso a sinistra all'angolo superiore destro dello schermo.
Le misure disponibili vanno dai 15" a 30" pollici ma, generalmente, il formato più comune per un monitor da tavolo oggi è di 19" o, massimo, 22".
Non è assolutamente sconsigliato comprare un monitor grosso ma, dimensioni maggiori richiedono più spazio sulla scrivania ed il costo si alza abbastanza.
Usare il computer su un grande schermo è utile soprattutto a chi lavora con programmi di grafica e chi deve tenere più finestre aperte in parallelo.

2) Proporzioni
Quasi tutti i monitor di oggi hanno due tipi di proporzioni: la 16/9 con schermo largo e la 43/£ con display quasi quadrato.
I monitor 16:9 sono anche chiamati anche HD (alta definizione) e sono più costosi.
Se si usa il computer per guardare film e DVD, con uno schermo a 16/9 si sfrutta il monitor come fosse una televisione moderna.
Le uniche ragioni che possono consigliare l'acquisto di un monitor 4:3 riguardano il limitato spazio sul tavolo.

3) Risoluzione
La risoluzione è il numero di pixel visualizzati in orizzontale e in verticale.
La tecnologia LCD, per sua natura, ha una sola risoluzione ottimizzata e non si può cambiare (come si faceva con i monitor CRT) perchè il numero di pixel è assoluto.
Risoluzioni più alte significano immagini più nitide, maggiore chiarezza e più spazio sul desktop.
Di contro, il testo diventa molto più piccolo e più difficile da leggere.
Quindi, prima di pensare che più pixel=più qualità, conviene riflettere sul modo in cui si usa il computer, se lo si utilizza per lavorare con documenti di testo oppure se viene soprattutto usato per guardare video e immagini.
Fare riferimento a un altro articolo per avere ulteriori spiegazioni sul significato di risoluzione schermo.

4) Rapporto di contrasto
Il rapporto di contrasto descrive la differenza tra il bianco più luminoso ed il nero più scuro che il monitor LCD può visualizzare.
Rapporti di contrasto più elevati, mostrano bianchi più bianchi, neri più neri, e tante tonalità di di grigio.
Il rapporto di contrasto migliore che si può avere è di 1,000:1.
Mi pare difficile pensare di scegliere un monitor rispetto un altro in base al rapporto di contrasto, inoltre, a volte, si trova il termine contrasto dinamico, che non è lo stesso e può essere ingannevole.

5) Luminosità
I monitor LCD sono illuminati da lampadine diverse.
La luminosità è misurata in candele per metro quadro (cd/m2).
Un punteggio più alto di almeno 300 cd/m2, vale a dire una maggiore luminosità, ed è ideale per guardare film o giocare sul computer.
Per il lavoro d'ufficio e la navigazione su internet un rapporto di 200 - 250 cd/m2 va più che bene.

6) Angolo di visione
Per l'angolo di visuale dell'immagine, la tecnologia LCD ha fatto un netto passo indietro rispetto ai tubi catodici.
Un monitor LCS, visto da lato, non si vede o si vede male.
Più costa, più l'angolo di visione dovrebbe essere largo tuttavia questo parametro è interessante soltanto se si prevede di usare il monitor come televisione, non solo per se stessi.

Riguardo questo argomento, posso accennare alla differenza tra monitor TN e IPS
La tecnologia TN è la più diffusa e la più economica degli schermi TFT ed è caraterizzata da un basso angolo di visuale e da un rapporto di contrasto basso.
L'evoluzione più costosa è il monitor IPS con colori più vivi e maggior angolo di visuale.

7) Porte
Un monitor è più di un semplice schermo, ha bisogno di essere collegato ad un computer e, eventualmente, ad altri dispositivi.
Molti importante quindi che esso possieda diverse tipologie di porte.
In un altro articolo ho scritto una guida su cavi, porte e connettori del computer.
Per un monitor standard, si deve stare attenti che siano presenti almeno queste porte: HDMI, DVI, VGA e DisplayPort, l'ultima uscita video digitale disponibile dal 2008.

Altri parametri come il tempo di risposta in millisecondi, possono essere trascurati perchè sono, grosso modo, identici per tutti e le differenze sono impercettibili.

In sintesi, quando si va a comprare un nuovo monitor per il computer, si devono prima scegliere la dimensione, le proporzioni e la risoluzione.
Nella fase successiva si possono confrontare tutti i modelli disponibili nel negozio per verificare le altre caratteristiche e, soprattutto, guardare il rapporto di contrasto, la luminosità, e le porte disponibili.
Infine, chiaramente, si guarda il prezzo e, secondo me, per un uso normale del computer (se non si lavora con programmi di grafica e video avanzati) non dovrebbe superare i 250 Euro per uno schermo di alto livello.

Ogni commento per sapere qual'è il fattore secondo voi più importante per decidere se comprare un monitor o un altro, è ben accetto.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
Un Commento
  • Kormoran
    30/4/16

    Si possono impostare risoluzioni diverse anche con gli LCD, solo che l'immagine perde qualità. Con i CRT questo non succedeva.

    Quali sono i limiti di resa cromatica degli LCD? Meglio un LED o un LCD per come rendono i colori (grafica professionale)?

    La correzione gamma è più difficile negli LCD o nei LED?