Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows 10 Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Giochi

Migliori monitor per PC da comprare tra 100 e 200 Euro

Aggiornato il:
quali sono i monitor LED per PC migliori a un prezzo contenuto e accessibile (100 /200 Euro) che è possibile comprare oggi
Monitor Se c'è una cosa importante per usare bene un computer, sia esso PC Desktop che anche un portatile quando usato a casa o in ufficio, questa è sicuramente il monitor.
Chi sta ancora usando un monitor vecchio o piccolo dovrebbe iniziare a pensare di cambiarlo non solo per godere visivamente dei contenuti multimediali disponibili online, film e giochi, ma anche per la salute dei propri occhi.
Come per le TV, oggi comprare un monitor LED con schermo di grandi dimensioni e qualità HD non è necessario spendere troppi soldi!
In questo articolo vediamo quindi quali sono i monitor LED migliori a un prezzo contenuto e accessibile, dai 100 ai 200 Euro, così da poter fare una spesa equilibrata senza spendere una fortuna.
I monitor che vi consiglieremo sono adatti all'uso casalingo generale o per l'uso su PC da ufficio; se abbiamo altre esigenze conviene puntare su monitor più costosi adatti per esempio per gli scenari gaming e grafica professionale 3D.

LEGGI PRIMA: Nuovo Monitor del computer: quali caratteristiche avere

Caratteristiche monitor economico

Anche se siamo nella categoria di prezzo più bassa per comprare un nuovo monitor (difficile trovare prezzi più bassi) questo non significa che non dobbiamo buttare un occhio alle caratteristiche tecniche quando acquistiamo un nuovo monitor con prezzo inferiore ai 200€!
Le caratteristiche che non devono assolutamente mancare sono le seguenti:

- Risoluzione: il monitor deve essere compatibile con la risoluzione Full HD, ossia avere una risoluzione massima pari a 1920 x 1080 pixel.
In questo modo potremo beneficiare dell'alta definizione quando navighiamo su Internet e quando apriamo programmi multipli, visto che le dimensioni di icone e testo diminuiscono con l'aumentare della risoluzione.

- Dimensioni monitor: le dimensioni ideali per un monitor di fascia medio-basa sono compresi tra i 22 pollici e i 27 pollici, in base alla distanza di visualizzazione, alla grandezza della scrivania e agli utilizzi che vogliamo farne.
Il valore ideale attualmente è 24 pollici, che dovrebbe adattarsi bene a qualsiasi scenario e scrivania.
Alcuni modelli più costosi possono presentare anche lo schermo curvo, per migliorare la percezione spaziale delle immagini specie ai bordi.

- Connettività: il monitor scelto deve avere obbligatoriamente una presa HDMI per poterlo collegare correttamente alle moderne schede grafiche (che dispongono sempre di una presa di questo tipo).
La qualità della connessione HDMI è elevata così come la gestione del colore e della frequenza d'aggiornamento, quindi passare a questo tipo di connessione permetterà di aumentare la qualità delle immagini, specie se veniamo da altri tipi di collegamenti più vecchi (VGA su tutti).
Come connessione di backup va bene anche DVI (chiamata anche D-Sub), che di solito è ancora presente sui monitor, così da poter collegare anche i PC più vecchi.
Il connettore DisplayPort è molto simile all'HDMI ma è poco diffuso in questa fascia di prezzo, essendo pesato per i monitor gaming.

- Tecnologia pannello: ormai tutti i monitor dispongono di pannelli LCD con retroilluminazione al LED, con varie configurazioni in base al produttore scelto (IPS, TN o PLS).
Questo è il minimo per un monitor moderno, così da unire luce uniforme e basso consumo energetico.

- Prestazioni: per poter gestire al meglio ogni scena riprodotta il pannello deve avere una frequenza d'aggiornamento (chiamata anche refresh rate) di almeno 60 Hz e un tempo di risposta (tempo chei impiega il pixel a cambiare colore o intensità) inferiore ai 10ms; solo così possiamo distinguere i monitor di qualità da quelli scarsi.

