Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Controllo reputazione online per sapere chi e come mi cerca su internet

Pubblicato il: 9 febbraio 2010 Aggiornato il:
Come difendere la reputazione online e controllare chi cerca informazioni e scrive sul proprio nome
reputazione online L'altro giorno, non ricordo in quale telegiornale, si è parlato di reputazione online e di un nuovo business dove ci sono aziende e professionisti che lavorano con l'obiettivo di migliorare la reputazione su internet di altre persone.
Si potrebbe pensare che questo sia semplicemente un vezzo di persone importanti, di vip o politici che stanno sulla bocca dell'opinione pubblica o di aziende che vendono servizi e prodotti e invece non è affatto cosi, la reputazione online riguarda tutti.

Avete mai cercato un collega o un amico su Google?
Avete mai provato a scrivere il vostro nome e vedere cosa esce fuori?
Vi piacerebbe sapere chi ti sta cercando su internet oppure sapere quando questo accade?


La reputazione online è quello che viene trovato da Google, navigando il web, riguardo una persona o un prodotto.
Può facilmente accadere che cercando se stessi vengano fuori risultati (provenienti dai social network come Facebook e Twitter o da commenti su Forum e Blog) con informazioni poco edificanti, negative o diffamanti.
Il problema si fa grosso nel caso si debbano sostenere colloqui di lavoro, quando si vul vendere qualcosa e si possono avere imbarazzi anche quando si conoscono persone nuove.

Ho gia scritto articoli sulla reputazione online anche se non ho mai usato questa parola.
Ricordo, a tal proposito, la lista di siti per cercare persone su internet dal nome e l'articolo su quanto Facebook sia pericoloso da questo punto di vista.
Proprio Facebook, vista la sua popolarità, diventa un mezzo con cui sapere tutto degli altri, anche degli sconosciuti (leggi anche come controllare la mia visibilità su Facebook).

Probabilmente, se una persona utilizza molto Facebook, il suo profilo può essere il primo risultato quando si cerca il suo nome.
Come visto in un altro articolo (su come pubblicare un curriculum online), il miglior modo di proteggere la propria reputazione online è creare dei profili con biografia e curriculum seri su siti di ricerca lavoro che vengono ben indicizzati da Google.

In linea generale non serve pagare nessuno per restaurare una buona reputazione online di una persona o di un prodotto; se ci sono informazioni negative che non si possono eliminare, ci si deve iscrivere ai migliori siti e social network che sono ben indicizzati su Google ( e non importa se sono usati o meno in Italia) come Linkedin, Facebook, Twitter, Stumbleupon, Friendfeed.

Sarebbe ottima cosa poi aprire un blog, anche semplice in 5 minuti con una sola pagina, che sia intitolata col proprio nome e cognome su queste piattaforme: Blogger, Wordpress, Tumblr.
Senza badare troppo a creare contatti o amicizie, l'importante è scrivere in tutti questi siti qualcosa come un curriculum vitae o una biografia anche solo con informazioni schematiche che elogino te stesso.
Tutti questi profili poi si devono collegare tra loro tramite Google Profiles e il gioco è fatto.

Entro poco tempo, cercando il proprio nome su Google o sugli altri motori di ricerca di persone, compariranno per primi questi profili e queste pagine web o blog (scalzando vecchie notizie che rvinavano la reputazione) dove si appare come persone professionali, serie e a modo.

Quando quindi un possibile datore di lavoro, un selezionatore, un responsabile di risorse umane o un cliente (ma anche una ragazza appena conosciuta) cerca il tuo nome su internet per vedere chi sei, otterrà solo informazioni favorevoli.

Tornando invece alle domande di sopra, vediamo come sia possibile anche controllare la propria reputazione su internet e, nello specifico, i risultati di ricerca su Google che riguardano il mio nome.

Google non dà alcuna informazione su quante volte e su chi cerca un nome sul motore di ricerca e nemmeno Facebook (sfatiamo i falsi miti) può dirmi chi e quante volte qualcuno visita il mio profilo.
Ci sono due vie per verificare chi ti cerca su Google.

Una è tramite Google Alert che avverte se si sta parlando di te, di una persona o di una cosa, su internet.
A questo proposito Google offre anche uno strumento online per trovare la mia identità online e sapere chi sono io sul web.

L'altra cercando di vedere chi ti cerca su Google e come.
Il miglior strumento per vedere le parole più cercate, AdWords di Google, può trovare il volume di ricerca globale mensile per un nome o le parole chiave pertinenti che vengono cercate insieme al nome.
Tuttavia, non dice nulla sulla persona che ti sta cercando e bisogna usare una trappola simile a quella usata per vedere chi accede e legge le mie email.

Il trucco sta nel posizionare il proprio curriculum vitae (scritto in modo diverso rispetto quello messo sui social network), pubblicato su siti specifici, ai primi posti o almeno in prima pagina sui risultati Google quando viene cercato il tuo nome.
Se qualcuno ti cerca su internet, probabilmente, sfoglierà vari risultati e cadrà nella trappola.
Quando questi aprirà quel sito col mio CV, io potrò leggere e sapere sia come mi ha trovato (se col solo nome o col nome e qualche altra parola), sia l'indirizzo IP di questa persona e capirne la città di provenienza e forse anche la posizione precisa.
Ottimo è anche il supporto del sito BrandYourself che promette di far salire il proprio profilo sui risultati di ricerca Google.

Uno dei migliori sito che consente di impostare un profilo e tracciare le visite è Naymz che permette di impostare un profilo completo con biografia, foto e curriculum.
Dopo poco tempo questa pagina del profilo viene indicizzata da Google e, ogni volta che qualcuno lo apre si può ricevere un avviso via Email.
La mail dirà quando il tuo profilo è stato cercato, da dove proveniva la ricerca (in base all'indirizzo IP), e quali parole chiave sono state utilizzate per trovarti.

Ricordo poi diversi altri siti in cui si può pubblicare il proprio curriculum vitae online per farsi trovare su internet e cercare lavoro.

Quindi che mi dite?
Voi come proteggete la vostra reputazione online?
Avete mai avuto questo genere di problemi?

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)