Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Fibra VDSL, FTTC e FTTH: che differenze e qual è meglio?

Aggiornato il: 26/10/2017

cosa significa FTTH, FTTC e VDSL, le sigle della fibra ottica che indicano tecnologie differenti con prestazioni diverse

Logo fibra
Se segui un po' l'evoluzione tecnologica saprai già che per connettersi ad Internet alla massima velocità è necessario possedere una connessione a fibra ottica, l'unica in grado di rimpiazzare efficacemente l'ormai obsoleta linea ADSL.
Ma quando parli di fibra con un operatore (specie se devi cambiarlo), difficilmente ti saprà dire che tipo di tecnologia verrà adoperata per la tua casa.
Gli operatori (sbagliando) parlano di "fibra" anche quando fibra non è, o meglio si sfrutta solo una parte della connessione in fibra ottica.
Per poter essere preparati quindi ti presenterò in questa guida due le sigle più utilizzate per identificare la tecnologia in fibra "mista", ossia VDSL e FTTC.
Dopo aver letto questa guida saprai benissimo come muoverti e come non lasciarti più ingannare da offerte "fibra" che fibra non sono (o che lo sono fino ad un certo punto).

LEGGI ANCHE: Miglior Fibra Ottica: verifica copertura e offerte

Premessa: l'unica vera fibra è la FTTH

Se vuoi attivare una connessione in fibra ottica l'unica tecnologia coerente con questa definizione è la FTTH, ossia la fibra che arriva fin dentro casa tua in sostituzione della vecchia presa telefonica.
Se sei coperto dalla tecnologia FTTH il cavo a fibra ottica dovrà essere posato dentro casa tua ed arrivare con una presa e un cavo speciale (quindi è necessario l'intervento di un tecnico per sostituire la presa telefonica).
Una volta sistemata la presa basterà collegare il modem fibra offerto dall'operatore (non puoi utilizzare altri tipi di modem) per sfruttare il segnale ad alta velocità senza più utilizzare i fili di rame (i doppini utilizzati per il telefono e per l'ADSL).
Cavi fibra

Nelle grandi città è possibile trovare questo tipo di tecnologia con relativa facilità (gli operatori hanno investito molto in tal senso), mentre nei comuni più piccoli posare la fibra ottica per renderla disponibile in FTTH è spesso controproducente per gli affari, perché non ci sono abbastanza utenti in grado di garantire un ritorno degli investimenti.
Per compensare a questa possibilità (considerando che ci sono davvero tanti comuni di piccole e medie dimensioni in Italia) si è deciso di adoperare un altro tipo di tecnologia con il cavo in fibra ottica, che possiamo identificare come tecnologia "mista".

FTTC: la fibra ottica arriva fino all'armadio

Per poter offrire contratti a velocità più elevate dell'ADSL nei comuni di medie e piccole dimensioni si è deciso di puntare sulla tecnologia FTTC, ossia di portare la fibra ottica fino all'armadio di distribuzione presente in una strada o in un quartiere, per poi servire i singoli utenti tramite il cavo di rame già presente (non è necessario cambiare presa telefonica, quella del telefono e dell'ADSL va già bene per la FTTC).

Questa tecnologia mista non può definirsi propriamente fibra ottica, ma è un buon compromesso per poter superare le velocità offerte dall'ADSL con il minimo disturbo da parte dell'utente (che di fatto dovrà solo cambiare modem!).
Sfruttando la tecnologia FTTC potrai navigare a velocità vicine ai 100 o 200 Megabit al secondo (in download), un deciso passo in avanti rispetto ai 7-8 Mega che molti operatori offrono ancora in ADSL.

Puoi riconoscere se è presente questo tipo di tecnologia guardando attentamente gli armadi presenti vicino casa tua o in prossimità del tuo palazzo: da qualche anno hanno modificato gli armadi per renderli identici a quelli presenti qui in basso, con la parte superiore spesso etichettata come "Fibra ottica TIM".
armadio fibra

Se vedi questo tipo di armadio sotto casa tua o nei pressi del tuo quartiere, molto probabilmente potrai beneficiare della tecnologia FTTC.

