Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Come spostare le App su scheda SD (Android)

Pubblicato il: 8 marzo 2016 Aggiornato il:
Tutti i modi per spostare le applicazioni dalla memoria interna alla scheda SD su uno smartphone o tablet Android
spostamento app su scheda SD Chi ha un telefono o tablet Android con non troppa quantità di spazio di archiviazione e con la possibilità di utilizzare una scheda SD per espandere la memoria, è possibile, in una certa misura, spostare le applicazioni installate su scheda SD, liberando quindi spazio nella memoria interna.
Per impostazione predefinita, tutte le applicazioni Android scaricate e installate da Google Play o da altri store si installano nella memoria interna del telefono, che in certi dispositivi può davvero essere piccola.
Vale quindi la pena, se possibile, impostare come percorso di installazione predefinito delle applicazioni la scheda SD, tenendo libera la memoria interna per tutti quei dati che devono stare li per forza e dando la possibilità di installare più applicazioni di quanto sarebbe stato possibile senza scheda SD.

Su uno smartphone Android è possibile spostare app su scheda SD in diversi modi, con più o meno limiti a seconda della versione di Android e delle app che si intende spostare.
In Android 6.0 Marshmallow è possibile far comportare la scheda SD come fosse la memoria interna in modo da poterci installare automaticamente le applicazioni.
Su smartphone e tablet con versione Android precedente, invece, dipende tutto da come un'app è stata realizzata dal suo sviluppatore.
Se si volesse poi il massimo della flessibilità, bisognerebbe ottenere i permessi di root ed utilizzare un programma o un'app capace di spostare qualsiasi app su scheda SD.

NOTA: Le app Android, tutte quelle installate su un telefono, vanno ad occupare un certo spazio di memoria interna anche se vengono spostate su scheda SD.
NOTA2: Spostando un'app sulla scheda SD, la sua esecuzione sarà quasi sicuramente più lenta rispetto a prima perchè la memoria interna è più veloce di una scheda SD.
Non vale la pena quindi spostare tutte le app se non necessario.
NOTA3: Se si utilizza la scheda SD per installarci sopra applicazioni, questa non potrà essere rimossa senza compromettere la funzionalità di Android.

1) Spostare app su scheda SD su smartphone e tablet Android 6 Marshmellow (e versioni successive)
Tradizionalmente, le schede SD nei dispositivi Android sono sempre state intese come archivi per memorizzare foto, musica e video in modo da poter poi trasferire questi file dove si vuole, soltanto estraendo la scheda SD.
Siccome però, i trasferimenti di file si possono ora fare in wifi o tramite servizi cloud e siccome una volta inserita una scheda SD in un telefono, generalmente, questa rimane li fissa, con la nuova versione di Android è possibile rendere la scheda SD come parte integrante della memoria interna del dispositivo (finalmente).
In questo modo è possibile installare nuove applicazioni nella scheda SD, se lo sviluppatore dell'app lo permette, automaticamente.
Come accennato sopra nella Nota3, non sarà possibile rimuovere la scheda SD dal dispositivo senza compromettere la funzionalità del dispositivo e, al contempo, la scheda SD non sarà utilizzabile in altri dispositivi, compreso il PC (senza formattarla).
La scheda SD, usata con Android Marshmellow, viene cancellata e formattata come unità EXT4, crittografata e montata come parte del sistema.
Siccome la scheda SD diventa come la memoria interna, assicurarsi di comprarne una che sia veloce e buona se non si vuole che lo smartphone diventi lento (non usare quindi una scheda vecchia o economica).

