Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Aumentare / prolungare la durata batteria del portatile

Pubblicato il: 7 maggio 2015 Aggiornato il:
Come prolungare la durata della batteria del portatile al massimo quando in esaurimento, come aumentare la durata in generale anche con programmi
La situazione è piuttosto tipica, sei in riunione, o in viaggio, o in classe e nel momento in cui ci serve usare il computer, si scopre con orrore che la batteria è quasi scarica del tutto.
In teoria il problema si risolve attaccando il PC all'alimentatore, ma non sempre questo è possibile o pratico perchè può darsi che la presa elettrica sia lontana o non disponibile.
In questa situazione, la speranza non è ancora persa e se c'è almeno un 5% o 10% di carica di batteria, ci sono alcune impostazioni da modificare per prolungare al massimo la batteria rimasta e guadagnare tempo prima che essa faccia spegnere il portatile.
Alcune di queste tecniche sono proprio da memorizzare e usare in quel momento di bisogno, altre invece sono preventive e permettono di far durare la batteria più a lungo.
Tra queste ultime, in una terza sezione, vedremo anche alcuni programmi buoni per rendere automatica la prevenzione di carica, mentanere e aumentare la durata della batteria sui portatili Windows.

PRIMO: Situazione batteria in esaurimento
Se siamo in un momento in cui ci serve ancora usare il computer e non possiamo attaccarlo alla corrente, ci sono alcuni accorgimenti utili a estendere immediatamente la durata della batteria.
Nessuna di queste azioni, ovviamente, può aumentare la carica rimanente della batteria, ma saranno efficaci nel rendere il suo esaurimento e consumo più lento possibile.

1) Attivare la modalità risparmio energetico del computer.
Ogni computer ha le sue opzioni di risparmio energetico, una modalità che, automaticamente, disattiva alcune funzioni del PC per far durare di più la batteria.
Per esempio il monitor diventa più scuro spegnendosi dopo poco tempo di non uso in modo da consumare meno energia.
Abbiamo parlato, in un altro articolo, di come ottimizzare la batteria del portatile con il risparmio energetico in Windows

2) Disattivare i dispositivi inutilizzati e le porte USB
Un modo efficace, anche se un po' estremo e non consigliato a tutti, di ridurre il consumo di energia è disabilitare i componenti che la usano, tra cui le porte USB.
Scollegare quindi ogni cosa dal PC, compreso il mouse o un hard disk esterno e disabilitare i ricevitori bluetooth o il wifi se non serve.
Per disattivare i dispositivi inutilizzati su Windows, aprire il Pannello di controllo del sistema, andare in Gestione dispositivi e cliccare col tasto destro su quelli che si possono disattivare.
Questo è un modo un po' estremo di lavorare, bisognerà poi ricordarsi cosa è stato disattivato per riabilitarlo alla prossima accensione e bisogna anche stare attenti a sapere cosa si sta toccando, evitando di spegnere qualche componente hardware vitale per il PC.
Di solito, i dispositivi che si possono disattivare senza avere conseguenze sono 4: il driver della scheda grafica (che si trova sotto Schede video), l'unità ottica CD o DVD, la presa Ethernet e controlle Wi-Fi (sotto Schede di rete).
In Gestione periferiche è anche possibile disattivare tutte le porte USB inutilizzate (ma per fare prima è meglio usare un programma che abilita e disabilita le porte USB del computer con un click.
Su un Mac questo di disattivare le porte USB è qualcosa che non si deve fare.

3) Impostazioni da modificare
Se non interviene la modalità di risparmio energetico automatica, è possibile prolungare la durata della batteria manualmente, cambiando alcune impostazioni:
- Disabilitando la retroilluminazione della tastiera (se c'è).
- Abbassando al massimo la luminosità dello schermo.
- Abbassando al minimo il volume o usando le cuffiette.
- Abbassare la risoluzione dello schermo.

4) Fermare applicazioni e processi che non servono
Non sono solo dispositivi hardware a consumare energia, ma anche i programmi che si utilizzano.
Se siamo a corto di batteria, conviene terminare quindi tutti i programmi che non ci servono in quel momento, disattivandoli.
In Windows, dare un'occhiata alla barra delle applicazioni e cliccare col tasto destro su tutte le varie icone in basso a destra vicino l'orologio, per vedere se nel menu che appare c'è l'opzione di chiusura.
Per le altre, aprire il Task Manager premendo insieme i tasti Ctrl + Maiusc + Esc, guardare i programmi aperti in visualizzazione completa e terminare i processi che consumano tanta CPU o memoria (premendeci sopra col tasto destro).
Per esempio, si possono terminare programmi come Google Drive, Dropbox, Spotify, Skype e quelli che non causano problemi se spenti.

5) Usare programmi leggeri e uno alla volta.
Nel momento in cui l'energia è poca, aprire più programmi insieme può essere letale per la batteria e il computer si metterà poco a spegnersi.
Bisogna quindi evitare di vedere video, sentire musica o aprire videogiochi o programmi di grafica che sono quelli che usano il processore.
Si potrebbe anche guadagnare tempo usando programmi più leggeri rispetto quelli classici.
Per esempio, se si deve scrivere un documento, si può usare il programma leggero gratuito Office Softmaker invece di Microsoft Word.