VDSL: cosa significa?

Con VDSL identifichi il tipo di connessione con cui sfrutti sia il rame sia la fibra ottica per collegarti ad Internet.
Di fatto è sinonimo di FTTC, visto che identificano lo stesso tipo di tecnologia.
Mentre gli operatori preferiscono parlare di fibra o di FTTC, nei modem vedrai comparire la scritta VDSL2 quando utilizzi la tecnologia FTTC (si utilizza solo VDSL2 in Italia, quindi quando si parla di VDSL si sta parlando sempre di VDSL2)
VDSL2 dispone di diversi profili sfruttabili; in base al profilo che possiedi potrai beneficiare di una diversa velocità di connessione:

- 8b: fino a 50 Megabit al secondo in download

- 17a: fino a 100 Megabit al secondo in download

- 30a: fino a 200 Megabit al secondo in download (non usato in Italia)

- 35b: fino a 300 Megabit al secondo in download

Mantenendo quindi la tua presa di casa e sfruttando la VDSL2 potrai connetterti a velocità un tempo raggiungibili solo con la fibra FTTH!

Meglio fibra ottica o VDSL?

Se hai la possibilità di scegliere è ovviamente preferibile puntare sulla fibra ottica (FTTH) perché otterrai minori distrurbi ed interferenze, viaggerai a velocità stabili e potrai beneficiare dei futuri aggiornamenti di linea senza dover cambiare di nuovo tutto.

Se nella tua zona è disponibile solo la VDSL (FTTC), ti consiglio di approfittarne e attivarla il prima possibile: il salto di velocità nella maggior parte dei casi giustifica qualsiasi costo aggiuntivo (le VDSL costano anche 10€ in più al mese
rispetto alle ADSL).

Come scoprire se sono coperto da fibra ottica o VDSL?

Prima di muoverti a stipulare un nuovo contratto con un operatore per avere la fibra ottica o la VDSL, controlla sul sito di Fibermap se il tuo indirizzo è coperto dai servizi in fibra.
Il sito è raggiungibile qui -> Fibermap
Sito Fibermap

Ti basterà selezionare la regione, la provincia, la città e infine l'indirizzo di casa per effettuare un controllo sulla tua linea.
Se sei raggiunto dalla fibra FTTH vedrai la relativa voce come attiva.
FTTH

Se invece sei coperto da FTTC dovrai controllare la voce VDSL per essere raggiunto dalla fibra ottica mista.
FTTC

Cliccando sul tasto Dettaglio accanto relativa voce che puoi attivare otterrai preziose informazioni sulla distanza dall'armadio, sul codice dell'armadio, sul termine dei lavori (se non ancora terminati) e sulla velocità media che potrai ottenere una volta collegato in FTTH o FTTC.

Posta un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte Info sulla Privacy

9 Commenti
  • Claudio Pomes
    26/10/17

    Grazie per le informazioni, su VDSL ho chiarito che si tratta sempre di VDSL2;

    Sui profili vdsl, ho aggiunto l'8b

    Sulla copertura, trovami di meglio perchè io non lo so.

    Sui Costi, a volte costano uguali vdsl e adsl, a volte la fibra costa di più.

  • Emanuele
    2/11/17

    Si si, lei per fortuna sta in ETH, ha fatto il passaggio alla 10M da poco e quindi sono stati sicuramente obbligati a metterla sul dslam nuovo.

    In ATM ho sempre avuto velocità simili anche anni fa quando ancora non era saturo, addirittura ho visto spesso banda anche inferiore, sul modem ultimamente mi segnalava quasi 5M di portante, reale è poi il 60%.

    Penso al problema cavi degradati perchè anche miei amici che abitano a poche centinaia di metri dalla centrale, in periodi di ATM non saturo, agganciavano portanti scadenti.

