Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Installare una rete wireless a casa: guida al Wi-Fi

Aggiornato il:

Guida alla connessioni WiFi di casa, da cosa e composta e riepilogo di tutte le configurazioni delle reti wireless

WiFi Casa Tutti i dispositivi moderni( cellulari, smartphone, computer, TV, decoder e TV Box) necessitano di connessione a Internet per poter ampliare le loro funzionalità; per i dispositivi più vicino al modem possiamo utilizzare un cavo Ethernet senza problemi, ma per i dispositivi mobili e per i device posizionati in altre stanze della case dovremo creare una efficace rete wireless per poter portare il segnale Internet ovunque ci sia la necessità.
Se siamo nuovi del mondo di Internet e della tecnologia, è facile sbagliare nella creazione di una rete Wi-Fi casalinga: modem troppo economici che non coprono tutte le stanze oppure connessioni lente o poco sicure, che possono influenzare negativamente la nostra esperienza di navigazione.
Per questi motivi abbiamo creato una guida completa su come creare una rete wireless in casa, mostrandovi come scegliere un router (da affiancare al modem di casa) oppure un nuovo modem-router, per rimpiazzare completamente la soluzione offertaci dall'operatore.
Per le case più grandi e più lontane vi forniremo anche alcune indicazioni su come utilizzare i ripetitori Wi-Fi, i nuovi dispositivi Wifi Mesh e le Powerline Wi-Fi.

LEGGI ANCHE -> Grande Guida sulle reti LAN di computer, internet e wifi

Vi ricordiamo che, se il dispositivo è abbastanza vicino al modem con cui ci connettiamo a Internet (entro i 6-7 metri), è sempre preferibile utilizzare un cavo di rete Ethernet per effettuare il collegamento; quest'ultimo rimane ancora oggi il metodo più stabile e veloce per accedere a Internet, in particolare per connettere i PC fissi e le Smart TV.
In questo caso possiamo utilizzare un cavo di rete Ethernet della giusta misura, nascondendolo dietro ai mobili oppure facendolo passare sopra il battiscopa, così da poterlo mimetizzare alla vista.
Per tutti gli altri dispositivi lontani o portatili, seguiamo i seguenti suggerimenti per creare una rete Wi-Fi casalinga potente e in grado di coprire ogni angolo della casa.

1) Configurazioni del router wifi

Il router, per funzionare bene e diffondere il segnale wifi a tutti i computer o cellulari, in modo che essi navighino velocemente, deve essere considerato come una radio normale, più sensibile ai disturbi.
Fondamentalmente deve stare lontano da apparecchi elettrici come forni microonde o telefoni senza fili (i cordless) e posto in una zona ariosa, non isolata o chiusa.
Per iniziare, conviene mettere il computer da cui ci si vuol collegare a internet, vicino al router e poi, andando a tentativi, cercare la migliore zona della casa in modo che i dispositivi vedano il segnale ovunque essi si trovino.
In generale, se si avesse una casa molto grande con giardino, non è detto che il segnale arrivi ad ogni angolo di ogni stanza.
Purtroppo il raggio è sempre un po' limitato quindi, nel caso di grandi appartamenti, probabilmente è consigliabile un router più potente e più costoso.

Ho già scritto su come configurare un router wifi; l'impostazione dei router moderni è davvero semplice ed alla portata di tutti anche perchè c'è sempre un cd di installazione con procedura guidata che basta seguire per collegarsi a internet.
In un altro articolo, poi, le 10 Opzioni principali da configurare sul Router Wifi

La maggior parte dei router sono impostati per avere come indirizzo ip di rete interna, il 192.168.1.1 che è un valore di default valido per tutto il mondo.
In qualsiasi caso particolare sicuramente durante l'installazione da CD si dovrebbe essere guidati verso l'indirizzo esatto.
Questo IP è da intendere come fosse l'indirizzo di un sito web quindi, digitandolo nel browser cosi com'è, si accede al pannello di configurazione del router in cui si potranno modificare le varie impostazioni.

Come accennato sopra, la cosa più importante da controllare è che l'accesso a internet sia protetto in modo che i vicini di casa non ne approfittino per collegarsi a scrocco.
Per impostazione predefinita non ci sarà alcuna protezione di sicurezza per accedere alla rete e, nella maggior parte dei casi, nemmeno per entrare nelle impostazioni del router.
Come visto in un'altra pagina, le password di default per ogni modello di Router sono note tuttavia, se si protegge la rete, conoscere questa login diventa irrilevante.

Su molti modem potrebbero essere disponibili due reti Wi-Fi da configurare: 2,4 GHz e 5 GHz.
Per ottenere il massimo dalle connessioni wireless consigliamo di attivare entrambe e di scegliere anche due nomi diversi ma simili, così da riconoscerli velocemente; per la password possiamo anche utilizzare la stessa per entrambe le reti, basta che sia sufficientemente sicura e difficile da indovinare.
Se non sappiamo come correttamente al pannello delle impostazioni, vi rimandiamo alla lettura della guida dedicata presente qui -> Entrare nel router per accedere alle impostazioni in modo semplice.

