Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Configurare un access point Wifi come ripetitore del router primario

Ultimo aggiornamento:
Guida per aggiungere access point come ripetitore wifi per estendere il segnale wireless e collegarsi a internet da ogni punto di casa
ripetitore wifi router Abbiamo mostrato in diversi articoli come sia possibile ed anche semplice estendere una rete wifi in casa o in ufficio.
Tornando un po' alle procedure vecchia scuola, vediamo oggi come configurare un Access Point in modo da poter accedere a internet da zone in cui il segnale del router non arriva.
In particolare, questa guida riprende un discorso lasciato aperto qualche tempo fa, riguardo a come aumentare il segnale wireless con due router e ottenere un funzionamento migliore, più sicuro e stabile.
Avendo una rete cablata le cose sono piuttosto semplici perchè si può usare la rete Ethernet come spina dorsale e convertire i router secondari a semplici access point.
In una situazione priva di rete Ethernet già configurata è necessario affidarsi completamente alla tecnologia wireless per collegare insieme diversi punti di accesso insieme.
Se quindi avevo spiegato nel precedente articolo come fare una rete di router, adesso vediamo come configurare un access point wireless.
La tecnica descritta serve ad aggiungere access point per estendere il segnale wifi e collegarsi a internet da ogni punto di casa.

LEGGI ANCHE: Configurare un Router Wireless per installare un rete wifi sicura a casa

Quello che ci serve, oltre al router primario, è uno o più router secondari che saranno configurati per funzionare come dei ripetitori.
Prima di iniziare, collegarsi al router primario e segnarsi alcune informazioni come il nome della rete, la password, l'indirizzo IP ed anche il Mac Address.
Il router secondario, quello che diventerà Access Point, deve essere resettato premendo per trenta secondi con una penna il pulsante piccolo sul retro, in modo che possa essere configurato da zero.
Nel caso di problemi, collegare il router a un computer tramite cavo Ethernet e seguire la guida su come resettare il router per ripristinare la configurazione predefinita (factory reset).
Per accedere al pannello di configurazione del router adesso basta inserire login e password predefinite per quel tipo di router che dovrebbe essere admin admin.
Queste credenziali vanno cambiate al primo accesso nelle impostazioni generali.
Tenere conto che l'accesso al router richiede di collegarsi alla rete dello stesso, tramite cavo oppure anche collegandosi alla rete wifi generata dal router stesso.

Dopo aver reimpostato il router secondario e assegnato una nuova password è il momento di configurarlo.
Quello che dobbiamo fare sono solo poche modifiche di impostazioni.
La loro posizione può variare a seconda della marca del router, ma non dovrebbe essere difficile trovare le opzioni che ci servono.
Passare quindi alla sezione delle impostazioni WAN (WAN Settings) e impostarla come statica senza cambiare altro (su alcuni router l'opzione Statico è nella sezione LAN)
Dopodiché è necessario modificare l'indirizzo IP del router nelle impostazioni LAN, con un qualsiasi numero che non sia lo stesso del router principale, che sia interno al range di indirizzi assegnati dal DHCP.
Per esempio, se il router principale ha indirizzo 192.168.1.1 possiamo dare al router secondario indirizzo 192.168.1.2 .
Come DNS Server scrivere l'IP del router, nel nostro caso 192.168.1.1 e disattivare l'opzione DHCP Server in modo da mantenere la configurazione semplice e poter configurare la rete solo dal router primario.

Nella sezione Wireless del pannello di configurazione del router è necessario modificare la modalità di funzionamento del router impostandolo come Access Point (AP) o come ripetitore (repeater).
In alcune configurazioni può essere necessario inserire il MAC Address del router primario, bisogna quindi aprire il pannello di configurazione del router primario collegandosi alla sua rete wifi, leggerlo e riscriverlo nel pannello di configurazione del router secondario.
La modalità di rete wireless può essere automatica (11bgn mixed), il SSID (il nome della rete) deve essere lo stesso del router primario per tutti gli access point, Il tipo di sicurezza, il tipo di crittografia e la chiave deve essere anche la stessa.
In caso di problemi, per verificare che si sta operando bene, può essere utile cambiare il nome della rete, ossa il SSID, dell'access point in qualcosa come "rete2" per distinguerla dalla "rete1" (il SSID del router primario).

