Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Pulitori di registro (Registry Cleaner): più problemi che benefici

Pubblicato il: 8 marzo 2012 Aggiornato il:

problemi con i pulitori di registro Uno degli argomenti più gettonati nei siti e nei blog di informatica è quello dei Registry Cleaner ossia dei programmi che eseguono la pulizia delle chiavi di registro del sistema Windows.
Lo sviluppo di questo tipo di software è fiorito negli ultimi anni ed i produttori cercano continuamente di convincere gli utenti che essi hanno bisogno di pulire il registro dagli errori scaricando o anche comprando i loro prodotti.
Il risultato promesso è quello di un computer più veloce ed efficiente.
Sarà davvero cosi?

Non posso qui dare una risposta con prove empiriche ma, basandomi sull'esperienza, posso affermare, senza troppe remore, che un programma di pulizia del registro porta più danni che benefici.

Il Registro di Windows è un enorme database contenente migliaia di voci in cui sono scritte informazioni riguardo le impostazioni e la configurazione del sistema operativo e dei programmi.
Un pulitore di registro è in grado di controllare la validità di queste voci, eliminando quelle obsolete che si riferiscono a programmi disinstallati.
Il problema è che, se la pulizia del registro dovesse sbagliare e cancellasse qualche chiave indispensabile al computer, Windows potrebbe non partire più.
Anche in questo blog ho ricevuto diversi commenti di aiuto per l'uso sbagliato di un registry cleaner.
Anche se poi tutto andasse bene, dopo una scansione potrebbe essere consigliata la rimozione di un centinaio di chiavi invalide e, considerata la dimensione dell'intero registro di sistema, si capisce quanto sia ininfluente tale aggiustamento.
Che questo centinaio di chiavi invalide rimangano o vengano cancellate non fa quindi alcuna differenza nelle prestazioni complessive del computer.

Tutto questo solo per consigliare di diffidare da quegli annunci ed articoli in cui è scritto che un pulitore del Registro di sistema o uno di quelli che cancella file obsoleti migliora le prestazioni del computer.

Un Registry Cleaner però non è un programma del tutto inutile se preso per quello che è.
Tanto per cominciare, per avere il miglior programma che pulisce il registro di sistema di Windows non serve pagare, basta soltanto scaricare Ccleaner.
Questo programma è la base dei Registry Cleaner e, anche se non va troppo a fondo, assicura da ogni rischio di fare errori.
Ancora una volta ci tengo a ripetere che, anche con Ccleaner, non ci sarà alcun aumento di prestazioni percettibile sul computer.
Il motivo per cui vale la pena usarlo ogni tanto è soltanto quello di fare la manutenzione del computer col beneficio di correggere quei piccoli errori provocati dall'uso quotidiano.
Piuttosto che usare Ccleaner o altri programmi per pulire il registro Windows ed i file obsoleti, potrebbe invece essere conveniente l'uso di un disinstallatore completo dei programmi che rimuove anche le chiavi di registro ad esso associate.

Andando avanti col ragionamento, altri programmi del tipo "cleaner" promettono di ottimizzare il registro di sistema facendone la deframmentazione.
Il Registro viene però caricato nella memoria RAM del computer (non nel disco) quando viene avviato, quindi la deframmentazione, in realtà, non ha alcun effetto sulle prestazioni globali.
Se si volesse deframmentare il Registro di sistema si può sempre usare un programma come Auslogics Registry Defrag o altri editor avanzati del registro di sistema, consigliati comunque solo agli esperti.

Parlando di storia antica, Microsoft, diversi ani fa, lasciava scaricare un suo Registry Cleaner chiamato RegClean per Windows 98.
A causa di problemi e lamentele nel suo utilizzo, RegClean è stato ritirato.
Questo è quello che avviene quando persone poco esperte e poco capaci col computer si mettono a giocare con questi tool e Microsoft ha capito subito che era meglio non dare tale possibilità.
Magari non è cosi determinante come motivo però bisogna notare che, se la pulizia del Registro di sistema fosse così importante per Windows, Microsoft avrebbe sicuramente incorportato, tra gli strumenti di Windows, oltre al tool per deframmentare il disco, un buon Registry Cleaner che invece è assente anche in Windows 8.
Alla fine quindi potremmo dire che:
I pulitori di registro non offrono alcun aumento sensibile delle prestazioni;
I pulitori di registro possono creare problemi ai computer;
Anche se funzionano senza dare problemi, sono spesso uno spreco di tempo.

Per aumentare le prestazioni del PC, ci sono altri modi molto più efficaci (vedi alcuni consigli per velocizzare Windows 7 e Vista), evitando di cadere in facili tranelli.
Ccleaner resta comunque utile da avere sempre a portata di mano per una manutenzione più o meno regolare ma senza pensare che, senza di esso, il computer va più lento perchè ci sono altri motivi (vedi come gestire l'avvio dei programmi in esecuzione automatica su Windows)


Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)