1) Come scegliere un router Wi-Fi

Se abbiamo già un modem per l'accesso a Internet (per esempio quello fornito dall'operatore), avremo nella stragrande maggioranza dei casi la connettività wireless, visto che tutti i moderni modem forniscono anche la connettività Wi-Fi.
Se invece vogliamo ottenere il massimo dalle connessioni Wi-Fi, possiamo scegliere un nuovo router Wi-Fi da collegare in cascata al modem fornito dall'operatore, così da scegliere personalmente le caratteristiche della rete wireless domestica (otterremo maggiori impostazioni e maggiore controllo sulle connessioni).
I migliori router che possiamo utilizzare per lo scopo sono presenti nella lista qui in basso:

- TP-Link Archer C60 (41€)
- Netgear Router WiFi R6220 (49€)
- D-Link DIR-842 (50€)
- TP-Link Archer C7 (72€)
- Netgear Router WiFi Nighthawk (202€)

Tutti questi router sono adatti per l'utilizzo casalingo in ogni scenario, offrendo caratteristiche superiori a qualsiasi modem fornito dagli operatori come Wi-Fi Dual Band, porte LAN Gigabit e altre funzionalità avanzate.
Collegarli è davvero molto semplice: scegliamo il nostro router Wi-Fi, connettiamolo via Ethernet al modem principale (possibilmente utilizzando il collegamento WAN-LAN) e configuriamo le reti wireless dal menu di configurazione del nuovo router.
A configurazione avvenuta portiamoci nel pannello del modem e disattiviamo il suo Wi-Fi, così da non avere ulteriori problemi e interferenze.

Per approfondire il discorso sulle connessioni a cascata, vi invitiamo a leggere la nostra guida dedicata disponibile qui -> Collegare al modem un router nuovo senza cambiare rete.

2) Come scegliere un modem-router Wi-Fi

Se non vogliamo utilizzare due dispositivi separati per l'accesso alla rete (come visto nel precedente capitolo), possiamo rimpiazzare il modem in nostro possesso con uno più performante e con un Wi-Fi di qualità superiore.
Visti i nuovi sviluppi dal punto di vista legislativo, possiamo utilizzare qualsiasi modem nuovo per connetterci a Internet senza essere legati ad un dispositivo fornito in comodato d'uso o pagato a rate, spesso inadeguato alle nostre esigenze.
I migliori modem router Wi-Fi che possiamo acquistare sono presenti qui in basso:

- D-Link DSL-3682 (42€)
- D-Link DSL-3782 (53€)
- AVM FRITZ!Box 7530 (125€)
- Asus DSL-AC68U (128€)
- Netgear Nighthawk X4S (227€)

Tutti i modem router che vi abbiamo indicato sono compatibili con le connessioni ADSL e FTTC (VDSL) offerte dagli operatori italiani; per utilizzarli è sufficiente rimuovere il vecchio modem, posizionare il nuovo e procedere con la configurazione guidata dal pannello delle impostazioni, in cui sarà possibile configurare i parametri d'accesso alla rete Internet in base all'operatore in uso.
Al termine di questo passaggio dovremo solo configurare le connessioni Wi-Fi, scegliendo una password sicura e un nome diverso per le due reti Wi-Fi generate (2,4 e 5 GHz).

Se siamo dei fortunati possessori di connessioni FTTH (ossia la fibra ottica fino a casa), vi rimandiamo alla lettura della nostra guida -> Cambiare modem con fibra anche se vincolato dall'operatore.
Se invece non sappiamo cosa significano le scritte FTTH, VDSL e FTTC, possiamo approfondire l'argomento leggendo la seguente guida -> Fibra VDSL, FTTC e FTTH: che differenze e qual è meglio?

3) Come ampliare la rete wireless: ripetitori Wi-Fi

Abbiamo dei dispositivi troppo lontani per poter essere raggiunti dal segnale del nostro modem o router Wi-Fi?
Invece di spendere tanti soldi possiamo rimediare velocemente acquistando dei ripetitori Wi-Fi, da piazzare a metà distanza tra il dispositivo o i dispositivi lontani e il modem da cui abbiamo accesso a Internet.
I migliori ripetitori wifi che possiamo comprare al momento sono:

- Netgear Ripetitore WiFi Wireless (24€)
- D-Link DAP-1330 (26€)
- TP-Link Ripetitore WiFi RE200 (28€)
- AVM FRITZ! WLAN Repeater (29€)
- Netgear WiFi Extender EX6120 (37€)

Utilizzare questi dispositivi è molto semplice: piazziamoli in una presa elettrica in cui è ancora disponibile il segnale Wi-Fi del modem (possibilmente almeno 3 tacche su 4), utilizziamo un computer portatile collegato via Ethernet al ripetitore e accediamo al pannello di configurazione; da questo panello dovremo scegliere la rete da ampliare tra quelle disponibili e fornire la password d'accesso ad essa.
Al termine della configurazione verrà generata una nuova rete Wi-Fi con un nome molto simile all'originale (si riconoscerà dalla presenza del suffisso EXT) e la stessa password d'accesso utilizzata per la rete wireless del modem.
Ora potremo connettere senza problemi anche i dispositivi più lontani nella casa o posizionati su diversi piani.
Per approfondire il discorso possiamo leggere la guida dedicata ai ripetitori che abbiamo linkato qui -> Come funziona il ripetitore wifi o "Range Extender" e quale comprare.