L'unica configurazione dell'access point che dovrebbe essere diversa rispetto al router primario è la selezione del canale.
Vale la pena selezionare un canale per gli access point che non siano in conflitto con quello usato dal router primario.
Per esempio, se il router primario usa il canale 1 (e questo va imposto levando la configurazione automatica), bisogna dare al router secondario il canale 6 o 11 .
Sui router da 2,4 GHz, i canali che non si sovrappongono sono solo
1, 6, 11
2, 7, 12
3, 8, 13
Questo è spiegato bene nella guida su come evitare interferenze sulle reti wifi.

Adesso il router, se lo supporta, può fare da ripetitore ed essere posizionato distante dal router primario prendendo il segnale e facendolo di nuovo forte per estendere la rete Wifi.
Altrimenti, si può posizionare in una zona dove non prende la rete, attaccato alla presa Ethernet a muro (sulla porta LAN non quella WAN)
Se non si avesse una presa Ethernet a muro, l'ideale sarebbe avere un cavo lungo che collega i due router o, meglio ancora, utilizzare un adattatore Powerline da attaccare a qualsiasi presa elettrica, che funziona alla grande per collegare dispositivi di rete distanti.

In alternativa a tutto questo si può comprare un range extender wifi, che funziona come ripetitore o access point di base, che basta attaccare a una presa elettrica in posizione intermedia tra il router primario e la zona dove si vuole segnale wifi forte.
La configurazione di un ripetitore è la stessa, basterà solo collegarlo al router tramite presa ethernet e poi, dal PC, modificare nome della rete e password facendole identiche a quelle del router primario.
In alternativa si può fare un collegamento ultra rapido con la tecnologia WPS, sconsigliata però perchè poco sicura.

Note finale: Nell'articolo ho usato sempre la parola Access point, a volte in modo improprio.
Un Access Point, nel suo significato principale, è un router che porta la connessione wifi e che va collegato al modem nel caso questo non abbia connettività Wifi.
Nel nostro caso invece abbiamo inteso l'Access point come un range extender o ripetitore wifi.

LEGGI ANCHE: Collegare al modem un router nuovo senza cambiare rete

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
15 Commenti
  • Vincenzo Pagano
    9/10/15

    E' possibile collegare 2 router tramite wifi? Ho un normale router wifi in una stanza collegato ad un pc e naturalmente alla linea telefonica. Vorrei installare nell'appartamento adiacente un router che si collega al primo tramite il wifi e collegarlo a 4 pc tramite cavi lan. Come posso fare?
    Grazie

  • Claudio Pomes
    10/10/15

    certo che puoi, uno è solo access point, l'altro è router vero. questa guida va bene, per completare ti rimando anche qui http://www.navigaweb.net/2011/08/aumentare-il-segnale-wifi-con-due.html

  • Vincenzo Pagano
    10/10/15

    Grazie per la risposta, ma ho un dubbio. In realtà vicino al secondo router, che mi pare di dover essere un access point, devo collegare 4 inverter di un impianto fotovoltaico che hanno all'interno un webserver. La mia esigenza è quindi di poter accedere, tramite il PC, agli inverter.

  • Claudio Pomes
    10/10/15

    La rete è unica puoi accedervi senza problemi

  • Ric
    9/11/15

    Ciao anzitutto grazie per queste guide. Io ho provato a seguire tutto l'iter ma naturalmente ogni dispositivo è un po diverso dall'altro e anche le relative programmazioni sono diverse. Infatti ho cercato di fare tutto come descritto ma... non gira. Io ho due router wifi e volevo collegarli ad un "cube", uno di quei dispositivi che ripetono il segnale dati della telefonia in wifi. I router sono entrambi sitecom. Una volta seguito tutto l'iter di configurazione dei canali ecc ecc, mi trovo a dover collegare il router al "cube". E non so come fare... Chissà se puoi aiutarmi? :)