- Casse audio integrate: visto che l'HDMI trasmette anche l'audio in digitale, su alcuni monitor sono integrate anche delle piccole casse audio nella parte inferiore o posteriore dello stesso, così da poter disporre dell'audio senza dover acquistare delle casse separate.
La qualità però lascia molto a desiderare quindi, a meno che non abbiamo dei limiti in termini di spazio, conviene lasciar perdere questo parametro e acquistare un piccolo impianto 2.1, che suonerà sempre meglio delle casse integrate nei monitor.

- Menu OSD: tutti i monitor ormai dispongono di menu di impostazioni grafici visibili in sovrimpressione, così da regolare al massimo i dettagli e la qualità dello stesso.
I parametri che sicuramente andranno ritoccati sono luminosità, contrasto e temperature colore; in molti monitor sono disponibili dei profili predefiniti che possiamo provare finché non troviamo quello che fa al caso nostro.

Guida all'acquisto

Come al solito quando si parla di consigli per gli acquisti, i prezzi di riferimento sono presi dal negozio online di Amazon che permette di acquistare un monitor direttamente da casa, spesso con prezzi scontati, sempre senza spese di spedizione.
I monitor qui elencati dovrebbero comunque essere anche esposti e acquistabili nei normali centri commerciali, per chi preferisce non comprare online.

1) Samsung SF350 (110€): un buon monitor economico da 24 pollici con risoluzione Full HD, refresh rate a 60 Hz, tempo di risposta 5 ms, connessione D-Sub, connessione HDMI e Pannello PLS.

2) HP 27W (145€): se cerchiamo un monitor grande possiamo puntare su questo HP, con diagonale da 27 pollici, tempo di risposta 5ms, risoluzione Full HD (1920x1080), connessione HDMI, connessione VGA e pannello IPS retroilluminato a LED.

3) LG 24MP88HV-S (149€): un ottimo monitor per tutti gli scenari, con display da 24" LED IPS, risoluzione Full HD 1920x1080, tempo di risposta 5ms, refresh rate 60Hz, 2 porte HDMI, 1 porta VGA, Speaker Integrati 10W e cornice Borderless.

4) Acer KG1 KG241Q (149€): altro buon monitor su cui puntare per la casa o l'ufficio con pannello a tecnologia TN, diagonale da 23.6 pollici, risoluzione 1920 x 1080 Full HD, tempo di risposta 1 ms, connessione VGA, connessione HDMI, connessione Audio In/Out, Speaker Integrati e tecnologia  FreeSync.

5) AOC G2460VQ6 Monitor Gaming (159€): se vogliamo giocare con il PC consigliamo di visionare questo monitor AOC, che dispone di  display 24 pollici, risoluzione FHD 1920x1080 pixel, refresh rate elevato a 75Hz, tempo di risposta di 1 ms, Speaker integrati, connessione D-Sub, connessione HDMI e connessione DisplayPort.

6) Samsung C27F396 Monitor Curvo (196€): uno dei migliori monitor della categoria con tecnologia curva!
Questo display dispone di un pannello da 27 pollici curvato, risoluzione Full HD 1920 x 1080 pixel, base a V, frequenza di 60 Hz, tempo di risposta di 4 ms, tecnologia di sincronizzazione Freesync, connessione D-sub e connessione HDMI.

LEGGI ANCHE: Monitor larghi 21:9 (ultra wide screen): quali acquistare

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte
Info sulla Privacy
2 Commenti
  • sasaawd
    7/11/18

    Quando indicate l'input lag dei monitor li sotto avete sbagliato completamente... il valore che voi state indicando come """input lag""" è il "Tempo di Risposta" ovvero quanto ci mette un pixel a passare da un colore all'altro. Quel valore al massimo influisce sull'effetto di Ghosting MA NON E' l'input Lag , è un valore che i produttori stessi non inseriscono.

  • Claudio Pomes
    9/11/18

    Si, l'input lag è il tempo che il monitor ci mette prima d'inviare le informazioni ai pixel e non è mai dichiarato.