4) Come ampliare la rete wireless: Powerline Wi-Fi

Come alternativa ai semplici ripetitori possiamo utilizzare anche i Powerline Wi-Fi, che combinano la tecnologia Powerline con i ripetitori, così da poter portare il segnale Internet anche in punti della casa molto lontani (dove nemmeno il ripetitore riesce a coprire).
I migliori modelli di Powerline Wi-Fi sono disponibili qui in basso:

- Tenda Ph5 Powerline Wifi Extender (48€)
- TP-Link TL-WPA4220 (54€)
- TP-Link TL-WPA7510 (69€)
- Netgear PLW1000-100PES (74€)

Questi Powerline permettono di portare il segnale Internet tramite le prese elettriche di casa e, tramite il terminale d'uscita, anche fornire le funzionalità di ripetitore Wi-Fi.
Il vantaggio rispetto ai normali ripetitori o rispetto ai Powerline semplici è che possiamo coprire distanze maggiori (anche più piani di casa o case oltre i 150 mq) senza perdere troppa velocità: una parte del segnale passa tra i fili elettrici presenti in casa e, arrivato nella stanza "bersaglio", può fornire connettività wireless come fosse un semplice ripetitore.
Se non sappiamo come funziona Powerline, possiamo leggere la nostra guida dedicata presente qui -> Come funziona il Powerline, segreti e limiti.

5) Come ampliare la rete wireless: Wi-Fi Mesh

Una nuova tecnologia che sta prendendo piede in questi ultimi anni è il Wi-Fi Mesh, che combina una serie di piccoli router wireless interconnessi in grado di fornire sempre un'ottima copertura, anche per le case più grandi.
Essendo una nuova tecnologia essa è anche molto costosa (possono volerci anche 2 o 3 mini router Mesh per poter ottenere una rete Wi-Fi grande e potente) ma se non badiamo al prezzo è la migliore soluzione per espandere le capacità wireless di un semplice modem.
Attualmente le migliori soluzioni Wi-Fi Mesh sono:

- Tenda Nova MW3 (93€)
- TP-Link Deco P7 Hybrid Wifi Mesh (199€)
- D-Link COVR-C1203 Sistema Wi-Fi Mesh (201€)
- Google Wifi (279€)
- NETGEAR Orbi Wifi Mesh (300€)

Per utilizzarli è sufficiente connettere il mini router principale al modem di casa, quindi configurare l'accesso di tutti gli altri mini-router, piazzati alla giusta distanza.
Al termine della configurazione potremo connettere qualsiasi tipo di dispositivo wireless a uno dei mini-router, sicuri di avere sempre la massima velocità di connessione.
Per approfondire l'argomento su Wi-Fi Mesh, vi invitiamo a leggere la nostra guida -> Google Wifi Router: come funziona e dove comprarlo.

6) Altri consigli utili

Per concludere abbiamo raccolto in questo capitolo tutti i consigli utili per creare una rete Wi-Fi d'alta qualità in qualsiasi tipo d'abitazione, così da non avere mai rallentamenti o perdite di segnale:

- Connettiamo quanti più dispositivi possibili alla rete a 5 GHz (se è nel raggio d'azione)
- Utilizziamo i protocolli IEEE 802.11n (Wi-Fi 4) e IEEE 802.11ac (Wi-Fi 5) per ottenere le prestazioni migliori
- Cambiamo il canale di trasmissione per la rete a 2,4 GHz, scegliendo un canale libero da interferenze
- Orientiamo e spostiamo il modem o il router per essere il più possibile al centro della casa

Se abbiamo dei problemi di connessione o di configurazione per la rete Wi-Fi, possiamo leggere le soluzioni fornite nella guida presente qui in basso.

LEGGI ANCHE -> Soluzioni problemi di connessione wifi e router

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte
Info sulla Privacy
Un Commento
  • Unknown
    4/5/19

    BUON GIORNO , pensavo che in questo articolo venisse spiegato come creare una rete wifi in casa , ovvero scambiare file tra diversi dispositivi collegati alla stessa rete casalinga. Probabilmente per mia incapacita, ho trovato solo spiegazioni inerenti alla configurazione dei vari router o modem , ma nulla circa le configurazione da inserire nei vari pc per potersi vedere uno con l'altro.Sarebbe possibile avere un articolo a tale scopo ? La ringrazio per la sua disponibilita e professionalita , messa a disposizione della comunità.
    cordialmente la saluto
    fabri