  • Claudio Pomes
    9/11/15

    i cube mobile sono bloccati nelle impostazioni, puoi giusto ripetere il loro segnale con un ripetitore

  • MarioLino TuttoAttaccato - 2
    5/12/15

    Cioè scusatemi ma sul sito ci sono 3 articoli che citano argomenti simili ma io non c'ho capito... i 3 gruppi dei 3 canali che citate cioè 1,6,11 - 2,7,12 e 3,8,13 mica si capisce una cosa:
    Alla fine se uno c'ha 2 reti wi-fi in casa come spiegate.... la scelta migliore qual'è ?? Cioè se uno usa il canale 1 l'altro usare il 6 o 11 oppure uno dei 6 degli altri 2 gruppi ???

  • Claudio Pomes
    7/12/15

    se hai due reti wifi, usa due canali diversi, di triplette diverse; consiglio però di evitare le due reti wifi in casa e comprare un router unico dual band

  • unocometanti
    9/1/16

    ma l'access point deve essere collegato via lan oppure no? io ne ho uno e non posso collegare la lan, posso usarlo?

  • Unknown
    25/1/16

    E' possibile utilizzare come ripetitore wifi secondario un router technicolor tg582n? grazie

  • Unknown
    19/3/16

    Vorrei un chiarimento ed un aiuto, se possibile. Ho un "cubo" 3 a cui vorrei collegare il mio telefono voip. Ho un router fritz box non di ultimo grido che ha una uscita voip. Posso collegarlo al "cubo" tramite wireless o in alternativa quale router dovrei acquistare?
    Grazie

  • Unknown
    25/7/16

    ciao,
    ho connesso un router adsl wifi ad una lan esistente che ha un altro router wifi come modem adsl. quest'ultimo ha ip 1.254.
    il nuovo AP (il router lo utilizzo solo come AP) metto lan 1.1 (che non va in conflitto con il router adsl che è 1.254) e, quando vado alla parte wan (internet) e metto IP STASTICO, cerco di mettere un ip della sstessa classe della lan ..per esempio voelvo mettere ip 1.240 subnet 255. ecc e gateway l'ip del router 1.254, ma mi dice che non posso usare ip della stessa classe.

    ho provato am ttere ip del nuo AP come 0.1 e IP STATICO come su, con dns l'ip del router ma non VA.

    cosa sbaglio?

  • Luca
    3/8/16

    Salve, complimenti per gli articoli. Le volevo fare una domanda: attualmente navigo in internet utilizzando una Sim dati della TIM, inserita in un ruoter. Quest"ultimo tramite cavo Lan è collegato ad uno switch ( dove sono collegate delle delecamere e un DVR). Non riesco ad aprire le porte del rouTer per poter accedere da remoto alle mie telecamere. Il problema potrebbe essere della TIM? Saluti

  • Domenico
    14/8/16

    Ciao, scusa volevo chiederti se si può configurare un ripetitore wifi della tplink re 200 come access point...purtroppo mi sono reso conto che il segnale wifi che volevo estendere era troppo lontano dal modem quindi volevo collegare questo ripetitore che ho comprato direttamente con un cavo ethernet proveniente dal router ed usarlo come access point per creare una nuova rete wifi. Si può fare o devo comprare un access point ?

  • Unknown
    11/1/17

    Ciao,
    prima d'ogni cosa COMPLIMENTI guida ben fatta,chiara ed essenziale.
    Ho seguito tutte le istruzioni con primario tplink e secondario un pirelli vela modificato con firmware usrobotics (ha funzionago cm primario per anni), solo.non riesco a capire se in effetti fiunziona come secondario cioè se amplifica davvero il segnale.
    Ho controllato anche con la app e mi da 2 segnali con lo stesso nome e canali diversi peró non vedo un miglioramento del segnale, inoltre non riesco più ad entrare nel menú di config del secondario.
    Che posso fare per verificare il reale beneicio della nuova configurazione?
    Come posso rientrare nel menu del secondario?

    Grazie