Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Test di velocità Wifi: come farlo nel modo giusto

Aggiornato il:
Come fare il test di velocità del wifi nel modo giusto, con tutti i requisiti rispettati per fare una misurazione fatta bene
Ci sono diversi motivi per cui si può voler fare il test di velocità del wifi e possiamo sinteticamente indicarne almeno sei:
- Per capire se si sta ricevendo la velocità che si sta pagando al provider di rete .
- Per vedere se conviene cambiare provider di rete (per provider si intende Telecom, Fastweb e cosi via).
- Per configurare un nuovo router e controllare la copertura wifi in casa.
- Per verificare che la velocità del wifi sia adeguata al servizio che si sta usando, per esempio per vedere film in streaming o per giocare online.
- Per controllare che dispositivi diversi come Apple TV, Fire Stick o la console di giochi stiano usando il wifi al massimo della velocità.
- Per capire in quale momento della giornata internet va più lento.

Nel caso di una connessione wifi lenta, prima di andare a indagare sulle cause di un possibile problema, bisogna vedere se è vero che c'è un calo di prestazioni della rete.
Bisogna quindi testare la velocità del Wi-Fi, un'operazione facile da fare, che richiede però alcuni requisiti da rispettare per avere un risultato vero e preciso.

La maggior parte dei test di velocità per le connessioni Wi-Fi misurano tre elementi:
- Frequenza del ping
- Velocità di Donwload
- Velocità di Upload

La Frequenza di ping misura la latenza su una rete, il tempo impiegato da un pacchetto di dati per essere inviato da un computer all'altro e ritornare.
Per esempio, se la latenza elevata (superiore a 150 millisecondi), può verificarsi un lag che influenza negativamente i giochi multiplayer.
In un altro articolo la guida per capire Cosa significa fare il Ping

La velocità di download indica la velocità con cui i dati vengono scaricati sul tuo computer, misurati in megabit al secondo (Mbps).
Questo è sicuramente il valore più importante, quello da prendere come riferimento per misurare la velocità del wifi.
Il test scarica più blocchi dati sul computer, regolando il numero di connessioni e le dimensioni scaricare alla massima velocità.

La velocità di upload mostra la velocità con cui il computer può caricare dati online, ad esempio quando si aggiungono file su un servizio cloud.
La velocità di upload è sempre più lento della velocità di download.
Il test di upload funziona in modo simile, ma contrario a quello di download: il browser carica blocchi di dati, aggiustando dimensione e numero di connessioni per assicurarsi che sia utilizzata l'intera banda della connessione.

Alla fine, si possono confrontare i valori rilevati per verificare che la velocità richiesta per un certo servizio sia disponibile.
Per esempio, per Netflix 4K ci vuole una velocità di download almeno di 25 Mbps, mentre per uno streaming HD ci vuole almeno una velocità da 5 Mbps.
I valori rilevati si possono confrontare anche con quelli che erano promessi in fase di abbonamento o contratto col provider per verificare se si sta ottenendo quello che spetta oppure se c'è un problema.

Come ormai tutti sanno, si può fare il test di velocità del wifi andando sul popolare sito Speedtest, che è tra i più affidabili.
Ci sono anche altri test di velocità per il wifi, come visto nell'articolo su come verificare la reale velocità di connessione internet.
Tra questi ricordiamo Fast.com, servizio di Netflix che permette di vedere se c'è abbastanza velocità di connessione per vedere i video in streaming a qualità massima.

Da notare che cercando su Google "speed test" diventa possibile fare un test di velocità della connessione direttamente da Google, premendo il pulsante Esegui test della velocità.

Per fare il test del wifi nel modo giusto è importante tenere conto di alcuni requisiti che devono necessariamente essere rispettati prima di eseguire il test di velocità.

1) Il segnale wifi sul computer usato per fare il test deve essere al massimo e non avere disturbi e interferenze.
Il test può quindi essere anche utile a rilevare differenze di velocità del wifi in vari punti della casa e trovare la posizione migliore in cui mettere il router oppure se è necessario comprare un ripetitore wifi.

2) Il test va eseguito più volte, almeno tre, per essere sicuri dei valori misurati.
Questo perchè c'è molta volatilità in questi test e può farsi che su tre volte si ottengano sempre risultati più o meno diversi, dai quali occorrerà fare una media.

3) Il test può dare risultati diversi a seconda del momento della giornata.
Uno dei maggiori fattori che incidono sulla velocità di Internet è il numero di utenti che sono connessi allo stesso tempo.
Durante le "ore di punta", per esempio la domenica sera quando tutti guardano Netflix, probabilmente la velocità di internet misurata sarà inferiore rispetto ad altre volte.
Si potrebbero quindi ripetere i test in vari momenti del giorno per calcolare quando c'è un calo di prestazioni della rete.
Come visto in passato, è possibile controllare la velocità di internet durante l'intera giornata tramite un programma automatico

4) Durante il test, assicurarsi che nessun altro dispositivo, computer o smartphone, stia scaricando.
Se c'è un altro dispositivo che scarica dati o se sulla TV si sta vedendo Netflix in streaming, allora il test darà sicuramente valori molto inferiori al reale, perchè parte della banda è impegnata.
Questo requisito può sembrare scontato, ma visto che oggi in una casa i dispositivi connessi al wifi possono essere diversi, bisogna assicurarsi che non stiano usando banda di rete.
Per risultati ottimali, bisognerebbe spegnere o disconnettere il maggior numero possibile di dispositivi connessi al wifi, compresa la TV e lo smartphone, o almeno essere certi che non stiano scaricando.

5) Prima del test meglio riavviare il computer.
Per avere un test di velocità del wifi attendibile è importante che il PC non sia impegnato a fare anche qualche altra cosa e che tutti i programmi ad eccezione dello Speedtest siano chiusi.
Inoltre, tenere d'occhio l'avvio di programmi automatico per disattivare eventuali processi che possono sincronizzare dati online oppure scaricare aggiornamenti e occupare banda di rete)

6) Il test va eseguito senza proxy e VPN.
Ovviamente, per avere una misurazione giusta della propria connessione wifi, è importante che non si utilizzino filtri come VPN e Proxy e che il browser non abbia attive estensioni e opzioni di compressione dati che possono limitare la velocità di download.

LEGGI ANCHE: Cosa rallenta la velocità di rete (wifi o cablata) e la connessione internet

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)