Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Creare una partizione (volume) su Windows dividendo un hard disk in più parti

Ultimo aggiornamento:
creare una partizione volume su WindowsCi sono tante leggende e teorie circa le partizioni che davvero lasciano un po' preplessi, soprattutto se sono scritte su siti famosi ed importanti nel campo informatico.
Succede cosi che, chi spera di ottimizzare il proprio computer, si mette a creare tante partizioni disco, suddividendo l'hard disk in tanti piccoli pezzi.
Leggende e nozioni antiche (ormai superate) vogliono che si debba installare il sistema operativo in una partizione, tutti i programmi in una seconda ed i file video, la musica, i film e i documenti in una terza cosi da velocizzare il computer.
Tutta questa scrupolosità nel preparare un pc moderno è del tutto inutile se fatto solo perchè "si dice vada fato cosi" e, soprattutto, non velocizza un pc.

Partizionare un hard disk significa semplicemente dividerlo in più parti (Microsoft le chiama Volumi), in modo che poi Windows o un qualsiasi altro sistema operativo veda i vari pezzi come fossero diversi dischi.
I diversi Volumi sono gestibili quindi in modo indipendente.

I motivi per cui uno decide di creare partizioni disco sul computer sono essenzialmente due:
1) Perchè vuole usare il computer installando più sistemi operativi mettendo quindi Windows, Linux o altro.

2) Per una questione di sicurezza dei dati si può decidere di dividere l'hard disk in due parti, lasciando il sistema operativo in un volume con i vari programmi installati e, nell'altra parte, tutti i dati indipendenti, quindi documenti, foto, mp3, video.
Questo si fa per un semplice motivo: se il computer beccasse un virus molto cattivo oppure se su Windows si verificassero errori strani che non si riescono a risolvere, si potrebbe semplicemente reinstallare Windows sulla partizione di sistema, senza che i dati dell'altra partizione vengano cancellati.
Tutto questo è comunque inutile nel caso di rottura del disco.

Personalmente non sono un fan delle partizioni, preferisco creare un backup automatico su un hard disk diverso e lasciare tutto come sta; se ci sono problemi, si ripristina tutto intero oppure solo i dati che voglio.

In qualsiasi caso non capisco davvero che bisogno ci sia mettersi a "preparare le partizioni" prima di installare Windows (magari usando utility antiquate come Fdisk)
Che si è installato Windows da solo, avrà notato che, in fase di installazione, viene chiesto se creare un nuovo volume e con quanto spazio.
Generalmente, senza mettersi a fare lunghi studi, si sceglie di fare tutta un'unica partizione disco NTFS (il formato Standard), dedicando a Windows l'intero hard disk o parte di esso (almeno la metà e non meno di 100 GB)
Successivamente poi si possono usare semplicissimi programmi che permettono di ridurre lo spazio di un volume e creare nuove partizioni, se esse dovessero servire davvero (e non perchè altri fanno cosi).

Una volta era famoso Partition Magic, un programma commerciale finito in mano della Symantec.
Oggi di programmi gratuiti per creare partizioni o volumi e dividere l'hard disk ce ne sono veramente tanti.
Alcuni dei migliori sono:

1) GParted programma opensource che permette di diminuire lo spazio allocato in una partizione, espandere i volumi, fondere due partizioni e gestire un disco.
Essendo open source, GParted può essere usato anche in ambiti commerciali ma non è proprio il più semplice.

2) Partition Wizard gratuito per uso personale di cui avevo già parlato in un articolo sui programmi gratis per creare partizioni disco

3) Easus Partition Master è il miglior programma gratuito per creare e gestire partizioni disco che personalmente ho usato e tengo nel mio computer.
Easus Partition Master visualizza subito lo spazio allocato sugli hard disk.
Le partizioni NTFS esistenti sono colorate di viola mentre lo spazio non partizionato è colorato di grigio.
Per ogni partizione è scritta la dimensione e se essa è primaria o logica.
La partizione primaria di solito è C: in cui è installato Windows e che viene caricata quando si accende il computer.
i volumi logici non vengono considerati dal boot di Windows, a meno che non vengono trasformati in primari.
Se si vuole formattare, ridimensionare, diminuire, copiare o eliminare una partizione, basta premere col tasto destro sul volume scelto e selezionare l'opzione.
Anche se il programma è in inglese, è davvero intuitivo e semplice da usare.
Se, ad esempio, si vuol ridurre la partizione primaria C, lo si può fare tranquillamente creando spazio non allocato.
Successivamente si può creare una nuova partizione su questo spazio e formattarla.
Easus Partition Master ha anche la funzione di recupero di una partizione danneggiata o persa.

IMPORTANTE: Siccome quando si cambiano le partizioni, se ne creano nuove o si ridimensionano, vengono spostate grosse quantità di dati, è necessario crearsi un backup dei file perchè l'operazione è sempre delicata e se l'hard disk è vecchio oppure se ci fossero incidenti, si rischia di perdere tutto.
Inoltre non bisogna mai cercare di partizionare un disco quasi pieno o molto frammentato (deframmentare prima di gestire le partizioni è obbligatorio).

Chi usa Windows 7 e Windows 8 può anche usare l'utility interna per gestire i volumi che è sufficiente per la maggior parte degli utilizzi.
Vedi come creare partizioni, formattare volumi e ridurre dischi in Gestione Computer in Windows 7 e 8.

In definitiva, il partizionamento dell'hard disk del computer è una cosa che andrebbe fatta solo dopo l'installazione del sistema operativo, nel caso in cui si vogliano conservare i dati separatamente rispetto al sistema.
Durante il normale uso del pc, il partizionamento è utile solo nel caso in cui si volesse installare Linux (oppure una nuova versione di Windows) nello stesso computer dove c'è Windows e creare un dual boot.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)