Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Aggiornare le App Android su smartphone e tablet

Pubblicato il: 14 gennaio 2016 Aggiornato il:
Tutte le opzioni e le modalità di aggiornare le app Android su uno smartphone o Tablet di qualsiasi marca (Samsung, Nexus, LG, ecc)
aggiornamenti applicazioni Ricevere aggiornamenti per le applicazioni installate su uno smartphone Samsung o qualsiasi altro con sistema operativo Android è una banalità, ma ci sono diverse opzioni ed anche problemi che impediscono tali aggiornamenti.
Aggiornare le app su Android dovrebbe essere automatico su ogni cellulare o tablet, senza dover fare interventi manuali.
A volte però non è così quindi vale la pena sapere quali opzioni cambiare nel caso sia da diverso tempo che non si ricevono notifiche riguardano gli aggiornamenti.

Per verificare se ci sono aggiornamenti delle app installate sul dispositivo Android basta solo aprire il Google Play Store che si trova nella lista di applicazioni.
Toccare poi il pulsante con tre righe in alto a destra e andare su Le mie App e giochi.
A quel punto si può toccare il pulsante Aggiorna tutto per aggiornare tutte le app di cui esiste una nuova versione.
Cliccando invece su ciascuna di esse si può controllare cosa c'è di nuovo e leggere se ci sono nuove funzioni o correzioni di bug.

Può darsi che aprendo il Google Play Store si debbano accettare le condizioni di utilizzo.
Questo può accadere quando il Play Store, che è essa stessa un'app, si aggiorna a una nuova versione (cosa che avviene sempre automaticamente).
Ricordo che per usare Google Play Store è necessario accedere con un account Google e che si può toccare il tasto "Salta" quando viene richiesta una carta di credito.
Questo potrebbe essere uno dei motivi per cui le app non si stavano aggiornando da sole.

Per fare in modo che le app si aggiornino automaticamente, toccare di nuovo il pulsante con tre righe sul Play Store, scorrere il menù verso il basso e toccare sulle Impostazioni.
Sotto aggiornamento automatico delle app, richiedere che sia fatto soltanto tramite Wifi, per evitare di consumare traffico dati.
Nella stessa schermata si può anche decidere di ricevere notifiche quando sono disponibili aggiornamenti e, soprattutto, quando queste vengono effettivamente aggiornate.
Se la prima notifica può essere anche tolta, la seconda è meglio mantenerla per sapere quando ci sono aggiornamenti e, eventualmente, informarsi sui cambiamenti.

Ci sono volte in cui una specifica app non si aggiorna automaticamente perchè la nuova versione richiede nuovi permessi all'utente.
Per questo motivo è bene, ogni tanto, controllare sempre "le mie App" sul Google Play Store ed accettare l'installazione della nuova versione o disinstallare quell'app che richiede ora più permessi per funzionare.

Se ci fossero problemi ad aprire lo Store, fare riferimento alla guida per risolvere errori di Google Play Store, soprattutto nel caso in cui fosse segnalata una connessione assente.
Potrà bastare ripetere l'accesso con l'account Google oppure svuotare la cache di Google Play o anche reimpostare l'account completamente.

I più curiosi e quelli che hanno fretta, se leggono in qualche sito specializzato di un aggiornamento importante di app come Whatsapp, Google Maps, Facebook ecc., invece di attendere il download automatico della nuova versione dal Play Store possono aggiornare manualmente.
Per farlo, è necessario scaricare il file APK della nuova versione da un sito affidabile e poi aprirlo direttamente dal cellulare o dal tablet.
L'unica condizione è che si attivi l'installazione da origini sconosciute nelle opzioni per sviluppatori di Android.
Il sito più aggiornato e più affidabile dove scaricare le ultime versioni delle applicazioni Android sotto forma di file APK è APKMirror.
Questo sito, APKMirror, torna anche molto utile nel caso in cui, dopo un aggiornamento automatico, si volesse tornare alla versione precedente.
In questo caso basterà disinstallare l'app completamente dal dispositivo e scaricare il file APK della versione precedente.

Non finisce qui, se si volesse aggiornare un'app speciale a una versione ancora non pubblicata su Google Play, c'è la possibilità di diventare un "Beta Tester".
Diventare Beta Tester significa poter aggiornare l'app a una versione successiva a quella rilasciata ufficialmente a tutti, che ancora deve essere provata e testata e che può presentare, oltre a significative novità, qualche bug o malfunzionamento.
Per diventare Beta Tester di un'app si deve cercare su Google il link speciale di invito.
Per esempio, si può diventare Beta Tester di Facebook o anche Beta Tester di Google.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)