Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Come scegliere il nuovo Notebook nel 2017

Ultimo aggiornamento:
Quali sono i migliori portatili da comprare nel 2017, quali caratteristiche deve avere, fasce di prezzo e dimensioni
migliori notebook 2017 Qualche anno fa c'era chi ipotizzava la fine dei computer portatili, ingombranti, meno flessibili rispetto ai tablet e destinati ad essere soppiantati dai computer ibridi, ossia i tablet con la tastiera.
Anche nel 2017 invece, i computer portatili rimangono importanti e insostituibili per lavorare, con una tastiera che permette di scrivere in modo veloce e, sopratutto, con una gestione ottimale del multitasking, per fare più attività insieme, dalla scrittura, all'editing di video per arrivare anche ai giochi e ai programmi di grafica.

La scelta del miglior notebook nuovo è, però, una grande sfida perchè esistono tantissimi modelli di computer portatili, diversi per prezzo, dimensione, sistema operativo e caratteristiche.
Essendo quindi difficile fare una classifica dei migliori notebook sul mercato, vediamo quali sono, nel 2017, cosa è importante sapere quando si va a comprare un nuovo portatile, cercando di non essere precipitosi nel prendere quello consigliato dal commesso di Mediaworld o quello in offerta, che anche se scontanto, potrebbe non essere un buon affare.
Per farla sintetica, prima di vedere i modelli di portatili migliori del 2017, ci sono 8 punti di riflessione prima di scegliere il nuovo notebook del 2017.

LEGGI ANCHE: Differenze tra portatili: che significa Ultrabook o Notebook?

1) La Piattaforma: Mac, Windows o Chrome OS


- Windows
La maggior parte dei portatili in vendita oggi sono Windows e, per la precisione, Windows 10 .
I Notebook Windows sono, generalmente, più convenienti dei Mac (il prezzo può partire dai 250 Euro) e possono essere di tutte le marche, tranne Apple.
A differenza di Apple, Microsoft e i suoi partner consentono agli utenti di acquistare notebook con schermi touch e convertibili, ossia che possono funzionare anche in modalità tablet.
Chi è abituato a Windows ma non ha mai provato Windows 10 può trovarsi una bella sorpresa, con un nuovo sistema operativo che, oltre al desktop tradizionale, ha anche un'interfaccia ottimizzata per il touchscreen e fatta di applicazioni full screen.
Al momento, un PC Windows 10 convertibile in tablet può essere un'ottima scelta.

- Chrome OS
Chrome OS è un sistema operativo sviluppato da Google e basato sul browser Chrome, che permette al computer di essere velocissimo e molto economico.
L'interfaccia utente somiglia un po' a quella di Windows, con un desktop e un menu start per lanciare le applicazioni.
La particolarità dei portatili con Chrome OS, chiamati Chromebook, è il fatto di usare solo applicazioni web, con cui si può fare quasi tutto quello che si farebbe con i programmi di un PC tradizionale (compresa la scrittura di documenti Word), che in alcuni casi possono funzionare anche senza connessione internet.
Se non se ne sente parlare molto in Italia e se non si trovano nei centri commerciali è perchè, ufficialmente, Google non li ha mai lanciati nel mercato del nostro paese.
Nonostante questo i Chromebook, primi nelle classifiche di vendita negli USA, si trovano online su Amazon a prezzi davvero bassi.
In un altro articolo, essendone un soddisfatto possessore, ho elencato 10 motivi per comprare un PC Chromebook.

- Apple OS X El Capitan
I MacBook Air della Apple e i MacBook Pro sono computer portatili sempre eccezionali, veloci, completi e facili da usare.
I MacBook sono migliori della maggior parte dei PC Windows per il loro design e si integrano in pieno con i dispositivi iOS (iPhone e iPad).
L'unico difetto dei Macbook è il loro prezzo, che parte dai 1000 Euro.
Nel giudizio complessivo è importante liberarsi dall'idea che i computer della Apple siano speciali e possano fare cose in più rispetto ai PC Windows.

