Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Opzioni per il risparmio energia in Windows 7 e Fix It automatico

Pubblicato il: 4 novembre 2011 Aggiornato il:
opzioni risparmio energia Quando Windows 7 venne rilasciato al pubblico, uno dei punti di forza pubblicizzati da Microsoft fu un sensibile miglioramento del risparmio energetico e, di conseguenza, un minor consumo di batteria per i portatili.
Una delle caratteristiche principali che si possono notare subito dopo un'installazione di Windows 7 è l'oscuramento dello schermo dopo un certo periodo di tempo.
Inoltre, tante altre cose vengono disattivate automaticamente se il pc rimane acceso ma non viene utilizzato, ed è importante sapere cosa e come cambiare tali opzioni.
In diversi articoli ho parlato del risparmio energetico in Windows per ottimizzare le batterie dei portatili, in generale, anche sfruttando programmi esterni.
In questa piccola guida invece vediamo come usare le impostazioni del risparmio energetico di Windows 7, per risparmiare energia anche sui pc fissi (e pagare meno soldi in bolletta), spiegando cosa avviene quando il pc va in sospensione e come risolvere eventuali problemi o errori che provocano un consumo troppo veloce della batteria.

Per accedere al piano di risparmio energia di Windows, bisogna andare sul menu Start e scegliere le Opzioni risparmio energia dal Pannello di controllo.
Windows 7 offre tre combinazioni predefinite per l'alimentazione energetica: Bilanciato, Risparmio energetico, e prestazioni elevate.
Per vederle tutte potrebbe essere necessario cliccare su "Mostra combinazioni aggiuntive".
È inoltre possibile creare una combinazione personalizzata di energia cliccando sul link nella barra laterale a sinistra.
Ogni piano predefinito può comunque essere cambiato premendo dove è scritto Modifica impostazioni combinazione.
Nella finestra che segue si possono cambiare le impostazioni di base: tempo per la disattivazione dello schermo e per la sospensione del computer.
Se si utilizza Windows 7 su un computer portatile, le opzioni sono duplici, con diverse impostazioni a seconda se il computer è alimentato da batteria o collegato con la spina alla presa elettrica.
Per sfruttare al massimo la carica della batteria, conviene fidarsi e mantenere le impostazioni del piano di risparmio energetico.

La parte importante, più interessante ed anche più complessa di questa sezione è quella relativa alle opzioni avanzate accessibili premendo sul relativo link nella schermata di modifica delle impostazioni di ogni combinazione.
In questa finestra si può personalizzare il comportamento di ogni pezzo del computer riguardo l'uso dell'energia.
Il menu di opzioni è suddiviso in diverse voci espandibili cliccando sul + e modificabili da un comodo menu a scelta multipla.
Andando in ordine dall'alto verso il basso abbiamo:

- Bilanciato: è possibile impostare se è necessaria una password dopo il risveglio dalla sospensione.
Bisogna mettere SI, se si utilizza il portatile in luoghi pubblici.
- Disco rigido: si può disattivare l'hard disk dopo un certo periodo di tempo oppure si può mettere su 0 per evitare la disattivazione.
Come visto in un altro post, per evitare che gli hard disk esterni collegati via USB di disattivano, bisogna invece usare un programma esterno.
- Impostazioni sfondo del desktop: riguarda l'attivazione o meno del cambio continuo e automatico dello sfondo in Windows 7 che, ovviamente, consuma energia.

- Impostazioni scheda wireless: qui si può scegliere tra varie modalità di risparmio energetico: massime prestazioni, risparmio energetico Minimo, Medio o Massimo.
Se si sceglie la prestazione massima, la scheda wireless comunica con il router alla velocità massima assicurando piena banda.
Se invece si scegliesse il piano di risparmio energetico Massimo, l'adattatore wireless cercherà di risparmiare energia comunicando con l'access point a una velocità inferiore, riducendo quindi le prestazioni della rete ma prolungando la durata della batteria nei PC portatili.
In alcuni casi, se la connessione a internet dovesse risultare lenta, qui potrebbe essere la soluzione del problema.

