Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

ADSL e fibra ottica in Italia: stai pagando per la velocità promessa?

Aggiornato il:

Come sapere se si sta ricevendo alla velocità internet promessa dalla compagnia fornitore della connessione e la rete

Velocità Internet Quando sottoscriviamo un nuovo abbonamento a Internet, ci aspettiamo sempre di ottenere la massima velocità promessa al momento della sottoscrizione del contratto.
Purtroppo, in Italia, le connessioni internet sono ben lontano dall'essere veloci, specie se utilizziamo tecnologie vecchie come l'ADSL.
In questa guida vi mostreremo come capire se stiamo pagando la velocità promessa oppure possiamo ottenere molto di più, magari sottoscrivendo un abbonamento diverso in FTTC o meglio ancora in FTTH.
In questo modo potremo pagare il giusto per poter navigare alla massima velocità possibile per la casa o per la città in cui abitiamo, senza dover rinunciare a nulla.
Vi mostreremo come misurare la velocità della nostra attuale connessione a Internet, come verificare se sono disponibili connessioni in fibra ottica e come sottoscrivere un contratto alla velocità teorica disponibile presso la nostra abitazione.

LEGGI ANCHE: Offerte internet casa migliori, ADSL o Fibra, più convenienti e affidabili

Verifica della velocità in ADSL


Prima di capire se stiamo pagando troppo, dobbiamo verificare la velocità della nostra connessione Internet in casa, effettuando uno speedtest avanzato sulla nostra linea. Per farlo procuriamoci un computer portatile con porta Ethernet, disattiviamo il Wi-Fi del modem o del router che usiamo per navigare, sconnettiamo ogni altro cavo Ethernet e, collegato il notebook al modem via cavo, apriamo il browser Web per navigare sulla pagina offerta da Speedtest.net.
Speedtest

Per avviare il test premiamo sul tasto Go al centro e attendiamo pazientemente la fine delle misurazioni.
Se possediamo una connessione ADSL, i valori da tenere sotto controllo per il valore Download (ossia i pacchetti che scarichiamo in ogni momento) sono i seguenti:

  • Sotto i 4 Megabit al secondo: attualmente sono troppo pochi per poter sfruttare tutti i servizi Web moderni, possiamo solo navigare sporadicamente su Internet e leggere la posta elettronica. Da evitare assolutamente!
  • Tra 5 e 10 Megabit al secondo: questa è la velocità media delle ADSL in Italia; possiamo utilizzare quasi tutti i servizi di Internet, ma potremo incontrare delle difficoltà con lo streaming video, con alcuni giochi online e nell'utilizzo di più dispositivi contemporaneamente.
  • Oltre i 10 Megabit al secondo: questo è lo scenario teorico ideale con l'ADSL, anche se sempre più raro da ottenere. Possiamo utilizzare praticamente qualsiasi servizi Web su Internet e ottenere sufficiente banda anche per giocare e per vedere film in streaming, senza però esagerare con i dispositivi connessi.


Se rientriamo nei primi due casi, forse è arrivato il momento di guardarsi intorno e verificare se è possibile ottenere una tecnologia di connessione superiore (FTTC o FTTH). Se invece rientriamo nell'ultimo caso (quindi siamo abbastanza fortunati), possiamo anche lasciare tutto com'è e aspettare che i 10 Mega non siano più sufficienti per poter navigare su Internet da tutti i dispositivi.

In tutti i casi non dovremmo pagare più di 35€ al mese (contratto casalingo), per ottenere una ADSL a queste velocità: se il prezzo è superiore e viaggiamo a meno di 10 Mega, è un obbligo morale cercare di rimediare parlando con l'operatore o passando ad una nuova tecnologia. Per approfondire l'argomento sulle nuove tecnologie, vi invitiamo a leggere la nostra guida Fibra VDSL, FTTC e FTTH: che differenze e qual è meglio?

Verifica della velocità in FTTC o FTTH


Se siamo già in FTTC o FTTH, in questo caso i parametri sono profondamente diversi rispetto all'ADSL, visto che entrambe le tecnologie impiegano la fibra ottica (in parte o su tutta la linea) per trasportare il segnale in maniera molto più veloce rispetto al semplice cavo di rame dell'ADSL.
Ripetiamo quindi il test visto già con l'ADSL e atteniamoci stavolta sui seguenti valori di download:

FTTC

  • Meno di 30 Megabit al secondo: questa velocità così bassa indica un problema alla linea o qualche limitazione a livello software da parte dell'operatore (magari per contratto), visto che difficilmente si raggiungono performance così scarse su una linea così efficiente.
  • Tra 30 e 80 Megabit al secondo: questa è invece la velocità media delle connessioni in FTTC, ottime per fare qualsiasi cosa anche su più dispositivi contemporaneamente.
  • Oltre gli 80 Megabit al secondo: abbiamo una linea molto nuova o un cabinato molto vicino, al punto da non esserci nessuna perdita nel segnale (che di solito offre un massimo di 100 Megabit al secondo). Possiamo ritenerci molto fortunati!