2) La dimensione


Prima di decidere qualsiasi altra cosa, è necessario capire quanto si ha bisogno che il notebook sia effettivamente portatile in senso stretto
E' ovvio infatti che più lo schermo è piccolo, più esso sarà leggero e più facile da portare in giro.
Nello stesso tempo però un computer troppo piccolo può diventare difficile da usare, con una tastiera troppo stretta e lo schermo poco spazioso (problemi questi che hanno provocato la scomparsa sul mercato dei netbook).
Per quanto riguarda il peso, con i portatili di oggi non ci sono grossi problemi perchè sono tutti più o meno leggeri, da 1,5 Kg a massimo 3,5 Kg
Un notebook da 13 o 14 pollici fornisce il miglior equilibrio tra portabilità e usabilità e si può poggiare bene sulle gambe.
I notebook da 11 a 12 pollici sono più sottili e leggeri mentre quelli da 15 pollici, che rappresenta il formato più popolare dei pc portatili, sono piùingombranti e pesanti, anche se comunque mai sopra i 3,5 Kg.
Di solito si trovano notebook di questa dimensione a prezzi inferiori, quindi se non si prevede di usarlo troppo spesso in giro, può essere sicuramente un buon affare.
Alcuni modelli da 15 pollici hanno anche il lettore DVD, che è oggi sempre più in disuso.
I notebook da 17 a 18 pollici sono, a tutti gli effetti, computer da tenere fermi sulla scrivania.
Un computer così grosso può essere potente quanto un PC desktop di livello, buono per i giochi di fascia alta e i programmi pesanti di elaborazione video.

3) Controllare tastiera e touchpad
Anche per il computer più potente del mondo è importante l'ergonomia ossia la comodità di usare la tastiera e il touchpad.
I Macbook sono tra i migliori in questo quindi, idealmente, bisognerebbe comprare un notebook con design simile, con il supporto dei gesti con le dita sul touchpad.
I PC portatili di Gaming hanno anche la tastiera retroilluminata ma costano molto, fino a 2000 Euro.
I centri commerciali, di solito, permettono di provare i computer in esposizione, cosa consigliata di fare anche prima dell'acquisto online.
In generale, Apple e Lenovo hanno le migliori tastiere e touchpad, seguite da Dell, HP e Asus, sempre affidabili.

4) Le specifiche hardware
Le specifiche hardware ci dicono cosa c'è dentro il computer, soprattutto CPU, hard disk, RAM e scheda grafica.
Quello che serve veramente dipende da quello che si pensa di fare con il portatile: i chromebook, per esempio, hanno specifiche hardware molto leggere perchè non necessitano di componenti costosi, altri computer più costosi come i Dell Alienware invece sono così carrozzati da supportare i giochi 3D e il video-editing HD.
Le principali componenti hardware da tenere d'occhio sono:

- CPU: I portatili meno costosi sul mercato hanno processori Intel Atom, buoni per navigare su internet e scrivere documenti con meno consumo di energia, ma non per i giochi e i programmi di elaborazione più complessi.
I processori Intel x86 sono in concorrenza con i processori ARM, che garantiscono una più lunga durata della batteria.
I processori Intel sono ancora i migliori, soprattutto quelli della serie i3, i5 e i7 (vedi anche differenze tra processori Intel e AMD e CPU Intel Core i7 e i5)
I notebook tradizionali invece hanno un processore Intel Core M (sugli ultrabook) o una CPU Core i3 / AMD Serie A.
Se si vuol spendere più di 500 o 600 Euro si potrà ottenere una CPU Intel i5 in grado di aumentare la sua velocità dinamicamente quando si ha bisogno di maggiori prestazioni.
Se si possono spendere 1000 Euro allora si troveranno portatili con processore Intel i7, la migliore sul mercato.
Comunque sia, il processore non è la caratteristica più importante di un PC oggi e la vera differenza la fa la RAM.

- RAM: Anche i notebook più economici hanno 4GB di RAM che è ormai il minimo indispensabile.
Se si installare un sistema operativo Windows 64 bit si può anche salire a 6 o 8 GB di RAM, utili a gestire meglio programmi più complessi e il multitasking.
Un portatile da gioco dovrebbe avere anche 16GB di RAM per essere pienamente efficiente.
I portatili da 2 GB di RAM vanno evitati.

- Hard Disk: Un disco veloce è più importante di uno grande quindi, se si prende un portatile con hard disk, si può cercare un portatile con disco veloce 7.200 rpm (in genere sono 5.400-rpm).
Idealmente sarebbe meglio trovare un portatile con disco SSD, nettamente più veloce (vedi differenza tra SSD e HDD), ma difficile da trovare se non si spendono più di 600 Euro.
Come spazio direi che 320GB dovrebbero bastare anche se dischi da 500GB o 750GB, di solito, non costano molto di più.

- Flash Cache: Tutti gli ultrabook e alcuni altri notebook sono dotati di cache da 8, 16 o 32GB che viene utilizzata per migliorare le prestazioni.

