Navigaweb.net
Programmi Sicurezza Windows Guide PC iPhone Android Immagini Musica Rete Facebook Giochi Windows 8

Data:

recuperare memoria RAM liberaUn problema frequente per tutti coloro che non hanno un computer nuovo o potente è costituito dai rallentamenti eccessivi che si verificano quando sono aperti troppi programmi.contemporaneamente oppure dopo qualche ora di uso intenso del pc.
Ogni programma ed ogni processo che viene avviato infatti va ad occupare una porzione più o meno grande di memoria e, quando questa si esaurisce, il pc rallenta perchè deve caricare tutto via disco.
Si chiama RAM la memoria temporanea veloce, quella in cui i dati sono letti rapidamente dal computer senza usare il disco che invece è molto più lento.
Detto molto brutalmente, quando si apre un file, esso viene letto sull'hard disk e caricato in memoria così non è più necessario rileggerlo.

Esistono alcuni tool per Windows che permettono di recuperare memoria sul computer in modo che si renda subito disponibile per altri programmi.
Spesso infatti Windows, quando un processo viene terminato e chiuso, non riesce a liberare subito la RAM per metterla a disposizione ad altri usi.

In altre pagine di questo blog avevo già segnalato programmi per liberare RAM su WIndows XP, Vista e Windows 7 e per ottimizzare la memoria.
Facendo un riepilogo complessivo, possiamo dire che esistono 4 diversi programmi, molto simili tra loro, per recuperare memoria automaticamente quando la RAM libera è poca:

1) Minimem
2) CleanMEM
3) Memory Cleaner
4) RAMRush

Se i primi tre sono stati descritti e commentati negli altri due articoli, vediamo qui RAMRush che fa il suo lavoro con decisione.
Questo programma si può scaricare gratis sia in versione da installare che in versione portable ed agisce in background.
Dopo averlo avviato si fa notare per una icona nella taskbar vicino l'orologio.
Senza cliccare ma spostando il cursore sull'icona, appare la finestra che mostra l'utilizzo della memoria e della CPU in tempo reale, con i picchi massimi.
Premendo dove sta scritto "Start Optimize", si avvia il processo che recupera memoria liberando la RAM non utilizzata.

Se, ad esempio, si sta usando un browser come Internet Explorer, Firefox o Google Chrome per diverso tempo, magari assieme a qualche altro programma come Word o Excel, può capitare che il pc inizi a rallentare o, peggio, a bloccarsi.
Avviando invece la procedura di ottimizzazione della memoria di RAMRush, si dovrebbe recuperare efficienza e velocità nei caricamenti.
Ad esempio, sul mio vecchio computer, solo usando Chrome con un po' di schede aperte mi segna 100 MB di memoria libera.
Usando RAMRush sono riuscito a recuperare memoria fino ad avere 280 MB liberi e disponibili.

Dalla stessa finestrella che mostra l'uso di CPU e Memoria, si può premere sul tasto Options in cui si possono configurare alcune opzioni.
La più importante è quella che permette di recuperare automaticamente la RAM nel caso essa fosse utilizzata al 92% e rimanessero quindi solo un 8% di memoria libera.
Altre opzioni consentono di impostare RAMRush con avvio automatico quando si accende il computer e quella di mostrare una notifica nel caso in cui parta lo recupero automatico della memoria.

A corollario di questo articolo, vorrei anche dire che su Windows 7 e Vista si può accedere dal Task Manager al monitoraggio risorse che mostra l'uso della memoria nel dettaglio, quella riservata per l'hardware, quella in uso, quella modificata, quella in standby e quella libera.
Il tool di SysInternals RAMMap mostra i file caricati sulla memoria RAM (solo per Windows Vista e Windows 7) e permette di vedere come viene usata la memoria sul computer.
Si tratta di un dettagliato strumento di analisi dell'utilizzo della memoria fisica.
Con questo tool è possibile verificare quali sono i processi ed i file che usano più memoria RAM e capire come Windows la gestisce.

Diventa allora molto interessante usare RAMMap assieme a RAMRush e verificare effettivamente quanta memoria si riesce a recuperare e quali processi ne utilizzano più di quanta gliene serva.

Su Windows 7 si può recuperare memoria usando una penna USB e la funzione ReadyBoost da attivare.

Per finire ricordo che il miglior modo per ridare velocità ad un pc vecchio è comprare ed installare un GB di RAM al costo massimo di 40 Euro.


Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
5 Commenti
  • Victor  
    12/ago/2010 21:07:00

    buono a sapersi, grazie

  • Anonimo  
    03/set/2011 00:46:00

    avira mi segnala ramrusch pericoloso e non fa scaricare il tool ...falso positivo ?
    ciao

  • Claudio Pomhey  
    03/set/2011 02:28:00

    l'ho usato più volte, direi di si.
    Comunque sia, ci sono alternative se non ti va di forzare

  • vanna  
    27/gen/2014 12:44:00

    RAM Rush viene indicato dal mio antivirus come un programma potenzialmente indesiderato.

  • Claudio Pomes  
    28/gen/2014 11:20:00

    è un falso positivo, comunque sia, lascialo perdere, questo tipo di programmi detto tra noi servono quasi a niente