Per impostare la scheda SD come memoria interna per installarci sopra tutte le applicazioni (che lo consentono), inserire la scheda nel dispositivo, andare nelle impostazioni, alla sezione Archiviazione e USB per trovare l'opzione che permette di configurare la scheda SD come memoria interna.
Accettare quindi che la scheda sia formattata e cancellata completamente e continuare nella procedura guidata.
Tenere presente che se ci sono ancora applicazioni installate sulla scheda SD, queste saranno eliminate quindi, prima la procedura chiederà di controllare prima di eseguire questa operazione.
Una volta finito si potrà scegliere di spostare i dati (foto, file e alcune app) attualmente nella memoria interna del dispositivo, sulla scheda SD.
Questo passaggio fa in modo che le future app che si andranno a installare, le nuove foto che si scatteranno col cellulare e altri dati verranno memorizzati su scheda SD automaticamente.
La memoria interna rimarrà comunque lo spazio predefinito di tutti i contenuti generati dalle app.

Una volta terminata questa procedura, sarà meglio non spostare le app da una memoria all'altra a meno che non sia proprio necessario farlo.
In questo caso, andare in Impostazioni -> Archiviazione e USB, selezionare la memoria che contiene l'applicazione da spostare, toccare su App, selezionare l'applicazione dalla lista e toccare il pulsante "Modifica".

2) Spostare le app su smartphone Android con versione precedente alla 6
Se non si utilizza Android 6.0 Marshmallow, si possono spostare solo alcune applicazioni sulla scheda SD.
Anche se la procedura può cambiare a seconda del dispositivo usato, in generale bisogna andare in Impostazioni > Applicazioni > Gestione Applicazioni e poi, dalla lista di app, premere il tasto di impostazioni in alto o strisciare il dito a destra o sinistra fino a trovare la lista di app installabili su scheda SD.
Da qui si potrà toccare ciascuna app e spostarla con il relativo pulsante.
Dopo lo spostamento si potrà vedere lo spazio occupato dall'applicazione in memoria interna e quello occupato su scheda SD.
Si potrà quindi capire che per certe app lo spostamento è quasi inutile, perchè solo una piccola parte viene spostata.
Nel caso si avessero problemi a capire quali app si possono spostare e quali invece no ed anche per fare prima, si può installare dal Play Store uno strumento chiamato AppMgr III per avere una visione d'insieme delle applicazioni che possono spostarsi su scheda SD.

3) Spostare le app con permessi di root
Come detto, Android può muovere le applicazioni sulla scheda SD soltanto se lo sviluppatore di quelle applicazioni lo consentono.
Sono molte le app che non lo rendono possibile, a meno che non si ottengano permessi di root.
In questo caso, basterà un'app come Link2SD capace di ingannare il sistema e spostare ogni app su scheda SD tramite il trucco dei link simbolici (il sistema crede che le app sono nella memoria interna dove invece ci sono solo i collegamenti).
Prima di usare Link2SD però è necessario, dal PC, partizionare la scheda SD con il programma gratuito per Windows MiniTool Partition Wizard.
Molto in sintesi, per usare questo programma: selezionare la scheda SD, cancellare la partizione attuale, crearne una nuova primaria di tipo FAT32, che prenda parte dello spazio (questa partizione non conterrà le app).
Successivamente, cliccare col tasto destro sullo spazio ancora non allocato e creare una nuova partizione sulla scheda SD, che sia non di tipo FAT, ma con file system EXT3.
Dopo aver selezionato le operazioni, premere il tasto Apply in alto ed eseguirle.
La scheda sarà quindi pronta ad ospitare le app spostate con Link2SD.

LEGGI ANCHE: Liberare spazio sulla memoria Android e sulla scheda SD

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
3 Commenti
  • roberto zero
    6/4/16

    Motorola moto G Android 6.0, non esiste nessuna opzione dentro il menù archiviazione USB, che permetta di usare la memoria SD come memoria interna!

  • roberto zero
    6/4/16

    Motorola moto G Android 6.0, non esiste nessuna opzione dentro il menù archiviazione USB, che permetta di usare la memoria SD come memoria interna!

  • Renato Vella
    28/6/16

    S5 Android 6 non esiste l'impostazione.