Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Come navigare anonimi da smartphone (Android e iPhone)

Aggiornato il:

Come aprire siti web e navigare internet in modo anonimo o proteggendo la privacy su telefoni e tablet Android e su iPhone o iPad

anonimi su smartphone Mantenere, in alcuni momenti, la navigazione anonima è importante tanto sul PC che sul cellulare, dove, molto più spesso, si condividono molti dati personali con le app e con i siti web visitati senza neanche farci caso. Per contrastare la raccolta di informazioni private da parte delle agenzie pubblicitarie e nascondere o disattivare una cronologia web che può essere facile da spiare anche dall'esterno (per esempio dai siti visitati), il modo migliore è quello di navigare in modo anonimo.
Anonimo su internet significa rendere impossibile o comunque molto difficile a chiunque di capire la nostra reale localizzazione, facendo sembrare la connessione come se provenisse da un altro paese. Inoltre, con una connessione anonima anche i dati personali del telefono non vengono assolutamente condivisi con altre app o siti web, rimanendo al sicuro nella memoria del telefono e salvaguardando completamente la privacy online.
Parlando di modi per navigare anonimi dallo smartphone, sia esso uno Android (come il Samsung Galaxy o Huawei P) o un iPhone, bisogna considerare che ci sono diversi tipi di anonimato. Mantenere la navigazione privata può infatti significare evitare di conservare dati nella cronologia del dispositivo, ma senza nascondere informazioni di connessione ai siti web, oppure utilizzare un browser che permette di visitare siti in anonimo oppure, andando ancora più in là, proteggere per intero la connessione internet dello smartphone e di tutte le app utilizzate, e non solo il browser per navigare sui siti.
Vediamo quindi tutti questi modi per mantenere la connessione e la navigazione internet anonima dal cellulare, parlando solo di quelli più efficaci, gratuiti e facili da usare.

Modalità in incognito (non è mai anonima)

Il modo più rapido e semplice per rendere più privata la navigazione sugli smartphone è quello di utilizzare la modalità in incognito o privata del browser. Questa opzione è disponibile nel menù di praticamente ogni app browser, compresi quindi Safari, Chrome, Firefox e cosi via. Aprendo una nuova scheda Incognito nel menu di Chrome su Android o Privato nella panoramica delle schede su Safari su iPhone, si può fare in modo che ogni sito visitato non venga registrato nella cronologia e che tutti i cookie dei siti aperti vengano automaticamente cancellati quando la scheda viene chiusa.
In pratica, con la modalità in incognito, sembrerà sempre di aprire un sito per la prima volta. In un altro articolo avevamo visto quando usare la navigazione in incognito e cosa significa.
Questa modalità, però, non ha nulla a che fare con l'anonimato online: la compagnia telefonica che fornisce internet potrà monitorare cosa si fa online e i siti potranno tracciare la connessione e sapere da dove proviene. La modalità in incognito è semplicemente un modo per non lasciare tracce sul telefono o sul tablet.

LEGGI ANCHE: Cosa sono i Cookie

Modificare le impostazioni del browser in Chrome

Se si volesse navigare in forma privata (ma anche questa volta non possiamo parlare di anonimato) quando si naviga da Google Chrome browser, è possibile regolare alcune impostazioni per limitare quello che Google ed altri siti web possono sapere di noi.
Aprendo il menù principale di Google Chrome su Android o su iPhone, è possibile aprire le Impostazioni ed andare alla sezione Privacy dove trovare tutte le opzioni che ci servono per nasconderci a Google ed al tracciamento pubblicitario. Sotto Privacy è possibile quindi disattivare molte opzioni di tracciamento ed anche cancellare l'intera cronologia.
Andando poi in Impostazioni > Impostazioni sito > Cookie, è possibile fare in modo che Chrome blocchi i Cookie di terze parti (meglio non bloccarli tutti), che sono sempre quelli che raccolgono dati per fini pubblicitari e per la localizzazione della posizione.
Ovviamente, se si usa uno smartphone Android, è importante sapere che Google utilizza lo stesso account configurato nel telefono per accedere a Chrome, quindi saprà sempre che siti visitiamo e cosa facciamo. Fare riferimento a un'altra guida per sapere tutti i dati che Google raccoglie su di noi.

