Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Trucchi e segreti dell'app Google Maps Navigatore su Android e iPhone

Pubblicato il: 26 giugno 2015 Aggiornato il:
guida all'applicazione Google Maps per scoprirne tutti i segreti, i trucchi e le funzioni nascoste su Android e iPhone
google maps su android trucchi e segreti Quello di Google Maps è sicuramente il miglior navigatore satellitare che si può utilizzare oggi, non solo perchè sempre aggiornato, ma anche perchè interattivo e basato su informazioni in tempo reale.
Google Maps è uno dei prodotti migliori di Google e la sua integrazione all'interno di Android è uno dei principali punti di forza di quasi tutti gli smartphone di oggi.
Un navigatore come quello integrato in Google Maps diventa comodo non solo per trovare la strada sconosciuta per arrivare in un posto nuovo, ma anche per trovare la strada più veloce per arrivare in un posto noto, anche per andare in ufficio per esempio.
In città come Roma, prima di muoversi da casa o prima di tornare a casa, conviene dare un'occhiata a Google Maps, vedere la situazione del traffico in tempo reale e farsi consigliare la strada più libera, anche se più lunga.
Tenendo il navigatore attivo sarà sempre scelta la strada meno trafficata e si riceveranno avvisi riguardo incidenti o lavori in corso che provocano rallentamenti.
Google Maps è anche un'app utilissima quando si gira una città a piedi, per sapere dove ci si trova, per trovare itinerari e posti da vedere o in cui mangiare.
Siccome Google Maps è forse l'app più installata e più usata del mondo, vediamo qui una guida, sintetica ma completa, all'applicazione per scoprirne tutti i segreti, i trucchi e le funzioni nascoste.
Anche se la guida si basa su Google Maps per Android, vale anche per Google Maps su iPhone che cambia davvero poco.

1) La barra di ricerca per trovare posti
In Google Maps si può cercare una via o il nome di un posto speciale toccando sulla barra di ricerca in alto.
È possibile cercare stati, città, negozi, attrazioni turistiche e indirizzi completi.
La ricerca funziona solo con la connessione internet attiva.

Toccando la barra di ricerca si espande anche una lista di oggetti che, scorrendo dall'alto, sono:
- Le ricerche frequenti con il tasto per accedere alla cronologia.
- Il tasto per esplorare i dintorni per trovare posti vicini adatti in questo momento.
Per esempio, se si cerca un posto nei dintorni all'ora di cena, saranno quindi suggerite pizzerie e ristoranti.
Per ciascun luogo si aprirà una scheda col numero di telefono, l'indirizzo, l'orario di apertura e chiusura e si potrà premere il pulsante col disegno di una macchina per avviare il navigatore con le indicazioni stradali (di cui parleremo più avanti in questo post).
- Punti di interesse e servizi: Ospedali, farmacie, supermercati, bancomat ecc.
- Cronologia di posti già cercati che sono vicini a noi.
- Pulsante per salvare offline la mappa (LEGGI ANCHE: Come scaricare mappe con Google Maps)
Premendolo si apre una schermata con la mappa su cui si può fare lo zoom per includere un'area più grande o più piccola.
Alla fine si preme Salva e si attende il download.
Questa porzione di mappa salvata potrà essere visualizzata anche senza connessione internet.

Selezionando una voce dai risultati di ricerca o uno degli elementi proposti, si aprirà la mappa in quella posizione.

La ricerca di luoghi su Android si può anche fare a voce, premendo il tasto del microfono in alto a destra.
I comandi vocali funzionano bene su Google Maps anche per avviare il navigatore automaticamente.

2) Esplora i dintorni
Quando Google Maps è fermo in una posizione rilevata dal GPS o dalle reti cellulari o Wi-Fi, compare una barra in basso con una piccola stella e la scritta "esplora i dintorni" che riporta alla funzione di esplorazione già vista al punto precedente.
Per ogni posto di questa sezione è possibile aprire una scheda per telefonargli o andare sul suo sito web, leggere le recensioni e scrivere la propria, dare una valutazione con le stelline e suggerire modifiche alla scheda principale.

3) La mappa e il menu principale
La mappa in Google Maps ha diversi tipi di visualizzazione che è possibile selezionare dal menu laterale.
Strisciare il dito sullo schermo da sinistra a destra o toccare il tasto con tre righe in alto per aprire il menu e scegliere la vista Satellite, la vista traffico, la vista rilievo, la vista di piste ciclabili, il servizio trasporto pubblico, la vista Google Earth e l'elenco dei posti salvati preferiti.
Google Earth, la vista in 3D di ogni luogo della Terra, richiede l'installazione dell'app Google Earth, separata da Google Maps.
Sulla mappa ci sono anche tre pulsanti fluttuanti:
- Quello in alto a destra con simbolo della bussola serve a puntare il nord quando toccato.
- Quello col tondo in basso mette noi al centro della mappa, con un punto blu.
- Quello Blu con la freccia invece apre il navigatore per ottenere indicazioni stradali.
Se il tasto blu ha il disegno della macchina, si può toccarlo e tenerlo premuto per avviare immediatamente il navigatore verso il punto selezionato.

