Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Giochi

Soluzioni se Esplora Risorse ha smesso di funzionare (explorer.exe)

Aggiornato il:
Tutti i modi di risolvere l'errore: Esplora risorse ha smesso di funzionare che blocca il computer e fa sparire le finestre
errori esplora risorse Windows Explorer, in italiano "Esplora risorse" è il programma più importante del sistema operativo Windows, perchè quello che governa l'apertura delle finestre.
Si tratta di una delle spine dorsali del sistema operativo relativa non solo alla navigazione nelle cartelle e alla ricerca dei file, ma anche per il funzionamento della barra delle applicazioni, del menu di avvio e di qualsiasi programma che viene aperto.
Il messaggio di errore "Esplora risorse ha smesso di funzionare", che capitava più spesso in Windows 7, ma anche presente in Windows 10, diventa quindi molto limitante e frustrante perchè impedisce proprio il funzionamento normale del computer e chiude tutte le finestre aperte, compresi i programmi che si stanno utilizzando.
L'obiettivo di questa guida è cercare di eliminare questo problema legato al blocco di Esplora risorse, con le soluzioni più comuni e le correzioni da apportare per risolvere l'errore.

LEGGI ANCHE: Cosa fare se cartelle e finestre si chiudono da sole

Per trovare evidenza dell'esistenza del processo Explorer.exe, ossia di Esplora risorse, si deve aprire il Task Manager (o Gestione attività), premendo insieme i tasti CTRL-Maiusc-Esc .
Ordinando la lista dei processi attivi in ordine alfabetico (in Windows 10 bisogna andare alla sezione Processi di Windows verso il basso), si troverà il processo di Esplora risorse che, se si bolocca, può essere da qui terminato e riavviato.

Senza spegnere il computer, si può riavviare esplora risorse se ha smesso di funzionare andando sul Task Manager, premendo su File > Nuova attività (Esegui), scrivere explorer.exe e premere Invio sulla tastiera per far ritornare la barra delle applicazioni, le icone e le finestre cher erano state aperte.
Abbiamo visto in un altro articolo tutti i modi di terminare e riavviare explorer.exe se il desktop sparisce o si blocca.

Adesso, se l'errore del blocco di Esplora Risorse avviene una volta sola, può darsi sia stato un problema temporaneo risoltosi da solo.
In caso però l'avviso "Esplora risorse ha smesso di funzionare" capitasse spesso, se on andasse più via e se il processo di Esplora risorse di Windows si riavviasse da solo e di continuo bisogna applicare le seguenti soluzioni per risolvere questo errore in modo che Windows non si blocchi più.

1) Prima di tutto assicurarsi di aver installato gli ultimi aggiornamenti Windows, cliccando dal menu Start, su "Windows Update" (o in Windows 10 andando in Impostazioni > Aggiornamenti e sicurezza).
Inoltre, siccome la causa più comune di un errore di Explorer.exe è legato ad eventuali programmi non perfettamente compatibili con la versione di Windows in uso, bisogna sssicurarsi anche che i programmi in uso, compresi quelli che vengono eseguiti in background, siano aggiornati.
Per finire, devono essere aggiornati i driver dei dispositivi hardware (vedi qui come aggiornare i driver).

Windows Explorer può andare in tilt e fermarsi se ci sono programmi in conflitto con esso.
Per individuare questi programmi e pèrocessi colpevoli, si può usare il registro eventi.
Dal menu Start, cercare e avviare il visualizzatore eventi e poi, dal menù a sinistra, andare su Registri di Windows > Applicazione .
Sul lato destro dovrebbero vedersi molti errori che possono essere cliccati per scoprire il programma che li ha generati.
Se l'errore è ben chiaro, si potrà risolvere il problema di Esplora risorse rimuovendo o aggiornando quel software fallato.

Se la finestra su Esplora risorse ha smesso di funzionare appare quando si preme il tasto destro del mouse su un punto vuooto o su un'icona, può darsi che sia da controllare il menù e disabilitare gli elementi inutili o sospetti.
Per farlo si può usare il programma ShellExview.

