Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Se il DNS non risponde, come risolvere

Pubblicato il: 6 luglio 2015 Aggiornato il:
Verificare e provare la risolvere i problemi di conessione internet quando il server DNS non risponde
risolvere problema dns A volte può capitare, quando si apre il browser web per collegarsi a un sito internet, ricevere un messaggio di errore che dice: "Il DNS non risponde".
Questo significa che il computer non riesce a contattare l'indirizzo del server DNS, uno dei parametri principali di configurazione della rete.
Il significato di DNS, come spiegato già in diverse occasioni è, in estrema sintesi, il seguente: un sito internet come www.navigaweb.net risiede su un server web, ossia un computer che può essere in qualsiasi parte del mondo.
Questo computer però non è riconosciuto in rete con l'indirizzo del sito, ma con un indirizzo IP come 12.23.34.45 .
In teoria, per collegarmi a questo sito dal mio computer, dovrei digitare il suo indirizzo IP che è però difficile da ricordare.
Per cui esiste il server DNS, un altro computer che contiene la tabella di associazioni tra indirizzi IP e nomi .
Quando si scrive su Chrome www.google.it, il computer chiede prima al server DNS quale indirizzo IP corrisponde a www.google.it, per poi caricarlo.
Se questi server DNS non rispondono perchè non online o per problemi di rete, allora il browser non sa a quale indirizzo IP collegarsi per caricare il sito richiesto.

La maggior parte delle volte, quando compare l'errore sul DNS, c'è un problema di connessione internet sulla rete del gestore e non si può fare altro che chiamare il servizio di call center per chiedere di risolverlo.
Nel frattempo però possiamo vedere se il problema con il DNS è risolvibile da casa, facendo qualche verifica e cambiando qualche configurazione.

1) Verifica della connessione
Prima di tutto, collegarsi alla rete con un altro computer o anche con lo smartphone per vedere se internet funziona.
In caso affermativo, il problema è sul computer dove il server DNS è mal configurato (passare subito al punto 2 di questa guida).

1.1) Se invece si dovesse avere ancora un problema di server DNS che non risponde, allora il problema potrebbe essere sul router (anche se quasi certamente è sulla linea telefonica e non possiamo fare nulla).
Si può quindi provare subito quello che ci direbbe di fare il primo operatore del call center: spegnere sia il modem che il router, scollegare il cavo di alimentazione del modem e il cavo di alimentazione del router, lasciarli spenti per almeno 30 secondi in modo che tutta la carica residua venga rilasciata e la memoria venga cancellata.
Ricollegare le spine e riaccendere solo il modem (sempre che router e modem non coincidono).
Dopo che è acceso completamente, ricollegare il cavo di alimentazione al router e accenderlo.
Se il problema persiste, vediamo se c'è qualcosa che non va con il computer.

2) Risoluzione dei problemi del computer
Per prima cosa, provare con un browser diverso e vedere se il sito carica o no.
Per esempio, si usava Chrome, provare con Internet Explorer o Firefox.
Nel caso funzionassero, può darsi ci sia un proxy impostato che impedisce la connessione o qualche estensione che la sta dirottando.
Rimando quindi alla guida per proteggere il browser da malware "Hijacker" che reindirizzano la connessione ed a quella per resettare i browser Chrome, Firefox e Internet Explorer.
Se i problemi persistono, il problema non è del browser, ma con qualche altra impostazione del computer.

2.1) Provare quindi a disattivare tutte le connessioni in più.
Per aprire la finestra delle Connessioni di rete, cliccare sul menu Start o premere il tasto Windows per cercare o eseguire il comando ncpa.cpl .
Lasciare la connessione attiva e, su tutte le altre presenti, cliccarci sopra col tasto destro e usare l'opzione disabilita.
Il problema sul server DNS può essere causato dalla rete "Microsoft Virtual WiFi Miniport Adapter".

2.2) Un'altra operazione automatica da fare è quella di svuotare la cache DNS.
Per fare questo, aprire il prompt dei comandi premendo i tasti Windows-R ed eseguendo il comando cmd oppure, su Windows 8, cliccare col tasto destro del mouse sull'angolo in basso a sinistra e aprire il prompt come amministratore.
Digitare quindi il comando ipconfig /flushdns , attendere che finisce e poi riavviare il computer.
Se il problema persiste, passare alla fase successiva.

2.3) Cambiare server DNS
Il server DNS, se non è stato toccato nulla, viene assegnato automaticamente dal gestore di rete ossia da Telecom, Fastweb ecc.
È possibile però inserire manualmente un server DNS alternativo e vedere se quello funziona.
Abbiamo già visto come cambiare DNS su PC, Mac e sul router in modo veloce: aprire la finestra delle connessioni di rete cercando o eseguendo ncpa.cpl, cliccare col tasto destro sulla connessione attiva, andare sulle Proprietà, sulla scheda Rete scorrere verso il basso fino a trovare il "Protocollo Internet versione 4 (TCP / IPv4)", selezionarlo e cliccare sul tasto Proprietà.
Cliccare sull'opzione "Utilizza i seguenti indirizzi server DNS" e inserire i numeri dei server DNS Google o quelli di Open DNS:
- 208.67.222.222 nel campo "Server DNS preferito"
- 208.67.220.220 nel campo "Server DNS alternativo".

2.4) Provare a ripristinare la rete seguendo la relativa guida.

2.5) Provare a collegarsi a internet in modalità provvisoria.
Riavviare il computer in modalità provvisoria per caricare solo i file essenziali per Windows e controllare che non ci sia un programma o servizio che impedisce la connessione ai siti web.

3) Risoluzione dei problemi del router
Se i problemi persistono e il DNS ancora non risponde, sempre ricordando che quasi sicuramente c'è un problema di linea generale, si può controllare che sul router è tutto apposto.
Se modem e router sono apparati separati, provare a collegare il computer direttamente al modem con un cavo ethernet e vedere se funziona.
Se non funziona, siamo quasi sicuri che la colpa è del nostro fornitore di rete.
In questo caso l'ultima prova da fare rimane quella di collegare il modem a una diversa presa telefonica di casa.

3.1) Se il problema è sul router invece vale la pena modificare i server DNS sulle impostazioni del router, usando quelli citati nel punto 2.3 .
Entrare nelle impostazioni del router e cercare la sezione dove impostare manualmente i server DNS (i menu cambiano a seconda del modello ma la sezione Internet c'è sempre).
Applicare le modifiche e vedere se funziona.

3.2) Resettare il router è l'ultima spiaggia, una buona opzione da provare prima di arrendersi.
Per reimpostare il router si può premere, con la punta di una penna, il pulsante piccolissimo che sta sul retro.
Tenere presente che qualsiasi password di amministratore ed eventuali reti wifi saranno azzerate.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)