- Sospensione: dopo un certo periodo di tempo, il pc va in sleep mode e ci sono varie modalità.
Nella sospensione, il computer non si spegne completamente e usa ancora piena energia per alimentare la RAM e tenere in memoria i dati ed i programmi aperti.
Monitor e hard disk sono spenti, ma non appena si tocca il mouse, il computer si sveglia.
Ibernazione invece significa che il computer si spegne ma prima salva tutto il contenuto della RAM sul disco rigido.
Quando si riavvia il computer, la RAM viene caricata dall'hard disk, in modo che si possa continuare a lavorare dal punto in cui si era rimasti.
Sospensione ibrida è un mix tra sospensione e ibernazione: il computer entra in modalità sleep, ma si può impostare anche di salvare la RAM sull'hard disk.
Questa opzione è utile se si usa il pc portatile alimentato con batteria così, quando si esaurisce o (anche se va via al luce durante la sospensione), il computer si riavvierà come se si risvegliasse dalla normale sospensione.
Abilitare il timer di riattivazione permette di svegliare automaticamente il pc dalla sospensione o dall'ibernazione, per eseguire un'operazione pianificata come per esempio il backup.
In altri articoli avevo scritto come impedire sospensioni e ibernazioni senza modificare queste opzioni di energia e di come si possa riaccendere il pc più velocemente usando lo spegnimento con ibernazione automatica.

- Le impostazioni USB servono a attivare o disattivare la sospensione selettiva delle porte USB.
La funzione di sospensione selettiva delle porte USB consente al driver dell'hub di sospendere una singola porta senza influire sul funzionamento delle altre.
La sospensione selettiva delle porte USB è particolarmente utile nei computer portatili per risparmiare energia della batteria quando i dispositivi collegati non sono in uso.

- Pulsanti di alimentazione e coperchio serve a configurare cosa deve fare il pc se si chiude il coperchio del portatile oppure se si preme il pulsante di spegnimento.
- PCI Express: può essere inattivo o con risparmio energetico moderato o massimo.
Non ho ben chiaro cosa significhi ma sui portatili lo disattiverei.
- Risparmio energia del processore è l'opzione per regolare le prestazioni della CPU al minimo o al massimo e decidere come raffreddarlo.
Questa opzione, di fatto, permette di fare l'underclock della CPU ossia di abbassare il livello massimo della frequenza del processore in modo da consumare meno (riducendo le prestazioni).
- Schermo: oltre le impostazioni di visualizzazione di base, è possibile abbassare la luminosità dello schermo.
- Impostazioni multimediali per decidere la qualità video.
- Batteria: opzione presente solo sui portatili per configurare le azioni automatiche da eseguire sul computer quando la batteria si sta scaricando.

Per finire questo post, vediamo infine come risolvere eventuali problemi o errori e ripristinare tutte le opzioni di risparmio energetico al valore di default.
Una combinazione di risparmio energia non configurata correttamente può ridurre la durata della batteria di un notebook in modo significativo.
Microsoft sa che le sue opzioni possono non essere molto intuitive per molte persone quindi ha creato un Fix It automatico per configurare al meglio le opzioni avanzate di risparmio energetico ed estendere la durata della batteria dei computer portatili con Windows e risolvere i problemi di consumo di energia del sistema.
Si tratta di un piccolo programma da scaricare e da eseguire sul pc, senza dover impostare nulla.
Esso viene eseguito automaticamente, analizza le impostazioni di energia e corregge i problemi che sono stati trovati.
Tra i vari errori risolvibili con il Fix It di Microsoft ci sono:

Periodo di tempo troppo lungo prima che il computer vada in sospensione.
Se lo screensaver impedisce lo sleep mode.
Luminosità del display troppo alta.
Adattatore wireless non ottimizzato per il risparmio energetico.
Stato del processore minimo è troppo alto.

Per concludere ricordo l'importanza di procedere con una calibrazione della batteria dei portatili per avere la carica massima.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)