Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Migliori assistenti vocali per Android e iPhone (alternative a Google e Siri)

Aggiornato il:

Oltre a Google Assistant e Siri, possiamo utilizzare altri assistenti vocali sui nostri smartphone, vediamo i migliori

assistenti vocali Se c'è una tecnologia che ha fatto passi da gigante sugli smartphone in questi ultimi anni è sicuramente il motore di sintesi vocale, che ha permesso di offrire a tutti gli utenti degli assistenti vocali con voce naturale e (sempre più) precisa, così da poter rispondere velocemente alle nostre richieste e alle nostre domande senza dover ogni volta utilizzare la tastiera su schermo.
Il successo è così evidente che sono nati degli speaker pensati unicamente per farci dialogare con gli assistenti vocali, così da poterne usufruire in qualsiasi momento della giornata.
I migliori assistenti per smartphone sono senza ombra di dubbio Google Assistant (su Android e iOS) e Siri (assistente vocale esclusivo per iOS), ma sono presenti una grande varietà di assistenti vocali che possiamo installare sul nostro smartphone preferito, ognuno con pregi e difetti.
Scopriamo da vicino i migliori assistenti vocali per Android e iOS che possiamo utilizzare come alternative all'assistente di Google e a Siri, così da poter scegliere in autonomia il migliore.

LEGGI ANCHE -> Come avviare automaticamente le chiamate in vivavoce (in auto)

Tutti gli assistenti vocali presentano varie caratteristiche che li rendono diversi l'uno dall'altro (anche la precisione nel riconoscere la nostra voce è importante), ma l'unico requisito che è richiesto sicuramente da tutti gli assistenti è la presenza di una connessione a Internet costante (Wi-Fi o LTE), per poter correttamente interpretare i nostri comandi e accedere alle funzionalità, anche se queste riguardano funzioni del dispositivo.
Attualmente sconsigliamo di utilizzare gli assistenti vocali se non abbiamo sufficiente copertura di rete cellulare (meno di 3 tacche) oppure siamo connessi tramite 2G e (in alcuni frangenti) 3G: queste reti potrebbero essere troppo lente per poter garantire una risposta veloce da parte dell'assistente vocale, portandolo spesso a bloccarsi del tutto o a mostrare un messaggio d'errore.

1) Amazon Alexa


L'assistente vocale più promettente e valida alternativa a quelli più famosi è sicuramente Amazon Alexa, disponibile come app da qui -> Amazon Alexa (Android) e Amazon Alexa (iOS).
Alexa

Con questo assistente vocale potremo ottenere, utilizzando solo la nostra voce, informazioni preziose sul meteo, effettuare una ricerca sul Web su qualsiasi cosa ci passi per la mente, creare delle liste di cose da fare e dei promemoria con tanto di sveglia e, cosa molto importante, possiamo controllare i dispositivi di domotica compatibili con l'assistente vocale (prese, luci, altoparlanti, termostati compatibili etc.).
Con Alexa possiamo impostare anche delle Skills, così da personalizzare l'azione o l'apertura di una specifica app ogni volta che utilizziamo un comando vocale (per esempio possiamo aprire Spotify per ascoltare una precisa canzone o un genere in particolare).
Quest'app è fondamentale per poter configurare al meglio l'Amazon Echo, la cassa intelligente che risponde automaticamente a qualsiasi domanda o comando senza dover ogni volta utilizzare l'app.
Attualmente è il miglior assistente vocale insieme a Google Assistant, anche grazie al supporto per un elevato numero di dispositivi pensati per la domotica.

LEGGI ANCHE -> Usare l'App Alexa su Android e iPhone come assistente virtuale>

2) Microsoft Cortana


Un altro buon assistente vocale che possiamo provare sui nostri smartphone è Microsoft Cortana, disponibile come app da qui -> Microsoft Cortana (Android) e Microsoft Cortana (iOS).
Cortana

L'assistente Cortana è lo stesso visto già su Windows 10 e permette di effettuare rapidamente dell ricerche sul Web, riprodurre la propria musica e i podcast presenti sul telefono, fornire varie informazioni sul meteo e sul traffico, creare delle liste e dei promemoria e aprire anche i documenti salvati su OneDrive.
Ovviamente manca ancora una qualsiasi forma d'integrazione con i dispositivi di domotica (su questo i rivali sono molto avanti), ma se la domotica non ci interessa, Cortana è decisamente un buon assistente vocale.

LEGGI ANCHE -> Cose da dire a Cortana in Windows 10 e modi di usare l'assistente vocale

3) Samsung Bixby


Se abbiamo acquistato un nuovo smartphone Samsung, potremo beneficiare dell'assistente vocale Bixby, che ha preso il posto del vecchio (e impreciso) S Voice.
Bixby

Questo assistente vocale è richiamabile su ogni smartphone Samsung recente (dal 2017 in poi) premendo per due volte il pulsante Bixby (posizionato lateralmente a sinistra), oppure facciamo uno slide da sinistra verso destra per aprire la schermata di configurazione.
Per poterlo utilizzare ci servirà un account Samsung registrato e una connessione a Internet attiva (come tutti gli altri assistenti per giunta).
Una volta attivo potremo utilizzare la nostra voce per fare ricerche su Internet, attivare le app presenti sul telefono, inviare messaggi SMS e sulle chat e programmare una sveglia o un promemoria per eventi futuri.
Un'assistente vocale in crescita costante, da monitorare per il futuro (attualmente sembra troppo acerbo, ma potrebbe crescere vistosamente visto il supporto da parte di Samsung).

4) Conclusioni


Quelli che vi abbiamo segnalato in questa pagina sono gli assistenti vocali che funzionano con la lingua italiana (possiamo utilizzare dei comandi vocali in italiano) e che possono presentarsi come valide alternative agli assistenti integrati e più famosi che tutti tendiamo ad utilizzare.
Amazon Alexa è davvero molto avanzato, offre moltissime funzioni e integrazioni, può essere utilizzato per configurare gli Amazon Echo ma può funzionare anche in autonomia all'interno dell'app, così da poterlo utilizzare al posto di Google Assistant anche quando siamo fuori casa.
Gli altri assistenti presi in esame (Cortana e Bixby) sono dei buoni assistenti per i comandi più semplici, ma mancano di integrazioni con la domotica quindi possiamo considerarli "inferiori" in questo momento, anche se i futuri sviluppi delle app potrebbero portare novità molto interessanti.
Se vogliamo approfondire il discorso sui comandi vocali utilizzabili dal telefono, vi rimando alla lettura dei nostri articoli d'approfondimento.

- Comandi vocali Android per telefonare, leggere SMS e notifiche a voce
- Dettare a voce su Android e iPhone

Posta un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte Info sulla Privacy