Modificare impostazioni Safari su iPhone

I cookie di terze parti sono già bloccati di default in Safari su iOS. Andando alle Impostazioni di Safari, è iOS, vedrai che l'interruttore di attivazione del Tracking già attivo. Come con Chrome su Android, si può anche scegliere di bloccare tutti i cookie, anche se questo provocherà un caricamento sballato di molti siti web con richiesta di accettare cookie tutto il tempo.
Anche in Safari, come su Chrome, si possono disattivare cose come i suggerimenti dei motori di ricerca e il precaricamento dei siti, funzioni utili ma che richiedono a Safari di tracciare la navigazione.
Nelle Impostazioni dell'iPhone, alla sezione Safari, è possibile cancellare tutti i dati di navigazione salvati in Safari, inclusi i cookie. La cronologia viene cancellata da tutti i dispositivi sincronizzati sull'account iCloud.

Usare un browser anonimo da smartphone


Tor Browser

La soluzione numero uno per essere veramente anonimi su internet da cellulare mentre si naviga su internet ed essere completamente irrintracciabili è fornita da app come Tor Browser per Android, di cui ho parlato in un altro articolo. Come la sua controparte per PC, è un browser sviluppato appositamente per mantenere la privacy e la sicurezza online, che fa passare il traffico generato dal telefono quando si naviga su internet, attraverso connessioni crittografate e diversi server in tutto il mondo, rendendo quasi impossibile per chiunque risalire alla reale posizione ed all'identità di chi lo sta usando.
Il Tor Browser limita in modo severo il tipo di script dei siti web, bloccando completamente script di inserzionisti e raccoglitori di dati, isolando i cookie che vengono rimossi dopo ogni sessione e adottando misure per impedire ai siti di sapere che dispositivo si utilizza e qualsiasi dato tecnico.
Per avere Tor Browser su iPhone è possibile scaricare l'app Onion Browser, non ufficiale ma funzionante.

Brave Browser

Tor Browser non è l'unico browser focalizzato sulla privacy per gli smartphone e può risultare un pò limitato e lento in alcuni casi. Brave per Android e iPhone è quindi un'ottima alternativa, sia perchè fornisce tutti gli strumenti di protezione della privacy online, sia anche perchè si tratta di un browser abbastanza completo e veloce. C'è la modalità privata, le opzioni per bloccare i cookies, impostazioni per forzare le connessioni HTTPS e l'opzione per risparmiare batteria. Basta toccare l'icona Brave nella barra degli strumenti per controllare ciò che è e non è consentito su un sito (magari autorizzando gli annunci sui siti preferiti che vuoi supportare).
Brave è anche uno dei browser con VPN integrata. Android e iOS.

DuckDuckGo

Il Motore di ricerca incentrato sulla privacy DuckDuckGo ha creato un suo browser per Android e iOS che ha lo stesso approccio di Brave, usando DuckDuckGo come motore di ricerca predefinito piuttosto che Google. Il browser è molto semplice e scarno di opzioni, anche se proprio per questo veloce e leggero.

Firefox Focus

Firefox Focus per Android e iPhone è un altro browser simile a quello di DuckDuckGo, incentrato sulla privacy online. Si tratta di una versione speciale del browser Firefox alleggerita praticamente da ogni funzione superflua, molto essenziale, con opzioni rapide per cancellare la cronologia di navigazione.

LEGGI ANCHE: Navigare il web da iPhone in incognito

Installare una VPN

Se si vuole nascondere ed anonimizzare il traffico internet dello smartphone in tutte le applicazioni usate, si può installare una VPN che diventa molto utile sopratutto quando si naviga con una connessione wifi pubblica come quella dei bar. La VPN ha tre funzionalità: permette di crittografare il traffico internet rendendolo impossibile da intercettare e spiare, permette di aprire siti anche oscurati e bloccati in un paese e poi falsifica la geolocalizzazione del dispositivo
Le VPN si concentrano principalmente su quest'ultimo punto, quindi se si vuole poi essere anche anonimi (in termini di pubblicità e web tracker) bisognerà anche usare gli altri metodi visti sopra. C'è inoltre da considerare che le app VPN gratis illimitate per Android e iPhone, fanno passare il traffico sui server proprietari delle VPN che spesso raccolgono loro stessi informazioni (per esempio Opera Browser lo fa). Per essere garantiti che questo non succeda, sarebbe meglio usare applicazioni VPN Premium di quelle che offrono piani a pagamento, perchè più affidabili e veloci. Tra queste, possiamo ricordare app come TunnelBear e Hotspot Shield che possono anche essere usate gratis anche se con limitazioni.

LEGGI ANCHE: Navigare anonimi su internet con i proxy, vpn e indirizzi IP falsi

Posta un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte Info sulla Privacy