Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Creare macchina virtuale con Hyper-V in Windows 10 e 8

Pubblicato il: 1 settembre 2016 Aggiornato il:
Come abilitare Hyper-V per creare ed eseguire una macchina virtuale su PC Windows 10 e Windows 8.1
creare macchina virtuale Hyper-V è un programma nascosto che Microsoft ha integrato in Windows 10 e Windows 8.1, che si può attivare su qualsiasi PC per avere un sistema di virtualizzazione di sistemi operativi.
Con Hyper-V è possibile creare facilmente una macchina virtuale, ossia utilizzare un altro sistema operativo sopra Windows, che funziona in modo indipendente come fosse proprio un altro computer.
Le macchine virtuali sono software molto utili per chi ha bisogno di avere, ad esempio, due diverse versioni Windows sullo stesso computer oppure per chi vuole avere un sistema Linux a portata di mano per specifiche esigenze, per studio o per fare prove.
Precedentemente, Hyper-V era parte solo di Windows Server 2008 e solo con Windows 8 è stato reso disponibile a tutti gli utenti con versione Windows Pro o Enterprise (non c'è quindi in Windows 8.1 e 10 Home).
Vediamo quindi come abilitare Hyper-V, creare ed eseguire una macchina virtuale sul PC Windows 10 e 8.1.

LEGGI ANCHE: Migliori programmi per la virtualizzazione di sistemi operativi

Per attivare Hyper-V è necessario prima installarlo.
Non c'è nulla da scaricare, ma bisogna aprire, dal Pannello di Controllo, l'utility per disinstallare programmi.
Sulla sinistra, cliccare su Attiva disattiva funzionalità Windows e nella finestra che si apre cercare Hyper-V e metterci sopra una crocetta.
Cliccare su OK, attendere il completamento dell'installazione e riavviare il computer.

Dopo il riavvio, si potrà trovare il programma Hyper-V nel menu Start oppure in Pannello di controllo -> Strumenti di amministrazione.
Dopo aver aperto Hyper-V, si deve creare una scheda di rete virtuale in modo che il PC che si va ad installare possa accedere a Internet.
Per farlo, selezionare il PC dalla colonna a sinistra e poi aprire il menu Azione per trovare "Gestione commutatori virtuali".
Selezionare poi, come tipo di connessione, la rete esterna, premere sul tasto Crea, e quindi selezionare la scheda di rete usata dal PC nel menu a discesa e selezionare la casella di controllo "Consenti condivisione scheda di rete".
Premere su OK per salvare le modifiche e se compare un messaggio di avviso, cliccare sul tasto SI per continuare.

Una volta finita questa configurazione, si può creare una macchina virtuale cliccando col tasto destro del mouse sul nome del computer sotto il gestore di Hyper-V e selezionando l'opzione "Nuovo -> Macchina virtuale".
Basterà quindi seguire la procedura guidata ed andare Avanti dopo ogni passaggio:
- Scrivere il nome della nuova macchina virtuale e specificare, se si preferisce, un diverso percorso dove andarla a salvare come file;
- Selezionare la generazione della macchina virtuale, Generazione 1 se si vuol usare un sistema 32 bit, Generazione 2 se si usa un'installazione 64 bit;
- Assegnare la quantità di memoria RAM per la macchina virtuale (2 GB sarebbe preferibile);
- Selezionare la connessione da usare per collegare la machcina virtuale a internet, scegliendo quella creata precedentemente (questo passaggio si può anche configurare dopo);
- Selezionare la creazione di un disco virtuale;
- Scegliere come installare il sistema operativo, se da immagine ISO oppure da disco CD / DVD.
Ricordo allora che si può scaricare la ISO di ogni versione Windows gratis così come è possibile scaricare una delle tante distro Linux che si possono installare gratis.
Una volta finita la configurazione, si può avviare la macchina virtuale premendoci sopra col tasto destro e cliccando su Connetti.
La finestra che si apre è come il monitor di un computer a se, che si può avviare e dove si può installare un sistema operativo o avviare un qualsiasi sistema o programma Live da immagine ISO.
Per aprire le impostazioni di configurazione della macchina virtuale creata, basta solo cliccare sul suo nome col tasto destro.

Come programma è davvero facile da utilizzare ed ottimizzato per Windows 10 e Windows 8.1.
Volendo si possono anche importare macchine virtuali già create con altri programmi come VirtualBox.
Dalle macchine virtuali si possono anche creare Punti di controllo in modo da poter annullare le modifiche dopo un esperimento.
Ricordarsi comunque di spegnere sempre i PC virtuali avviati e di fermare il servizio di Hyper-V quando non lo si utilizza.
Per farlo, cliccare su Arresta servizio nel lato destro della finestra.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
2 Commenti
  • romer
    2/9/16

    Bella guida. Mi interessa sapere se con Hyper-V il sistema virtualizzato riconosce tutto l'hardware della macchina ospite, per esempio controller SCSI o schede di acquisizione, anche se fosse necessario installare i driver dei vari produttori.

  • Claudio Pomes
    2/9/16

    si dovrebbe (ma non ho fatto tale prova)