Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Installare un secondo hard disk interno per espandere la memoria del computer

Ultimo aggiornamento:
installare hard disk secondarioQuando ci si trova con poco spazio sull'hard disk del computer, si è costretti ad eliminare qualcosa oppure a dover utilizzare i vari trucchi per risparmiare più spazio possibile sul computer.
In ogni caso, la scelta più ovvia è comprare un nuovo hard disk esterno cosi da archiviare la maggior parte dei file video, immagini, foto, musica e documenti.
Un hard disk esterno, però, non è proprio l'ideale perchè sono sempre più lenti rispetto gli hard disk interni e perchè non è proprio immediato da utilizzare, essendo un pezzo mobile.
Ovviamente dipende dall'uso che si fa del computer, a seconda che lo si utilizzi prevalentemente a casa oppure se si ha bisogno di portare dietro i dati ed i file che servono per usarli in giro.

La scelta migliore, nel caso in cui si voglia espandere lo spazio di archiviazione del proprio computer fisso è acquistare un nuovo hard disk da montare all'interno del pc.

LEGGI ANCHE: Come sostituire l'hard disk per potenziare il PC in un'ora

Non tutti i computer sono però costruiti allo stesso modo.
Su un computer portatile o su un sistema tutto in uno che comprende monitor e tastiera tutti assemblati in un unico pezzo, l'opzione migliore è usare un drive esterno USB e rinunciare ad aprirlo.
Se si possiede un pc desktop slim, quelli piccoli, allora dovrebbe essere possibile installare un secondo hard disk.
Se il computer è un pc desktop normale, che non sia vecchio di 10 anni fa, invece l'installazione di un secondo hard disk è un lavoro facile e veloce che può essere fatto da qualsiasi persona, anche i meno esperti.

1) Comprare l'hard disk
Si può acquistare un hard disk normale o un SSD nettamente più veloce (vedi anche i migliori dischi SSD da comprare per far andare il PC veloce come un tablet)
L'SSD va impostato come disco primario quindi bisogna seguire la guida per spostare Windows su SSD senza reinstallare tutto.
Se si installa come secondario, allora meglio un hard disk che costa meno.

2) Prima di fare qualsiasi cosa, conviene fare un backup dei dati importanti del computer con uno dei programmi backup gratuiti segnalati in un'altra pagina.
Non sarebbe necessario ma non si sa mai.

3) Scollegare tutti i cavi dal computer compresa la presa di corrente ed aprire il pc svitando l'involucro esterno, il cosidetto "case".
La maggior parte dei case dei computer fissi hanno due viti ai lati oppure una sola al centro in alto da togliere.
Basta poi sfilare, neanche troppo delicatamente, la copertura, da dietro.
Chi non ha mai aperto un computer può stare tranquillo che non troverà chissà quali magie all'interno, soltanto un sacco di spazio vuoto con alcuni chip attaccati alla scheda madre, una tavoletta verde piena di connettori e transistor.

4) Prima di toccare l'interno di un computer, i tecnici bravi scaricano l'elettricità statica presente nel proprio corpo (toccare un termosifone o un rubinetto).

harddisk 5) L'interno dei computer è simile per qualsiasi modello e l'hard disk è un pezzo di metalloch e non sarà difficile riconoscere; basta guardare quello che si ha in mano o comunque riconoscerlo dalla forma rettangolare compatta e chiusa.
Quasi tutti i computer, a meno che non sono proprio vecchi, hanno lo spazio già predisposto per l'installazione di due o più hard disk.
Si noterà che l'hard disk è avvitato all'interno di una struttura all'interno della quale si può inserire ed avvitare il secondo disco.

6) Guardando la presa con cui è attaccato l'hard disk primario, si potrà avere, se il computer è molto vecchio, un cavo IDE, largo che sembra un nastro.
Se il pc ha meno di 6-8 anni invece si troverà sicuramente un cavo SATA, più piccolo.
sataIl nuovo hard disk sarà un SATA al 99%, perchè gli IDE credo non si vendano quasi più.
I connettori all'interno del computer sono due, da slegare e distendere.
Uno è quello dell'energia, l'altro è il cavo di trasmissione dati.
Bisogna fare attenzione perchè essi potrebbero essere nascosti in mezzo alla polvere e tante altre cose.
Se dovessero mancare, nella scatola degli hard disk ed in dotazione col computer dovrebbero essere stati forniti i cavi di connessione di un secondo hard disk interno.
In questo caso, controllare dove è attaccato il primo ed effettuare i collegamenti sulla scheda madre, sfruttando le prese libere, allo stesso modo.
Se non ci fossero prese SATA libere, significa che il pc è molto vecchio e non accetta un secondo hard disk.