2) Effettuare lo scandisk per trovare e correggere gli errori sul disco ove Windows è installato.
Lo Scandisk è un ottimo strumento interno, insostituibile con programmi esterni, che controlla se ci sono settori danneggiati sull'hard disk e che tenta di correggere eventuali problemi.
Per avviare lo Scandisk si può partire dal menu Start, cliccare su Risorse del computer, cliccare col tasto destro sull'icona del disco dove c'è Windows (in genre il disco C:), selezionare le Proprietà, andare alla scheda Strumenti, Premere sul pulsante "Esegui Scandisk" e selezionare entrambe le opzioni di controllo errori nella finestra successiva.
Siccome il disco è in uso da Windows stesso, per cominciare la scansione, bisognerà poi riavviare il computer ed attendere fino al completamento.

3) Senza alcun dubbio, se l'Esplora Risorse smette di funzionare troppo spesso, la colpa può essere di un virus, di un malware o di un trojan.
Per non lasciare nulla al caso, conviene allora fare una bella scansione completa con l'antivirus ed il suo strumento di ricerca virus sul computer.
A tal proposito consiglio di leggere la guida per rimmuovere malware completamente

4) Disabilitare i servizi che non sono Microsoft ma che dipendono da applicazioni esterne.
Dal menu Start, cercare msconfig e premere invio per far apparire l'interfaccia di configurazione di sistema.
Alla scheda di Opzioni di Avvio, rimuovere tutte le voci selezionate (anche l'antivirus, se è quello il problema).
Passare poi alla scheda Servizi e spuntare la voce "Nascondi tutti i servizi Microsoft" nella parte inferiore.
Questo garantisce che solo i servizi di terze parti vengano visualizzati e si possono, temporaneamente, disabilitare tutti.
Alla fine, riavviare il computer, verificare che tutto funzioni correttamente, riavviare Msconfig e, passo passo, riattivare uno ad uno i servizi ed i programmi del menu avvio per trovare quello che provoca il blocco di Windows.

5) Se c'è proprio un problema di sistema, una soluzione efficace è quella di fare il controllo di tutti i file di Windows, con ricerca di quelli dispersi o danneggiati e con sostituzione automatica di questi con la versione originale dei file di sistema.
Praticamente è come un ripristino dei file originali di Windows, nel caso ci siano errori o mancanze.
Per avviare questo tipo di scansione si deve andare su Start, Programmi, Accessori, individuare il prompt dei comandi ed avviarlo con diritti di amministratore (tasto destro, esegui come amministratore).
Nella finestra nera, scrivere sfc /scannow e premere invio.
Questa scansione e sostituzione di file di sistema Windows, potrebbe avere maggior successo se si avvia il computer in modalità provvisoria (tasto F8 all'avvio del pc).
Per altri dettagli vedere l'articolo su SFC e la soluzione dell'errore file non trovato.

6) L'errore di esplora risorse potrebbe anche derivare da un blocco della Ram perchè la memoria del computer è danneggiata.
Su Windows 10, 8, 7, si può fare laverifica della memoria RAM vviandola dal menu Start, scrivendo memoria nella casella di ricerca e trovando lo strumento di Diagnostica memoria.
Lo strumento di diagnostica memoria Windows si trova anche dal Pannello di controllo, tra gli strumenti di amministrazione.

7) Il messaggio di errore di Esplora risorse può essere visualizzato se il desktop di Windows o una qualsiasi cartella contiene file corrotti o danneggiati.
La causa più comune sono i file multimediali, audio, video ed elementi flash.
Può anche essere che si riscontra il problema solo quando si apre una cartella specifica in Windows Explorer.
Sostanzialmente, si tratta di individuare il file corrotto, spostarlo o cancellarlo.
Se non si riesce ad eliminare questo file usando le finestre (perchè come ci si preme sopra, il pc si bloccca), bisogna rimuoverlo dal prompt dei comandi DOS.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte
Info sulla Privacy