Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Come funziona il Powerline, segreti e limiti

Pubblicato il: 14 ottobre 2015 Aggiornato il:
Come funzionano i powerline, i possibili limiti, i difetti e i pregi di questa soluzione per estendere la rete internet a casa
pregi e difetti del powerline La tecnologia Wi-Fi ha davvero rivoluzionato il mondo e permesso a tutti di potersi collegare a internet, senza ingombro di cavi e fili, da ogni stanza di casa, anche con uno smartphone.
Il problema del Wifi è che nelle grandi case e quelle con muri spessi il segnale wifi del router può non arrivare ovunque.
Ci sono allora, come visto nell'articolo su come amplificare la rete wifi di casa, almeno tre ottime idee per estendere il segnale a tutte le stanze: usando un altro router come access point e ripetitore, usando un ripetitore wifi dedicato oppure utilizzando adattatori Powerline su rete elettrica.
Quest'ultima soluzione è quella più pulita, quella che personalmente consiglio di adottare a tutti coloro che hanno il problema di estendere la ricezione internet anche se, per il suo utilizzo, è importante sapere alcune cose fondamentali.
Detto sinteticamente, l'idea del powerline, è semplice: invece di far scorrere cavi di rete attraverso i muri di casa, è possibile utilizzare i cavi elettrici già presenti dentro le pareti come cavi di trasmissione internet.

Di seguito vediamo bene come funziona il powerline, i possibili limiti, i difetti e i pregi di questa soluzione.

1) I Kit si acquistano in in confezioni di due.
gli adattatori powerline sono fatti in modo da collegare un punto A al punto B, in cui ogni punto è una presa elettrica di casa.
Un Powerline da solo sarebbe quindi inutile.
I due adattatori si collegano uno vicino al router, l'altro al computer o altro dispositivo che si deve collegare a internet.
Il prezzo, come si può vedere su Amazon, è di appena 40 Euro massimo.

2) Connetterlo al router
Ogni rete a un router da cui partono i cavi o che trasmette il segnale wifi.
I dispositivi Ethernet Powerline non sono un'alternativa al router ma solo un modo diverso per collegare dispositivi a quel router.
I dispositivi Ethernet Powerline non sostituiscono i router, non assegnano indirizzi IP, sono semplicemente delle prolunghe dei cavi di rete.
Un adattatore powerline deve essere quindi sempre collegato al router che ha accesso internet.

3) Configurazione semplicissima.
Essendo semplici prolunghe, i powerline ethernet non richiedono quasi alcuna configurazione e sono progettati per essere pronti all'uso.
Basta quindi collegarli alle prese elettriche, collegare i cavi ethernet e basta.
Alcuni adattatori includono funzionalità di sicurezza per tenere la rete privata e protetta dall'esterno e in quel caso bisogna consultare le istruzioni per la configurazione.

4) I Powerline usano la rete elettrica.
Questo l'ho già detto ma vale la pena ripeterlo perchè per alcuni può essere fantascienza.
Usare questi dispositivi significa evitarsi di aprire il muro per far passare cavi di rete o per creare nuove prese telefoniche.
Tenere presente che la velocità teorica di trasmissione di dati sui fili elttrici tramite i powerline ethernet è di 500 Mbps.

5) I Powerline non sono però abbastanza affidabili
Sfogliando le recensioni dei vari modelli di powerline in vendita su Amazon (vedi punto 1 per il link) si possono scoprire alcune lamentele relative alla bassa velocità di internet per il dispositivo connesso.
In alcuni casi, questo può dipendere da un dispositivo difettoso, in altri invece dipende dai cavi elettrici, magari vecchi, magari non ben collegati oppure perchè le due spine a cui sono collegati i due adattatori sono troppo distanti tra loro.
Ci sono rari casi in cui i Powerline non funzionano bene e, in quel caso, bisognerebbe affrontare il problema con un elettricista.