6) Con l'hard disk in mano, farlo scorrere all'interno della gabbia.
Questa è forse la parte più difficile dell'installazione perchè il percorso potrebbe essere bloccato o disturbato al altri cavi o pezzi vari.
Senza danneggiare nulla e, stavolta, con molta delicatezza ma decisione, inserire il secondo hard disk vicino al primo, a faccia in su (guardare il primo per vedere come sta orientato).
Una volta alloggiato nella gabbia, utilizzare la vite in dotazione per fissarlo, allineando i fori presenti sul disco con i fori nella gabbia o nel vassoio.
Alla fine, procedere all'attacco dei cavi nelle prese.

Nota: Su alcune schede madri più vecchi il secondo hard disk dovrebbe essere configurato per essere "secondario" o "slave".
La differenza tra master e slave è che il master, l'hard disk principale, viene caricato all'accensione del computer mentre lo slave funziona come uno spazio aggiuntivo.
Non c'è una regola unica, sulla faccia di un hard disk c'è sempre un disegno che identifica i pin da coprire per usare il disco come master o come slave.
Sostanzialmente, si deve mettere un pezzo di plastica (il "jumper", anch'esso è in dotazione con l'hard disk) che copre 2 degli 8 pin che si trovano sul lato posteriore del disco rigido.
Generalmente, se non ci sono pin coperti il disco funziona da slave o secondario mentre coprendo i due più a sinistra, in verticale, lo si installa come master.
In realtà poi, alla fine, se si compra un disco nuovo e lo si vuole usare come primario reinstallandoci sopra il sistema operativo, basta collegarlo alle prese dov'era quello vecchio e collegare poi quello vecchio alle prese libere.

8) Dopo aver acceso il computer, andare in Gestione dischi (Dal menu di avvio -> esegui -> scrivere il comando diskmgmt.msc) e procedere con la formattazione dell'unità con spazio non allocato.
In alternativa, con programmi simili a Partition Manager, si possono creare più partizioni dello stesso hard disk.

In caso di problemi, potete lasciare domande per provare a capire dove si sta sbagliando.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
7 Commenti
  • GIANPOLONIO RICUCCI
    25/6/14

    Buongiorno, ho un hard disk caviar blue collegato tramite usb (grazie ad un apposito kit) a un vecchio pc che non supporta il collegamento sata. visto che ho in previsione di assemblare un pc mi è sorto un dubbio. Se installo il sistema operativo su un ssd e collego tramite sata (e quindi non più tramite usb) il caviar blu (come secondo hard disk) sarò costretto a formattarlo e perdere in tal modo tutti i dati presenti al suo interno?.
    Grazie in anticipo per la risposta.

  • Claudio Pomes
    25/6/14

    No, non c'è alcun bisogno di formattare il secondo hard disk se non devi installarci sopra un sistema operativo

  • Kathie Morgan
    22/9/15

    Ciao Claudio, io ho un vecchio pentium IV con window xp...posso mettere su un secondo HD che era di un vista? Ho gia' provato ma non lo vede. Piu' tardi provero' a controllare se tutti i cavi sono collegati correttamente, ma credo di si. Ovviamente non voglio formattare questo secondo HD perche' e' pieno di files che devo salvare. Grazie mille. Kathie

  • odim1992
    12/1/16

    ciao
    io da qualche giorno sono entrato al bios e ho cambiato qualche dati , poi ho aperto il case e ho resettato il cmos , ma adesso quando accendo il computer mi da questo messaggio ( cmos checksum is bad ) ma il sistema operativo parte normalmente ,
    grazie

  • Alessandro Colautti
    30/8/16

    seguito tutto alla lettera. ma all'avvio del pc il secondo HD non è riconosciuto.


    WIN10 64 Bit
    cpu I7-4790
    ram 8gb

  • Claudio Pomes
    30/8/16

    hai seguito anche il punto 8?

  • raffaele fanelli
    14/5/17

    vorrei un consiglio
    ho assemblato un computer e ho installato il s.o. su un ssd.
    dopo all'incirca un mesetto ho montato un hard disk con l'intento di usarlo come mass storage.
    succede che nel bios l'hard disk è presente,ma windows 10 non lo rileva.
    il computer l'ho assemblato ad un mio amico (dopo aver assemblato un mio personale).sul mio non ho avuto problemi (perchè ho installato i S.O. (windows affiancato da linux) su ssd ,però era già presente l'hard disk (come mass storage);mentre su quello del mio amico l'hard disk l'ho installato successivamente (come già ho detto).per mancanza di tempo non ho affrontato subito il problema,l'ho rinviato a data da destinarsi.può essere dovuto al fatto che devo formattare l'hard disk in ntfs? oppure devo smanettare su qualche comando windows?.
    ti ringrazio anticipatamente se mi dai una delucidazione