- Schermo: Per sapere se uno schermo è migliore di un altro basta vedere il numero di pixel, più sono e meglio è.
La maggior parte dei notebook tradizionali hanno schermo con risoluzione 1366x768 pixel.
Se possibile sarebbe meglio scegliere un computer portatile con un numero di pixel superiore, da 1600x900 o 1920x1080 che hanno immagini più nitide e permettono di vedere meglio i film.
Alcuni notebook più costosi hanno anche schermi 2560x1600, 3200x1800 o 3840x2160.

- Touch Screen: Lo schermo touchscreen rende Windows 8 molto più divertente da usare.
Di solito lo schermo touchscreen sta nei pc convertibili, che possono diventare anche tablet.
Lascerei invece perdere i notebook normali con schermo touchscreen, che alla fine serve quasi a niente.

- Scheda grafica: Sulla maggior parte dei notebook il chip grafico è integrato e funziona bene per i compiti di base.
Un processore grafico separato di AMD o Nvidia fornirà comunque prestazioni migliori per i videogiochi e per la riproduzione di video e film HD.
Tra una scheda video NVidia e una AMD è da preferire la prima, anche se costa di più.

- Lettore DVD / Blu-ray: Oggi il lettore ottico per dischi DVD o Blu-ray è sempre meno usato ed è normale che non ci sia sulla maggior parte dei portatili.
A meno che non si abbiano grosse collezioni di film in DVD, il lettore è un accessorio trascurabile.

5) Decidere se si vuole un notebook ibrido o tradizionale


Dal lancio di Windows 8 si sono visti molti portatili ibridi che permettono di ripiegare la tastiera sotto lo schermo diventando tablet.
I più famosi di questi computer sono l'Asus Transformer, il nuovo iPad e Microsoft Surface, che costa molto.
Con l'uscita di Windows 10 i portatili ibridi sono diventati, come già scritto sopra, maturi e convenienti.

6) Durata della batteria
La batteria è ancora oggi il tallone d'achille dei notebook.
Anche se si prevede solo di spostare il computer portatile dalla scrivania al divano o al letto, è importante che la batteria abbia una certa autonomia.
Pià il notebook è sottile e piccolo, più la durata della batteria sarà elevata.
Se si compra un notebook da 15 pollici, bisogna avere almeno 4 ore di durata col computer in uso.
L'ideale è acquistare un notebook con più di 6 ore di autonomia (tenere conto che Chromebook arrivano fino a 9).
Se possibile (alcuni portatili come i Macbook hanno la batteria sigillata all'interno), meglio anche comprare subito una batteria di riserva.
Per determinare la durata della batteria prevista per un notebook, meglio non credere molto a quello che viene scritto dal produttore, ma leggere le recensioni.

7) Prezzi
In questi giorni, è possibile acquistare un computer portatile utilizzabile per meno di 300 Euro senza dover aspettare particolari offerte da volantino.
E' ovvio però che, più si spende, più il portatile ha migliore qualità costruttiva, migliori prestazioni e schermo.

- 200 - 400 Euro: Se si vuol spendere poco, i notebook meno costosi sono i Chromebooks che avendo sistema operativo ChromeOS non necessitano di componenti hardware costosi.
Ci sono sicuramente anche notebook Windows a basso prezzo anche se con processori più lenti o hard disk meno veloci.

- 350 - 500 Euro: A questi prezzi si può trovare un notebook decente, con 4GB di RAM, processore Intel Core i3 o addirittura i5 e un hard disk da 500GB.
Tuttavia, a questo prezzo, la maggior parte dei notebook ha un telaio di plastica a basso costo, schermo a bassa risoluzione e durata della batteria insufficiente.

- 500 - 800 Euro: Se si superano i 500 Euro e, soprattutto, i 600 Euro si possono trovare modelli di notebook di qualità, rifiniti e funzionalità premium come una migliore audio, tastiere retroilluminate, schermo con alta risoluzione da 1600x900 o 1920x1080 e una cache flash.

- Sopra gli 800 Euro si possono comprare notebook più portatili, sottili e leggeri o più potenti o entrambe le cose, con schermo ad alta risoluzione, processore veloce e scheda grafica.

- Sopra i 1000 Euro ci sono i Mac ed i portatili da gioco, che hanno il top del processore, la scheda grafica migliore, touchpad ottimizzato per i giochi e tastiera ergonomica retroilluminata.

