Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Backup Foto automatico per tenerle al sicuro online: 5 app

Aggiornato il:
Migliori applicazioni per tenere al sicuro e conservare le foto scattate con lo smartphone Android o con iPhone usando il backup automatico online
app backup foto Facendo tante foto sul cellulare, la prima preoccupazione è quella di conservarle, di sapere che siano al sicuro e che non saranno perse nemmeno se il telefono si rompesse o venisse rubato.
Inoltre, le foto occupano spazio sulla memoria del telefono ed anche per quello con lo spazio di archiviazione più grosso, sarà presto richiesto di liberare spazio.

Per conservare le foto al sicuro, fino a qualche anno fa, l'unico modo era quello classico di scaricarle sul computer, collegando quindi lo smartphone al PC tramite cavo per trasferire le fotografie tramite cavo USB.
Questo metodo è, però, un lavoro piuttosto noioso di cui bisognava ricordarsi, spesso impossibile da fare se si stava in viaggio fuori casa.
Inoltre anche salvando le foto sul PC, è possibile perderle lo stesso nel caso l'hard disk si rompesse ed è richiesto comunque un backup su un hard disk esterno o su altra unità di memoria.
Una soluzione migliore, automatica, veloce e sicura è invece quella del cloud, per salvare le foto fatte col cellulare un secondo dopo lo scatto, così da non perderle anche se il telefono andasse in mille pezzi all'improvviso.

Per fare un backup automatico delle foto scattate con lo smartphone Android o con un iPhone, quindi, si possono utilizzare queste applicazioni che offrono un servizio gratuito perfetto.

1) Google Foto
Come più volte ripetuto in questo blog, l'app migliore per fare il backup delle foto è Google Foto, che personalmente utilizzo da anni con soddisfazione.
Il pregio principale di Google Foto è che è gratis senza alcuna limitazione, per il backup sia delle foto che dei video.
Questo significa che è possibile conservare online milioni di immagini senza preoccuparsi di perderle, con la garanzia che Google le manterrà sui suoi server per sempre, visibili online da qualsiasi PC o altro smartphone.
L'app Google Foto su Android e su iPhone si occupa del backup automatico ed ha anche la funzione di liberare spazio cancellando le fotografie che sono già al sicuro nel suo archivio online.

Per eseguire il backup delle foto con Google Foto, si deve solo installare l'app (Android o iPhone), accedere con l'account Google ed attivare il backup nelle impostazioni usando l'opzione illimitata.
Da quel momento il backup è automatico e le foto sono visibili sia dall'applicazione (accendendo con lo stesso account Google) che dal sito web photos.google.com .
Le foto saranno anche visibili in Google Drive, in una cartella speciale di Foto.
Un grande vantaggio di Google Foto è la possibilità di poter ritrovare le immagini usando la casella di ricerca intelligente messa a disposizione, che recepisce anche ricerche descrittive (ad esempio, "foto in spiaggia")

L'unica condizione per usare Google Foto gratis è di utilizzare l'opzione di archiviazione di foto con compressione "alta qualità".
La compressione usa un algoritmo davvero buono ed è quasi impossibile distinguere tra l'originale e il backup compresso di Google.
Inoltre essa avviene solo per le foto con grandezza superiore di 16 Megapixel, che è una risoluzione abbastanza grande per qualsiasi fotocamera.
Si può anche scegliere di eseguire il backup delle immagini con qualità originale, anche se in questo caso c'è il limite di archiviaizone dell'account gratuito di Google Drive (15 GB).

2) Foto di Amazon Prime
La seconda scelta in questo settore è sicuramente l'app Prime Foto Amazon, che è gratis se si ha già un abbonamento Amazon Prime.
Prime Foto offre quindi uno spazio di archiviazione illimitato per le foto, che non ha condizioni e limitazioni, in formato originale.
L'unico difetto è che il backup non vale per i video, i quali vengono salvati invece in Amazon Cloud Drive che invece richiede un abbonamento (gratis ci sono solo 5 GB).
Per avere il backup dei video si può pagare un abbonamento da 100 GB per 20 Euro al mese oppure 1 TB per 100 Euro.

Per usare Prime Foto si deve soltanto scaricare l'app per Android o per iPhone e poi collegarsi all'account Amazon Prime ed attivare il backup automatico.

3) Flickr
Il sito di fotografie di Yahoo è ancora oggi un servizio di ottimo livello, che offre un backup online quasi illimitato con uno spazio gratuito di 1 TB (1000 GB) per foto e video che è lo spazio di tre vite anche per i fotografi più incalliti.
Usando l'applicazione per Android o quella per iPhone è possibile attivare il backup automatico delle foto nella memoria del telefono, che avverrà in una cartella privata e visibile solo a noi.

4) iCloud (solo iPhone)
Chi usa solo e sempre un iPhone potrebbe scegliere di attivare il backup automatico di iCloud dalle impostazioni di iOS, senza installare altre applicazioni.
L'account gratuito permette di usare uno spazio limitato da 5 GB, che è molto piccolo per un uso quotidiano e permanente.
Si dovrà per forza comprare un abbonamento annuale scegliendo uno di questi piani: 50 GB a 1 euro, 200 GB a 3 Euro oppure 2 TB a 10 Euro.
Siccome 50 GB dovrebbero essere sufficiente per tutti, pagare iclopud potrebbe essere conveniente.
Il fatto però che iCloud sia disponibile solo su iPhone rende questa soluzione un po' limitante, sopratutto se si vuol cambiare tipo di telefono in futuro.
Le foto archiviate in iCloud si possono ritrovare online sul sito web di iCloud.

5) Dropbox
Dropbox è stata per anni l'app cloud più usata al mondo quindi la sua funzione di backup delle foto è utilizzata ancora da molte persone.
In questo senso l'app di Dropbox non è completa come Google Foto, ed è limitata dalla quantità di spazio che si ha con Dropbox (per i nuovi account non conviene proprio perchè sono solo 2 GB).
Se si ha molto spazio disponibile in Dropbox, allora si può usare l'app per Android e iPhone l'opzione dei carimenti fotocamera, disponibile nel menu Impostazioni.

6) Altri servizi di backup foto automatico
Altre soluzioni di backup sono offerte da diverse altre applicazioni come:
- pCloud
- Onedrive
- G Cloud (per Android e iPhone)
- MyCloud (Android e iPhone)

LEGGI ANCHE: Migliori web app "cloud" dove conservare le foto

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
2 Commenti
  • Rosario
    17/4/18

    Sono abituato ad organizzare le foto scattate con lo smartphone in cartelle distinte ma poi in Google Foto si perde la ripartizione in cartelle, c'è un modo per ovviare?

  • Claudio Pomes
    19/4/18

    GOogle Foto non permette di creare cartelle, quindi puoi creare album