Per una FTTC non dovremo pagare mai più di 50€ al mese, anche se ormai molti operatori includono offerte tutto incluso a prezzi vicini a questa soglia. Se il prezzo si avvicina o supera i 50€ al mese e otteniamo un valore inferiore ai 30 Mega al secondo, stiamo pagando troppo in relazione alla velocità, quindi siamo autorizzati a cercare una soluzione con l'operatore (eventuali opzioni Ultrafibra o Super Fibra che sbloccano tutta la velocità per esempio) o a cambiare operatore con uno più affidabile.

FTTH

Per la tecnologia più avanzata, avremo valori molto elevati in download e in upload, in praticamente qualsiasi scenario:

  • Meno di 100 Megabit al secondo: quasi sicuramente c'è una limitazione a livello di operatore (un'opzione da attivare a parte per esempio). Meglio contattare subito l'operatore per chiedere delucidazioni.
  • Oltre i 100 Megabit al secondo: con questa velocità possiamo fare davvero qualsiasi cosa da 3-4 dispositivi alla volta, anche godere dello streaming in 4K HDR senza rallentamenti! Un sogno per qualsiasi possessore di computer.
  • 1000 Megabit al secondo (o giù di lì): le nuove connessioni in fibra permettono di offrire, in alcuni grandi comuni d'Italia, velocità davvero molto elevate (1Gbps), difficilmente sfruttabili in ambito casalingo nella loro interezza (potrebbe anche essere difficile trovare un server che faccia scaricare solo a noi 1000 Megabit al secondo!).

I prezzi sono in linea con le FTTC, ossia non devono superare i 50€ al mese: purtroppo questa tecnologia spesso include costi aggiuntivi (installazione a muro, modem dedicato) che fanno sempre lievitare il prezzo, ma sono sicuro che nessuno si lamenterà se paga 60€ al mese per una 1000 Mega!

Come verificare la tecnologia disponibile


Dopo questa carrellata di prezzi e di velocità, è arrivato il momento di mostrarvi come controllare il tipo di tecnologia disponibile prezzo il nostro indirizzo di casa, così da poter ottenere sempre il meglio in relazione a dove abitiamo.
Colleghiamoci al sito Fibermap e scegliamo, all'interno della pagina, la nostra regione, provincia, comune e infine inseriamo la nostra via (completa di numero civico); nella schermata di riepilogo otterremo informazioni su tutte le tecnologie attivabili.
Fibermap

Vdsl indica la FTTC, mentre la voce FTTH indica la fibra diretta fino in casa (ignoriamo la voce Fibra ILC).
In base alla risposta possiamo sapere con buona precisione che tipo di tecnologia possiamo attivare presso la nostra abitazione, scoprendo anche la velocità media stimata e la distanza dal cabinato (facendo clic sul pulsante Dettaglio, presente accanto ad ogni tecnologia abilitata).
Se non abbiamo tecnologie in fibra ottica, osserviamo attentamente informazioni relative alla sezione ADSL, in particolare le voci Adsl ATM e Adsl ETH: se è presente la voce SATURO, avremo una velocità molto bassa.
Oltre a questo sito, possiamo utilizzare anche i controlli di copertura offerti dai vari operatori; qui in basso abbiamo raccolto tutti i siti in cui effettuare la verifica con i principali operatori italiani.

Velocità media in Italia


La velocità della nostra linea ADSL o fibra ottica è in linea con la media italiana? Per sapere questo risultato basterà visitare la pagina dedicata del sito Speedtest.net.
Velocità media

Quello che è importante guardare quindi è il grafico in cui si può vedere se un provider internet ha migliorato o peggiorato la velocità della propria rete. Anche ammettendo che questo sistema di rilevazione non sia preciso, rappresenta comunque un ottimo servizio per orientarsi e scoprire provider bravi e cattivi.
In un altro articolo abbiamo poi visto come confrontare velocità ADSL dei provider internet in Italia

Se Internet è lento, possiamo sempre adottare alcuni trucchi per migliorare la velocità di internet come spiegato nei seguenti articoli:

- Migliorare velocità di internet in Windows 10
- velocizzare la connessione internet con 5 trucchi Windows
- Ottimizzare il wireless senza rallentamenti di rete Wifi e navigare veloce.
- Cosa fare se la connessione internet è lenta

Posta un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte Info sulla Privacy