Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

7 cose da fare subito sul nuovo smartphone Android

Aggiornato il:

7 cose importanti da fare subito sul nuovo smartphone Android per utilizzarlo al meglio

smartphone Android Quando si ha in mano un nuovo smartphone Android, potremo trovarci spiazzati, in particolare se veniamo da un telefono piuttosto vecchio o se abbiamo utilizzato solamente Apple iPhone fino ad ora.
Se siamo ancora inesperti del mondo Android e vogliamo imparare velocemente, in questa guida abbiamo raccolto tutti i passaggi e le cose da sapere non appena mettiamo le mani su un nuovo smartphone Android.
Questa guida può essere un valido aiuto anche per gli utenti che già utilizzavano telefoni con Android ma che si trovano in difficoltà a spostare le proprie app e i propri dati da un telefono all'altro, visto che molti dei passaggi illustrati possono essere utilizzati anche se già utilizziamo uno smartphone Android più vecchio.
Al termine della lettura Android non avrà più segreti e potremo utilizzarlo alla grande come dei veri esperti, senza dover chiedere aiuto a nessuno.

LEGGI ANCHE -> Configurazione e avvio del nuovo telefono o tablet Android (Samsung, Google o altre marche)

1) Associare account Google

Il primo passo, quello più importante, è sicuramente quello di associare subito un account Google allo smartphone Android, così da poter installare le nuove app (dal Google Play Store) e recuperare tutti i dati già utilizzati su un altro smartphone Android.
Al primo avvio il telefono ci chiederà la lingua di sistema, ci chiederà di accedere ad una rete Wi-Fi (assicuriamoci che ne sia presente una sfruttabile nei paraggi) quindi ci mostrerà la schermata dove inserire l'account Google.
Accesso google

Inseriamo le credenziali dell'account già in nostro possesso o, se non ne abbiamo uno, facciamo clic su Crea un nuovo account per poterne creare subito uno al volo.
Accettiamo tutte le condizioni che ci verranno indicate nelle schermate e abilitiamo il sistema di sincronizzazione e di backup, quindi confermiamo per abilitare tutte le funzionalità del nostro nuovo smartphone Android.
Se questo account era già associato ad un vecchio telefono Android, avremo a disposizione tutti i nostri contatti, le nostre app e i dati delle altre app Google già sincronizzati (Gmail e YouTube per esempio).
Se invece utilizzavamo un iPhone prima di passare ad Android, consigliamo di leggere la nostra guida dedicata per spostare velocemente tutti i dati fondamentali -> Trasferire rubrica, foto e app da iPhone a Android sul nuovo smartphone.

2) Backup automatico delle foto scattate

Tutte le foto scattate con le fotocamere del vecchio telefono vengono conservate nella memoria interna o sulla microSD (se prevista).
Ma se volessimo salvare le foto sul cloud per poterle rivedere sul PC o per visionarle anche sul nuovo smartphone Android appena acquistato, dovremo affidarci all'app Google Foto, scaricabile dai seguenti link -> Google Foto (Android) e Google Foto (iOS).
Google Foto

Non dovremo far altro che installare quest'app sul vecchio telefono (qualsiasi sia il sistema operativo utilizzato) ed effettuare il backup dei nostri scatti; l'app permette di caricare un numero illimitato di foto con il parametro Alta qualità (le foto originali verranno ridimensionate, per poter mantenere una buona qualità di stampa e occupare poco spazio) ed effettua l'operazione in maniera del tutto automatica ogni volta che ci connettiamo ad una nuova rete Wi-Fi (possiamo all'occorrenza abilitare anche il trasferimento tramite LTE o 3G, ma è richiesto un piano dati molto ampio).
Effettuato il backup non resta che installare l'app Google Foto anche sul nuovo telefono, così da poter visionare tutti i precedenti scatti e procedere con il backup delle nuove foto che scatteremo con le nuove fotocamere.
Non correremo mai più il rischio di perdere delle foto!

