Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Aumentare la ricezione del segnale wifi

Ultimo aggiornamento:
Tutto quello che si può fare per aumentare la ricezione del segnale, ottimizzando il router o comprando un ripetitore o extender
migliorare wifi Negli appartamenti di oggi è importante che il segnale Wi-Fi raggiunga ogni angolo della casa, non solo per tenere collegato lo smartphone anche se viene spostato da una parte all'altra, ma soprattutto per tenere connessi diversi dispositivi di rete come la TV, la telecamera IP o altri dispositivi "smart".
A seconda della disposizione di un ambiente, di come è costruito l'edificio e dell'arredamento, il segnale può essere più o meno debole o assente se il router è distante oppure se ci sono delle interferenze.
Mentre fino a qualche tempo fa era più complicato aumentare la ricezione segnale wifi, oggi basta davvero poco rendere uniforme la copertura di rete wifi all'interno di un appartamento, un ufficio o qualsiasi ambiente, ottimizzando le impostazioni del router oppure anche comprando un dispositivo ripetitore "extender" da 20 Euro auto-installante e molto semplice da usare.

Volendo fare una sintesi dritta all'obiettivo su quello che si può fare per aumentare la ricezione del wifi, dividiamo la guida in 6 punti base.

LEGGI ANCHE: 10 modi per amplificare il Wi-fi di casa

1) Posizione del router
Se il router è troppo distante da una posizione in cui abbiamo bisogno di collegarci a internet tramite il wifi, la prima opzione è quella di spostarlo in una posizione più centrale e avvicinarlo.
Riguardo la posizione del router è importante che questo abbia spazio intorno, che non sia chiuso in un mobile o tra due muri (che non sia in un angolo), che non sia poggiato per terra (più alto sta, meglio è) e che non sia vicino a fonti di interferenze come il cordless o un forno a microonde.
Se il router ha antenne esterne, è possibile orientarle verso le direzioni in cui si vuole avere più diffusione del segnale.

2) Configurare il router sul canale wireless meno utilizzato
Una rete wifi lavora su dei canali di frequenza che sono scelti automaticamente dal router.
Si può comunque cambiare il canale manualmente, se questo puà aiutare a limitare le interferenze.
Abbiamo spiegato come cambiare il canale del Wifi in un altro articolo, usando programmi come WifiInfoView, gratuito, che può dirci su quale canale vanno tute le reti wifi intorno a noi.
Il principio è che se ci sono troppe reti sullo stesso canale (le wifi dei vicini), allora le interferenze sono superiori.
Per cambiare canale, si deve trovare la relativa opzione nel pannello di configurazione del router (vedi come accedere alle impostazioni del router).
Cambiare il canale wifi è un'opzione importante soltanto per le reti wifi 2,4 GhZ, non per le reti 5 GhZ.
In un altro articolo, la guida per evitare interferenze wifi

3) Usare reti 5 GhZ
Su tutti i nuovi router in commercio è possibile attivare due reti wifi, una a 2,4 GhZ, una a 5 GhZ.
Detto in sintesi, le differenze tra reti Wi-Fi 2,4 GHz e 5 GHz sono che la banda 5 GhZ è sempre meno congestionata, non ha mai interferenze ed è più veloce, mentre quella a 2,4 GhZ prende meglio sulla distanza e penetra meglio ostacoli come vetri e muri.
Idealmente sarebbe da privilegiare quella da 5, anche se conviene tenere attiva anche quella da 2,4 per poter avere più copertura.
L'attivazione della rete 5GhZ si fa dalle impostazioni del router.

4) Comprare un ripetitore Wifi
I ripetitori wifi sono la soluzione più semplice che c'è per migliorare la ricezione del segnale in un ambiente anche vasto come una villa o per avere un segnale pieno in ogni punto della casa anche se il router viene posizionato in posizione periferica.
Il ripetitore wifi altro non è che un dispositivo da collegare alla rete elettrica in un punto distante dal router, ma dove il segnale prende bene.
La configurazione è quasi automatica e richiede soltanto di usare il pannello di configurazione per accedere alla rete wifi del router principale (seguendo le istruzioni nella confezione).
Si può comprare un ripetitore di ottimo livello spendendo appena 20 Euro su Amazon, con i modelli base dei ripetitori Netgear da 20 Euro o il modello equivalente di TPLink RE 200 da 25 Euro.
Se si vuol spendere di più, si può comprare un ripetitore dual band per estendere una rete di banda 5 GhZ, si può comprare un modello più evoluto, come il Netgear da 35 Euro oppure il TPLink Extender dual band.
Se si vuol spendere di più e nel caso di speciali esigenze, ci sono modelli più costosi, dai 60 fino anche a più di 100 Euro, di ripetitori wifi con una potenza maggiore e, quindi, con una maggiore estensione del segnale wireless.

5) Comprare un Powerline
Un altro tipo di extender wifi è il powerplug che funziona portando la rete da una stanza ad un'altra attraverso la rete elettrica.
In pratica, si compra una coppia di dispositivi, uno che si collega al router con un cavo di rete (o in wifi), l'altro invece porta il segnale di rete in un'altra stanza.
In un altro articolo la guida per configurare internet da rete elettrica con i Powerline

6) Comprare un nuovo router
Chi ha un router vecchio o uno di quelli ricevuti in comodato d'uso oppure se si era comprato un router economico, si può migliorare la ricezione del segnale in un ambiente comprando un router nuovo.
In un altro articolo ci sono i consigli dei router wifi migliori da comprare.

LEGGI ANCHE: Grande Guida sulle reti LAN di computer, internet e wifi

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)