6) I collegamenti sono limitati a casa e all'impianto elettrico.
Teoricamente il nostro vicino di casa non potrà scroccare internet da noi usando un powerline perchè il circuito elettrico della nostra casa è separato dal suo.
Siccome però possono esserci incroci particolari, può darsi anche che ci riesca ed è per questo che i dispositivi Powerline Ethernet offrono la funzione di crittografia e isolamento.
Per lo stesso principio, se in casa si hanno due o più circuiti elettrici, la connessione non funziona.
Viceversa, se si avesse una cantina o un garage collegato alla stessa rete elettrica, si potrebbe teoricamente creare una connessione internet in quei luoghi col powerline (anche se la distanza può essere un problema).

7) Le ciabatte, i moltiplicatori di spine e le protezioni di sbalzi di tensione possono compromettere la ricezione di dati.
A volte i powerline non funzionano se collegati alla presa internet con un moltiplicatore o una ciabatta.
Per avere la migliore connessione possibile, occorre inserire i dispositivi direttamente al muro.

8) Accoppiare due powerline di marche diverse può non funzionare.
In teoria questi dispositivi sono tutti uguali, ma a volte quelli di marche diverse non sono compatibili.
Meglio sempre comprarli della stessa marca se si vogliono connettere più di due punti.

9) I Powerline wireless creano una nuova rete wifi che è la stessa del router
I dispositivi più nuovi e un po' più costosi sono in grado di creare una nuova rete wifi nel punto di collegamento del Powerline, creando un nuovo segnale collegato al router principale.
In questo modo si estende il wifi in qualsiasi ambiente, anche esterno.

Se ci sono altre domande, lasciate pure un commento.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
7 Commenti
  • Unknown
    9/3/16

    Ciao, volevo sapere se esiste un ripetitore powerline da esterno.
    Io ho un box che e' sotto a dei cavi dell' alta tensione e alimentato elettricamente da una seconda rete elettrica...pertanto non ci posso entrare via cavo ma solo in wifi.
    Purtroppo pero' mettendolo all' esterno, anche se coperto, col tempo fa umidita' e si rompe.
    Lo faccio ripartire con del riattivante elettrico ma stavolta aime' non ha funzionato

  • Ugo B.
    12/6/16

    Buondì
    cosa intende per due o più circuiti elettrici nella stessa casa? Si rifeisce a derivazioni? Immagino non si riferisca alla esitenza dei due circuiti f.e.m e luce dico bene? In tal caso i due circuiti non sono in contatto tra loro perciò basterebbe ricordarsi di usare solo le prese della f.e.m e non quelle (eventuali) destinate a piccoli punti luce

  • Claudio Pomes
    12/6/16

    diciamo due contatori diversi

  • Ugo B.
    15/6/16

    Sig. Pomes grazie del tempestivo chiarimento. Ne deduco (ma mi correga se sbaglio)che se 2 circuiti un tempo giocoforza separati (fem e luce quando avevano voltaggi, spessori dei fili e contatori diversi)oggi fanno capo ad un unico contatore, la PLC possa funzionare mercè questo unico punto di contatto. Dico bene?

  • Claudio Pomes
    15/6/16

    non ti so dare una risposta sicura, devi provare, costano poco, male che va li riutilizzi altrove.

  • Unknown
    9/9/16

    Io abito in un condominio di 6 appartamenti ho applicato il Power Line nel mio appartamento e ho scoperto che il segnale arriva anche agli altri appartamenti del condominio come è possibile?

  • Angelo Deda
    31/10/16

    Salve, il mio impianto domestico è costituito da un contatore. Esso alimenta un primo pannello comandi(soggiorno e generale) ed un secondo pannello comandi(cucina). Il Router è in cucina, dove arriva la linea telefonica, mentre tutti i dispositivi che utilizzo sono nel soggiorno, e il segnale wi-fi fa fatica ad arrivare.
    Volevo chiedere se è possibile collegare i powerline da una presa elettrica della cucina, vicino al modem, ed una presa elettrica in soggiorno, per gli altri dispositivi(consolle ps3, pc, telefoni, etc.)