La mappa si può scorrere usando uno o due dita sullo schermo.
Si può inclinare l'inquadratura della mappa scorrendo due dita da su a giù e si può cambiare orientamento muovendo due dita in rotazione.
Facendo un doppio tocco sulla mappa e tenendolo poi premuto, con un solo dito, si può poi fare lo zoom spostando il dito su e giù.

Se si cerca un luogo, questo viene indicato sulla mappa con un fungo rosso; Esso compare anche premendo su punto qualsiasi della mappa questo viene selezionato e appare il fungo rosso.
Toccando il fungo rosso si apre una scheda con i dettagli di quel punto e con due pulsanti, uno per salvarlo nei preferiti, l'altro per condividere quel punto con un altra persona su Facebook, su Whatsapp, via SMS o altre app
Si può anche aprire la vista Street View, se disponibile, di quel punto scelto, per vederlo fotografato a 360 gradi.

Da PC si possono inviare indirizzi Google Maps a Android e iPhone in modo da rendere più veloce la ricerca.

3) Navigare verso un luogo scelto.
Una volta scelto un luogo, questo compare con un pu si vedrà un cerchio nell'angolo in basso a destra con l'icona della macchina che apre il navigatore GPS turn by turn.
Per impostazione predefinita il pulsante ha l'icona della macchina, ma è anche possibile cambiare e chiedere indicazioni per andare a piedi oppure in bicicletta.
La scelta tra auto, mezzi pubblici e a piedi si fa toccando i pulsanti in alto nella schermata successiva.
Qui c'è il punto di partenza che, di solito, è "la tua posizione", il punto di arrivo, un'anteprima della mappa e la scritta per avviare il navigatore e iniziare con le indicazioni stradali.
C'è anche un tasto di Opzioni per scegliere di evitare autostrade, pedaggi o traghetti.
Nell'anteprima della mappa è indicato anche il tempo di arrivo che è colorato di verde, di giallo o di rosso a seconda del traffico.
Il tempo di arrivo stimato senza traffico è anche specificato e si troveranno anche informazioni su eventuali incidenti o lavori nel percorso.
Molti ignorano che scorrendo la pagina verso il basso si trovano i percorsi alternativi, da guardare nel caso non si sia convinti dell'itinerario suggerito.

Il navigatore di Google Maps funziona anche senza connessione internet

4) Durante la navigazione in macchina
Lo schermo è tutto dedicato alla mappa e basterà quindi seguire la strada indicata di Blu.
Durante la navigazione si può muovere la mappa; premendo su riprendi, si torna al navigatore.
In basso la barra segna il tempo rimanente, i chilometri da percorrere e due pulsanti, uno per cambiare tipo di vista, l'altro per vedere i percorsi alternativi.
Cambiando tipo di vista si può chiedere di visualizzare la situazione del traffico sulle strade e attivare la vista satellitare.
Premendo la X si apre l'anteprima dell'itinerario da seguire con la mappa bidimensionale, più facile per controllare se tutto va bene o se ci sono incidenti in giro.
Da questa schermata, toccare la barra in basso per vedere l'elenco delle indicazioni stradali e tutte le vie dell'itinerario.
Toccando ogni singola parte dell'itinerario, la si potrà vedere sulla mappa e si potranno scorrere tutte le tappe premendo le freccette in basso a destra.
Toccando il tasto con tre pallini in alto a destra si possono condividere le indicazioni stradali con altre persone su Whatsapp, Gmail, SMS o altro.

5) Navigatore con mezzi pubblici
Quello che cambia nelle modalità di navigazione alternative, con mezzi pubblici sono le opzioni.
Si può scegliere il percorso migliore, solo autobus o solo treno o metropolitana, con meno tratti a piedi e meno cambi possibile.
Google Maps è capace anche di dirci a che ora arrivano gli autobus alla fermata oltre ai tempi di percorrenza.

6) Cronologia posizioni
Google Maps, per impostazione predefinita, salva una cronologia di tutti i posti in cui si va e degli spostamenti fatti.
Del fatto che i posti in cui andiamo e gli spostamenti sono registrati su Android dove è anche spiegato come disattivarla.

7) Impostazioni
Dal menu di sinistra che compare spostando il dito da sinistra a destra, si può scorrere in basso e trovare il tasto delle impostazioni.
Dalle impostazioni è utile segnare gli indirizzi di casa e lavoro, gestire la cronologia e gestire la geolocalizzazione.

8) Aggiungere limiti di velocità a Google Maps con l'app Velociraptor.

LEGGI ANCHE: Usare funzioni nascoste in Google Maps con piccoli trucchi

Google Maps su Android o anche su iPhone funziona solo con connessione internet come navigatore.
Si può però esplorare una porzione di mappa già vista in precedenza o salvata anche senza connessione internet.
Per usare il navigatore invece è necessario attivare anche il GPS che su Android è la localizzazione ad alta precisione.

Se si cercasse un'alternativa a Google Maps, navigatore satellitare Nokia Here Maps per Android e iPhone è gratis e offline.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)