Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Ripristinare la configurazione di sistema se il pc Windows oggi non funziona

Ultimo aggiornamento:
Guida al ripristino di configurazione di sistema di Windows, per riparare il computer se ieri funzionava e oggi invece ha qualche problema
Quando un pc Windows, oggi, non funziona correttamente oppure se qualche software o se alcune periferiche del computer, come la rete LAN, il wireless, l'audio o altre funzioni di base presentano errori e non funzionano, mentre ieri o qualche giorno prima, andava tutto bene, la modalità più facile e veloce per risolvere tutti questi problemi può essere il "Ripristino Configurazione di Sistema".
Per usare questa possibilità di recupero di Windows, bisogna attivarla premendo con il tasto destro su "Risorse del computer" --> Proprietà --> Ripristino configurazione del sistema, levare il flag alla casela "disattiva..." e scegliere quanto spazio dedicare a questa utility.
Lo spazio dipende dalla capienza dell'hard disk, più questa dimensione è maggiore più vi saranno punti di ripristino andando indietro nel tempo che verranno creati automaticamente quando viene installato un software che modifica qualcosa nel sistema operativo.

LEGGI ANCHE: Come usare il ripristino di sistema in Windows 7, 8 e 10

Se ci sono problemi sul computer ma si avvia, si va quindi su Start --> Programmi --> Accessori --> Utilità di sistema --> Ripristino configurazione di sistema e si sceglie, nel calendario, il punto di ripristino più vicino alla data attuale, che si ricorda essere sicuramente funzionante.
Questo ripristino può anche essere annullato sepre dallo stesso menù.
Si ricordi che con questa opzione, vengono cancellati i dati che sono stati memorizzati e i programmi installati nel periodo intercorso tra la data attuale e il punto di ripristino scelto.
Se non si riuscisse ad avviare il ripristino di configurazione di sistema, potrebbe essere disattivato quindi, per riattivarlo, bisogna andare sul menu Start -> Esegui e scrivere regedit per aprire l'editor di registro.
Navigare lungo lo chiavi sul lato sinistro lungo questo percorso: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows NT\SystemRestore e sul lato destro cancellare le due chiavi, se presenti, DisableConfig e DisableSR.

Se Windows non partisse proprio, e il ripristino è attivato, è ancora possibile caricare un punto di ripristino precedente avviando il computer in modalità provvisoria con prompt di comandi anche se l'operazione non è semplicissima.
Scrivere "regedit", premere Invio e, sulla chiave di registro HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\WindowsNT\CurrentVersion\Winlogon, premere con il tasto destro del mouse sulla voce Shell, Modifica e sostituire la parola Explorer.exe in Progman.exe.
Dal menu File si preme su "Esci".
Adesso bisogna scrivere "shutdown -r" e riavviare il computer premendo il tasto "invio".
Una volta rientrati sul sistema come amministratore, sul Program Manager, sul menù "file", scegliere "Esegui" e scrivere "c:\windows\system32\restore\rstrui.exe".
Premendo INVIO si avvia la normale procedura di ripristino configurazione di sistema.

Se non si avvia neanche in modalità provvisoria, bisogna accedere al menu di boot che in Windows 7 compare premendo più volte il tasto F8 in fase di accensione iniziale.
Dal menu, si può selezionare la riga per riparare il computer.

In Windows 8 la storia cambia e consiglio di leggere, come ripristinare o salvare i dati se Windows 8 non si avvia.

NOTA: Su Windows 10 i punti di ripristino vanno attivati perchè, di default, sono disabilitati.

Purtroppo, a volte questo ripristino, non funziona e non opera alcuna modifica sui file mantenendo la situazione identica a quella attuale, rendendo di fatto impossibile ritornare indietro a una configurazione che si reputa funzionante.
In questi casi appare un messaggio al termine del caricamento del ripristino che avverte che non è stato possibile effettuare alcuna modifica e che tutto è come prima.
Virus e malware possono essere responsabili di questo errore ma può esserci anche la possibilità di avere file di sistema o chiavi di registro mancanti o malfunzionanti.
Ritengo che il Ripristino di configurazione di sistema sia la miglior soluzione, da provare prima di ogni smanettamento, per risolvere errori Windows di cui si ignora la causa, sempre che ci si riesca a ricordare che qualche giorno prima, tutto funzionava correttamente.

Con alcuni programmi elencati in un'altra pagina, è possibile gestire i punti di ripristino e crearli, eliminarli o programmarli manualmente.

Nel caso non ci sia nulla da fare, se Windows non parte, conviene salvare tutti i dati e ripristinare o reinstallare Windows come spiegato nella guida di riferimento.
In un altro articolo poi è scritto come ripristinare un computer Acer, Asus, HP, Dell, Sony, Toshiba alle impostazioni di fabbrica.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
4 Commenti
  • Sergio Casagrande
    24/12/14

    Claudio, dopo aver effettuato una scansione ho trovato e messo in quarantena due virus, ma facebook continua a mostrare le anomalie dovute ai virus. ( sui messaggi che non ingrandiscono, sul non poter eliminare post della bacheca ( sparito il visto) e sul non poter ritrovare post nei diari dei miei amici in rete.Come procedere?

  • Angie Canales
    10/1/15

    Ciao per sbaglio ho voluto cancellare tutti i imiei dati del computer ..e ho fatto ripristina e per sbaglio o spento ill computer .. adesso sono giorni che mi dice "diagnostica del pc in corso" e preparazione del ripristino automatico e non so come fare x uscire da qui
    dici che lho fregato il povero computer ( hp)

  • Claudio Pomes
    10/1/15

    col disco di installazione in mano, ripara windows http://www.navigaweb.net/2009/02/ripristinare-o-reinstallare-windows.html

  • Gabriella Proja
    19/2/17

    molto interessante ed utile