Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Cosa significa usare l'account Microsoft in Windows 10 e 8

Pubblicato il: 5 settembre 2014 Aggiornato il:
Ritrovare tutti i file e tutte le impostazioni personalizzate del proprio computer su ogni PC Windows 10 e 8 grazie all'account MIcrosoft
windows 10 sempre uguale su tutti i pc Windows 8 non è stato un successo, ma è la prima versione di Windows che si può usare anche su altri PC.
In pratica è possibile accendere il computer di un amico o quello aziendale e ritrovare tutti i file e tutte le impostazioni personalizzate del proprio computer, quasi come se fosse proprio lui.
Un po' come in Chrome, dove tutte le impostazioni sono sincronizzate dall'account Google, in Windows 10 e Windows 8 tutto è legato all'account Microsoft ed è possibile accedere al proprio PC da ovunque, solo collegandosi a questo account personale.
Microsoft si incoraggia ad attivare questa opzione chiedendo in fase di installazione di accedere con un account registrato online che è molto diverso da quello locale a cui si era abituati nelle precedenti version di Windows.
È possibile convertire un account locale in un account di Microsoft aprendo le Impostazioni PC (premere Windows+C o passare col mouse dalla destra dello schermo, cliccare su Impostazioni e sotto su Modifica impostazioni) e poi andando nelle impostazioni dell'account.
E' possibile quindi collegare all'account locale un account Microsoft esistente (che può essere quello di hotmail / outlook.com o quello di Onedrive / Skydrive) oppure crearne uno nuovo.

LEGGI ANCHE: Come far usare il PC ad amici e ospiti in modo separato e sicuro

Quando si vuole accedere a un altro PC col proprio account, bisogna andare in impostazioni del PC e, nella sezione Account, cliccare su Altri account.
Da qui, premere su Aggiungi un account e accedere.
Purtroppo non è ancora possibile sedersi davanti a un PC e accedere col proprio account senza chiedere il permesso al proprietario di quel computer che deve dare la sua autorizzazione all'accesso.

Quando si imposta un account Microsoft sul proprio PC, molte delle impostazioni vengono sincronizzate online, via "cloud".
Sono sincronizzate le impostazioni grafiche, quelle di rete, quelle degli aggiornamenti, la lingua, le piastrelle sullo schermo di avvio e la loro disposizione, le impostazioni del desktop per l'esplora risorse e poi le impostazioni hardware di mouse, tastiere, stampanti, tastiera.
Queste impostazioni vengono sincronizzate tra i computer con Windows 10 e 8.1 in modo che, quando si fa una modifica su un PC, essa viene replicata anche sugli altri.
Per modificare queste impostazioni di sincronizzazione, aprire Modifica impostazioni del PC, passare alla sezione OneDrive -> impostazioni di sincronizzazione e scegliere cosa si vuol tenere e cosa invece no.
OneDrive è integrato nel sistema Windows e fornisce una cartella speciale che fa in modo di tenere sincronizzati nello spazio cloud tutti i file messi dentro.
Questo significa che, quando si accede col proprio account Microsoft su un altro PC Windows 8.1 o Windows 10, si ritroveranno anche i file personali salvati in Onedrive.
Questi file possono essere visti e usati anche accedendo al sito web di Onedrive o all'app OneDrive su uno smartphone Nokia Lumia con Windows Phone.

Come già scritto qualche tempo fa, Onedrive, l'ex Skydrive, è il cloud di Microsoft, simile ad altri servizi simili come Google Drive e Dropbox.
A differenza di quest'ultimi, Onedrive non scarica tutti i file salvati online sul PC in automatico, ma li rende disponibili quando servono.
Questo significa che è possibile memorizzare una quantità enorme di file in OneDrive (il piano gratuito è però limitato a 7 GB per i nuovi iscritti) senza preoccuparsi che essi siano sincronizzati per ogni PC utilizzato.
È possibile verificare lo spazio disponibili di OneDrive nelle impostazioni PC, alla sezione Onedrive.

In Onedrive sono sincronizzati automaticamente tutte le foto e i video anche se questo funziona un po' diversamente.
Nelle impostazioni di Onedrive da Windows, si troverà una sezione chiamata Rullino dov'è possibile attivare la sincronizzazione.
Ci sono però due opzioni, una per caricare foto di buona qualità, l'altra a qualità ottimale.
La differenza è che se si sceglie l'opzione Buona qualità, le immagini grandi vengono ridimensionate per occupare meno spazio sul cloud.
Le foto i i video sincronizzati si trovano nella cartella Immagini -> Rullino.

Per finire, grazie all'account Microsoft è possibile sincronizzare anche le applicazioni installate (non i programmi desktop).

Dall'aggiornamento dell'anniversario di Windows 10, poi, l'account Microsoft viene collegato alla licenza Windows.
Questo significa che sarà possibile reinstallare il sistema sul PC quante volte si vuole, usando lo stesso account Microsoft, senza mai incontrare problemi di attivazione.

Ovviamente è sempre possibile utilizzare l'account normale in Windows 10 e Windows 8, disabilitare l'accesso a OneDrive e utilizzare solo i programmi per PC rinunciando a questa possibilità, di cui forse oggi non si sente il bisogno, ma che in futuro potrà diventare preziosa per portare applicazioni e file su ogni nuovo PC.

LEGGI ANCHE: Uscire da account Microsoft in Windows 10 e passare a un account locale

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
2 Commenti
  • Gabriele
    6/9/14

    che figata, non vedo l'ora di comunicare a Microsoft i ... zzi miei.
    Lol
    Scusate, ma dopo aver visto Terms and condition may apply non si può rispondere diversamente....

  • Claudio Pomes
    6/9/14

    se leggi terms e conditions di qualsiasi cosa allora dovresti smettere di usare un computer e internet