LEGGI ANCHE: Quanto spesso caricare la batteria del cellulare / portatile per prolungarne la durata?

SECONDO: Come aumentare durata della batteria in generale
Ottimizzando le impostazioni del computer si può fare in modo che la batteria carica duri molto di più di quanto facesse prima.

1) Cura e manutenzione delle batterie
Se si cura la salute della batteria, essa sarà più longeva e più duratura e, sinteticamente, si deve sapere che:
- Se la batteria è rimovibile, si può staccare e, se sporca, pulire nei contatti con un batuffolo di cotone e alcool.
- Si può calibrare la batteria del portatile con alcuni programmi descritti in un altro articolo.
- Non è necessario lasciare che la batteria si scarichi completamente prima di ricaricarla.
- Non si deve esporre la batteria al calore
- Si deve tenere il portatile sempre fresco e con le prese d'aria libere e pulite (LEGGI ANCHE: Come pulire il portatile dentro e fuori)

LEGGI ANCHE: Si rovina la batteria del portatile se rimane sempre attaccata?

2) Ottimizzare il computer
Mantenere il computer portatile veloce consente anche di farlo essere più efficiente sul piano del consumo di energia.
Come già scritto, è importante avere un generale piano di manutenzione del portatile di base che preveda:
- deframmentazione del disco eseguita regolarmente
- riduzione di programmi in esecuzione automatica
- evitare di riempire il disco e usare programmi di pulizia
- Disinstallare tutti i programmi più pesanti a meno che non strettamente necessari.

3) Sostituire il disco hard disk con un'unità SSD.
L'hard disk è un componente hardware meccanico con testina e disco che gira mentre l'SSD è una memoria solida, ferma, come un chip.
L'SSD consuma molta meno energia di un hard disk tradizionale quindi, se si hanno 70 o 100 Euro da spendere, si può comprare uno di questi tra i migliori dischi SSD.
L'SSD non solo è efficace nel consumare meno energia ma, come visto, porta anche il computer a diventare più veloce come fosse un tablet.
LEGGI ANCHE: differenze tra SSD e Hard disk per capire quanto è più efficace.

TERZO: Programmi (Windows) per aumentare la durata della batteria

1) Battery Optimizer è un programma ideato proprio per tale scopo, che esegue una diagnostica della batteria del portatile al primo avvio ed analizza le capacità e le opzioni di ottimizzazione.
Assicurarsi che la durata della batteria del computer portatile sia sufficiente per eseguire il test, in quanto è necessario per scollegarlo dalla fonte di alimentazione prima di iniziare la diagnostica.
In modo del tutto automatico, esso ottimizza la batteria affinchè la carica duri di più.
Dopo l'uso, si può anche disinstallare.
Battery Optimizer è stato un programma shareware fino a poco tempo che adesso è diventato gratuito e senza limitazioni subito.

2) Battstat consente, dalla sua icona sulla systray (in basso a destra) a gestire l'uso della batteria in maniera più accurata ed intelligente.
Il programma mostra informazioni sull'utilizzo della potenza del pc, sulla carica della batteria, sulla velocità e sull'utilizzo della CPU.
Veramente un programma che va a fondo sulle prestazioni del pc e che riesce a monitorare anche: la temperatura della CPU (Intel Core tramite sensori interni, o ACPI sensori termici), la temperatura del disco rigido (se l'unità supporta).
Il file del programma pesa 270KB e non richiede installazione.
Può essere messo in esecuzione automatica ponendo il file all'interno della cartella Start-->Esecuzione automatica.
Sulla systray l'icona mostra, allo stesso tempo, la capacità della batteria, lo stato di alimentazione CA, e la velocità della CPU.
Cliccandovi sopra si potranno vedere gli altri valori nella finestra dei valori e dei grafici, piuttosto spartana, che appare.
Dalla finestra del programma si possono anche impostare i settaggi per spegnere automaticamente il pc, per l'ibernazione o per lo standby o lo spegnimento del monitor.

3) In un altro articolo avevamo segnalato, ed è ancora buono, un programma per controllare la temperatura del portatile e di conseguenza anche il consumo di energia.

4) BatteryCare, oltre alla creazione di profili per la gestione dell'energia, si sostituisce al contatore scadente di Windows della durata della batteria residua.
La cosa buona è che fornisce tutta una serie di informazioni sulla fabbreicazione della batteria in modo che si possa conoscere la sua potenza, la marca e tutte le caratteristiche tecniche.
Ovviamente contiene anche un termometro per controllare il riscaldamento del processore e notifica la necessità di effettuare una piena ricarica a computer spento.
Praticamente, questo avviene dopo un po' di cicli di ricarica per conservare la batteria in buono stato e farla durare di più.

5) Batteryinfoview per verificarae se la batteria del portatile è ancora buona

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)