8) La marca
La marca di un notebook è importante per almeno due aspetti: affidabilità e assistenza tecnica.
Come già scritto sulle marche migliori dei portatili in un altro articolo del 2013, oggi le case produttrici più affidabili sono sicuramente Apple, Asus, HP, Lenovo, Dell e Acer.

Per finire, prendendo in esame la classifica dei notebook più venduti su Amazon, possiamo citare, tra i migliori portatili del 2016 / 2017:
  • Asus X540SA-XX383T (300 euro), 15 pollici, con processore Intel Pentium Quad Core, 4GB di RAM,Hard disk 500 GB
  • Asus P2520LA-XO0526D (355 Euro) è una bella occasione, con schermo da 15.6" HD, processore Intel Core i3-5005U (quindi meglio di quello sopra), RAM 4 GB, Hard disk da 500 GB, venduto però senza sistema operativo (bisognerà installare Windows da soli).
  • Asus Transformer Book (270 Euro) con schermo da 10.1 pollici, processore Intel Atom, RAM 4 GB, scheda eMMC, convertibile in tablet
  • Acer Chromebook (300 Euro) è un portatile con Chrome OS (vedi sopra per dettagli), ultra leggero da 14 pollici, con processore Intel Celeron N3060, 4 GB di RAM
  • Asus UX310UA-GL100T (570 Euro), schermo13.3 pollici, Processore Intel Core i3-6100U, RAM 4 GB, Hard disk da 500 GB
  • Asus X556UA-XO607T (450 Euro) 15.6" Portatile, Processore Intel Core I5-7200U, 4 GB di RAM, Hard Disk 500 GB.
  • HP Portatile Convertibile (320 Euro) è un'ottima scelta se si vuole un portatile con tastiera che si stacca e schermo touchscreen ad un prezzo decente e con prestazioni non schifose; lo schemo è da 10,1 pollici, processore Intel Atom, Ram 4GB.
  • Acer Swift 3 (750 Euro), un portatile potente, con processore Intel Core i5-6200U, 8 GB di RAM 8, SSD 256 GB (importantissima e veloce), schermo da 14 pollici.
  • MacBook Air 13" (1000 Euro), computer Apple con sistema OSX.
  • HP Envy 13 (930 Euro), schermo Full HD 15,6 pollici antiriflesso, Processore Intel Core i5, RAM 4 GB, HDD da 500 GB, ultra leggero.
  • Asus ROG G752VT-GC173T (dai 1200 Euro), la serie di portatili ASUS ROG è il top per il gaming, con un hardware molto potente, schermo 17 pollici, Intel Core i7-6700HQ, RAM 16 GB, Hard disk da 1 TB, SSD integrata da 128 GB, scheda video nVidia GeForce GTX 970M 3 GB.
  • Portatili MSI Gaming (da 1000 Euro fino anche a 3000) sono i migliori per videogiocatori, con tutto il meglio dell'hardware disponibile dentro.
  • Acer VN7-792G Aspire V Nitro (1200 Euro), Processore Intel i7, Ram 8GB, disco 1 TB, schermo 17.3" FHD Antiriflesso, Scheda Grafica NVIDIA GeForce GTX 960M
  • Microsoft Surface Pro 4 (1200 Euro), tablet e PC processore Intel i5 pollici di schermo Full HD, RAM 8 GB, Hard Disk 256 gb

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
2 Commenti
  • Icaro Icaro
    18/1/17

    un paio di altri fattori importanti che potresti aggiungere sono, nella sezione cpu, che ad esempio i core M non hanno bisogno di raffreddamento attivo, il che è ottimo per certe necessità, per esempio se si deve usare il pc in ambienti molto silenziosi come biblioteche, ecc. . Poi un'altra cosa che per alcuni può essere molto utile, nella sezione touch, è un digitizer attivo, quello che ti permette di usare una penna molto precisa dotata anche di vari tasti, con possibilità di scrivere a mano e sottolineare facilmente, molto utile per lo studio. Nella sezione schermo, la luminosità e il fatto che lo schermo sia lucido o no(anche se ormai son tutti lucidi), nel caso si abbia la necessità di usare il pc in ambienti aperti o molto luminosi. Infine rivedrei decisamente la sezione dei pesi, sono assolutamente troppo alti; il mio notebook vecchiotto, di 5-6 anni fa', 13", pesa meno di 2 kg con due batterie, e oggi modelli con la stessa diagonale pesano anche 1,3kg, massimo 1,5kg, e anche i pesi delle altre diagonali mi sembrano tutti troppo elevati.

  • Claudio Pomes
    18/1/17

    ok, buon commento grazie