  • Emanu
    3/11/17

    Ah, se prendi solo 5 mega di portante allora probabilmente il problema sono i cavi degradati o le chiostrine ossidate. È troppo bassa quella portante in rapporto all'attenuazione.

    Hai gia un profilo 6db? Se no, potresti provare a richiederlo per aumentare un po la portante.
    Nelle condizioni attuali, anche se ti passassero su ETH non guadagneresti molto

  • Logan
    7/12/17

    Guardate da ex tecnico vi posso dire che i problemi principali di queste situazioni che si ripetono ormai da anni per la maggior parte dei comuni medi e piccoli sono fondamentalmente queste:

    - dslam 1vc4 da centrale, usati perchè più economici e con poche piastre utenze installate per risparmiare, morale al passaggio da atm ad eth si saturano alla velocità della luce e non si risolve nulla se non con un ampliamento quando e se previsto, in questo caso nuove attivazioni non vanno a buon fine.

    - linee vecchie anche di prima generazione, molto spesso succede che ci siano attivazioni 10/20 mega andate a buon fine nei pressi della centrale, ma nelle restanti zone non si possa fare per motivi tecnici.

    - tutto ciò incasinato ancora di più dal fatto che i vari reparti non comunicano tra loro e a loro volta non comunicano con le società terze per le manutenzioni e i guasti che a loro volta internamente hanno scarsa comunicazione tra operatori e tecnici.

    I vari siti degli operatori e non, possono essere utili per alcuni dati come ad esempio gli armadi, le distanze, ma per il resto non forniscono nessun dato certo e la maggior parte delle volte sbagliano perchè come logico non tengono conto di una marea di variabili a differenza dei software usati dagli operatori, dai tecnici e nei negozi che sono completi e aggiornati in tempo reale, raramente presentano errori, più probabile che si presenti la situazione "muro di gomma" dove si inventano qualche problema che nella realtà non esiste perchè non possono/vogliono dare dettagli tecnici all'utente.

    Di risposte se ne ottengono poche a meno che uno conosca personalmente qualche operatore o qualche tecnico, si può provare, senza la certezza di riuscita, a mandare raccomandate e/o a segnalare la situazione all'AGCOM, ma ripeto non so se ne vale la pena, l'unica è sperare che ci sia qualche ampliamento degli impianti oppure attendere la fibra di OF e quindi di conseguenza poi la vasta scelta di operatori e di offerte che verranno in futuro.

  • Dafne
    21/12/17

    Chiedo a voi che siete decisamente più esperti... ho accettato l'offerta Tim Smart Fibra + e mi è stato installato tutto, ma ho la necessità di cambiare il modem del gestore con un altro perchè quello fornito dalla Tim è gigante e mi occupa una gran parte della scrivania... il mio problema è che, guardando fra le varie offerte di Amazon, non riesco a capire se un modem segnalato come VDSL e non VDSL2 va bene comunque oppure no... mi spiego meglio: questo modem https://www.amazon.it/gp/product/B01H4UCLMS/ref=ox_sc_act_title_1?smid=A11IL2PNWYJU7H&psc=1 , ad esempio, è una buona scelta per il mio caso?
    Grazie in anticipo a chiunque potrà aiutarmi

  • Claudio Pomes
    22/12/17

    i modem router compatibili con la VDSL2 (sono compatibili anche con l' ADSL/ADSL2+) vdsl in Italia non esiste

  • Dafne
    24/12/17

    Scusami ma non ho capito... significa che non posso cambiare questo modem orrendo? Non mi funziona nemmeno più il wi-fi che continua a saltare...

  • Emanu
    24/12/17

    Lo puoi cambiare, ma a meno che non ne prendi uno con voip perderai la fonia.
    Nei modem che vendono su amazon a volte è indicato solo vdsl, ma al 99% sono vdsl2. Semplicemente hanno il viziaccio di abbreviare

  • sabrina spagnoli
    6/1/19

    La Tim mi ha proposto di passare a fibra (httc). Il mio modem attuale è un Tp-link td-w8970; chiedo: è compatibile con fibra httc ? Perderò la fonia? Grazie