3) Ripristinare le chat di WhatsApp

Se abilitiamo il backup automatico su WhatsApp (tramite Google Drive), potremo ripristinare velocemente tutte le chat e i file multimediali dell'app con pochi clic.
Sul nostro vecchio smartphone assicuriamoci che l'account Google sia attivo e funzionante, colleghiamoci ad una rete Wi-Fi veloce, apriamo l'app di WhatsApp e portiamoci in Impostazioni -> Chat -> Backup delle chat.
WhatsApp

Se non abbiamo ancora un backup recente, facciamo subito clic su Esegui Backup per caricare tutti i dati necessari su Google Drive.
Attendiamo qualche minuto (potrebbe volerci tempo per caricare il backup), quindi portiamoci sullo smartphone nuovo, accediamo con lo stesso account Google utilizzato sul device vecchio, colleghiamoci ad una rete Wi-Fi e installiamo l'app di WhatsApp per Android.
Nell'app appena scaricata inseriamo il numero di telefono già associato sul vecchio telefono e, al momento opportuno, confermiamo il ripristino del backup prelevato online (l'app è in grado di controllare da sola se è presente il backup, basta fare l'accesso con l'account Google in anticipo).
Maggiori informazioni su questo tipo di backup possiamo trovarlo nella nostra guida -> Come trasferire Whatsapp da un telefono a un altro o su altro numero.

4) Capire le funzioni base

Se si tratta del primo telefono smartphone Android (o comunque il primo con Android aggiornato all'ultima versione), bisogna capirne subito come funziona, viste anche le profonde differenze rispetto ai vecchi telefoni o agli iPhone.
Per fare ciò consigliamo di leggere le guide presenti qui in basso:

- Guida in 20 punti a Android per iniziare col cellulare o il tablet
- Passare da iPhone a Android, guida al cambio di cellulare
- Guida Android per essere esperto del nuovo smartphone

5) Installare le app fondamentali

Alcune app sono indispensabili da installare per qualsiasi smartphone Android, in particolare se non ne abbiamo mai posseduto uno prima d'ora.
Apriamo quindi il Google Play Store e installiamo quelle che, personalmente, consideriamo le App Android da avere sul nuovo cellulare o tablet assolutamente.
Tra queste figurano Facebook, WhatsApp, un'app per la torcia, Livescore, Google Translate, Snapseed, Office e tante altre.

6) Aggiornare sistema e app

Per avere Android aggiornato è sufficiente ricevere gli aggiornamenti delle app, meglio ancora se in maniera del tutto automatica quando siamo sotto rete Wi-Fi e il telefono è sotto carica (per esempio la notte).
L'aggiornamento automatico evita il fastidio di dover aggiornare le app manualmente e permette di avere sempre un telefonino sicuro e con le ultime funzionalità disponibili.
Per abilitare l'aggiornamento apriamo l'app Google Play Store, scorriamo il menu laterale sinistro quindi andiamo in Impostazioni e attiviamo l'aggiornamento automatico solo quando collegati a una rete Wi-Fi, così da avere sempre le app aggiornate con nuove funzionalità ed eviteremo di incappare in bug o buchi di sicurezza che possono compromettere la sicurezza del sistema Android.
Per aggiornare invece il sistema operativo vi rimandiamo alla nostra guida -> Controllare aggiornamenti su Huawei, Samsung e cellulari Android.

7) Attivare sistema di localizzazione antifurto

Lo smartphone nuovo ha un suo valore commerciale e un grande valore personale, perché memorizza dati e password per accedere agli account personali e tutti i nostri dati quotidiani; vien da sé che se finisse in mani estranee potrebbe essere un grande problema.
In Android abbiamo un antifurto integrato che permette di localizzare la posizione del telefonino in ogni momento e, all'occorrenza, permette di cancellare tutti i dati da remoto nel caso di smarrimento.
In una guida dedicata abbiamo visto come attivare Trova il mio dispositivo, la funzionalità integrata in tutti i telefoni Android, ottimo per controllarne la posizione, fallo squillare forte e cancellare i dati -> Con "Trova il mio Android" l'app per ritrovare il cellulare.

LEGGI ANCHE -> Migliori App Android gratis da scaricare per ogni categoria

Posta un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte Info sulla Privacy