Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows 10 Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Giochi

Differenze tra Windows 10 Pro e Home

Aggiornato il:
Quali sono le differenze tra Windows 10 Pro e Windows 10 Home e quando conviene di più avere l'edizione Pro sul PC
windows 10 pro Da sempre Windows ha avuto diverse versioni (in questo caso si parla però di "edizioni"), che con Windows 10 sono state ridotte, parlando del mercato consumer, a due: Windows 10 Pro e Windows 10 Home che viene spesso preinstallata sui nuovi PC
Per chi è curioso di sapere se conviene usare la Pro invece che la Home e, quindi, le differenze tra Windows 10 Pro e Windows 10 Home, vediamo sinteticamente e senza perdersi in dettagli tecnici cosa ha una in più dell'altra e chi avrebbe più bisogno di utilizzare una versione Pro al posto della più classica edizione Home.

Prima di tutto bisogna tener conto che tutte le principali funzioni di base di Windows 10, come il Browser Edge, lo store applicazioni, ilmenù Start e l'assistente vocale, sono presenti in entrambe le versioni Pro e Home.
Detto in due parole, ci sono due differenze fondamentali di base tra Windows 10 Pro e Home: il prezzo e la quantità di RAM supportata dai sistemi operativi.

Tanto per cominciare, come già visto nell'articolo su Edizioni e prezzi di Windows 10 per PC Home e Pro, se si compra un nuovo PC e c'è sopra già installato Windows 10, questo è sicuramente Windows Home.
Il prezzo pieno dell'edizione Home è di 145 Euro, mentre Windows 10 Pro costa ben 260 Euro.
Come visto è comunque possibile comprare una licenza di Windows 10 Pro e Home a pochi Euro su Amazon cercando le licenze Retail (addirittura al momento si può comprare Windows 10 Pro a 4 Euro su Amazon).

Per quanto riguarda la quantità di RAM supportata, invece, la differenza è che Windows 10 Home supporta fino a 128 GB di RAM, che è tantissimo (un PC di casa difficilmente avrà più di 16 GB di RAM), mentre Windows 10 Pro supporta fino a 2TB di RAM, praticamente infinita.

Per quanto riguarda le differenze di funzioni tra Pro e Home incluse nel sistema, queste sono piuttosto limitate.
Windows 10 Pro ha, in più rispetto a Windows 10 Home, alcuni strumenti utili in ambito aziendale, che più difficilmente saranno utilizzate in un computer di casa, ma che ancora potrebbero essere utili sui PC portatili.
Le funzioni di Windows 10 Pro più importanti che non sono presenti in Windows 10 Home sono quindi:

1) BitLocker, il software di crittografia di Microsoft integrato in Windows 10 per proteggere le unità disco all'interno del computer ed anche le chiavette USB o dischi esterni.
BitLocker è particolarmente utile per chi viaggia spesso, in modo da poter proteggere i file personali in caso di furto o smarrimento con password dell'account Microsoft.

2) Desktop Remoto
Windows 10 ha due funzionalità con nomi simili al suo interno: Connessione desktop remoto e Assistenza remota.
Su PC Windows 10 Home e Windows 10 Pro è possibile avviare connessioni desktop remoto, in modo che la macchina "master" controlli la macchina slave e tutte le sue risorse.
Solo i computer Windows 10 Pro, però, possono essere controllati a distanza da un utente separato in remoto (in pratica il PC può essere usato con un altro utente da remoto senza che sullo schermo si veda cosa fa ed anche mentre viene usato da qualcuno in prima persona) mentre i computer Windows 10 Home non possono.
Quello che si può fare in Windows 10 Home è chiedere l'assistenza remota di cui ho già parlato, che è piuttosto uno strumento educativo e di supporto tecnico.
All'interno di un'azienda o anche di un piccolo ufficio, il desktop remoto di Windows 10 Pro è sicuramente utile per accedere ai PC anche da casa.

3) Hyper-V è lo strumento per creare e gestire macchine virtuali sul computer.
Avere un altro PC virtualizzato all'interno del proprio computer è qualcosa di tecnico che viene fatto in azienda oppure a casa da chi si diverte, per studio o per hobby, a fare test su un PC virtuale senza doversi preoccupare di fare danni sul PC reale.
La virtualizzazione crea un ambiente operativo sicuro all'interno del PC che consente di eseguire diversi sistemi operativi, che può essere Linux, versioni future di Windows 10 o anche versioni precedenti di Windows.
Una volta installato Windows 10 Professional, sarà comunque necessario installare Hyper-V manualmente dalle funzioni aggiuntive di Windows 10.

4) Windows Update per aziende
Il processo di aggiornamento del sistema Windows 10 tramite Windows Update è diverso in Windows 10 Pro e Home.
Windows 10 Home scarica immediatamente le patch, consentendo di posticipare l'installazione per alcune ore, ma non di più.
Windows 10 Professional, invece, ha un'opzione, per sospendere gli aggiornamenti di Windows 10 e rimandarli a data successiva.
Quindi, chi usa il PC per lavorare ogni giorno, potrebbe voler decidere quando installare gli aggiornamenti e non lasciar fare al sistema e ritrovarsi ad aspettare l'installazione di un update durante una presentazione o una riunione.
Inoltre, visto che a volte gli aggiornamenti di Windows 10 possono creare problemi, chi non vuole rischiare nulla può preferire di ritardarli anche di qualche settimana e stare più tranquillo.

5) Application Guard in Microsoft Edge, di cui ho parlato in un altro articolo è una funzione che protegger il browser Edge caricando i siti in una sorta di sandbox.

6) La Sandbox di Windows
Merntre Application Guard è solo su Edge, la Sandbox è invece un modo per testare programmi senza che abbiano effetto sul sistema.
La Sandbox è un modo semplificato per avviare un ambiente virtuale autonomo, in modo che anche se si installasse un malware, il PC rimarrebbe comunque immune dai suoi effetti.
Questa funzione di Sandbox non è ancora stata rilasciata in questo momento e dovrebbe arrivare con l'aggiornamento di Aprirle 2019.

In Windows 10 Home mancano inoltre alcuni strumenti di sistema come l'editor dei criteri di gruppo, manca l'accesso assegnato e manca il supporto per aggiungere il PC ad un dominio.
E' possibile leggere la pagina di confronto sul sito Microsoft per avere maggiori dettagli.

Nel caso si fosse interessati, abbiamo visto in un altro articolo la guida per passare da Windows 10 Home a Pro.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte
Info sulla Privacy
3 Commenti
  • Richard PlaysALot
    7/3/19

    Le licenze vendute a pochi spiccioli o cmq sotto il prezzo ufficiale di microsoft dal sito microsoft, sono quasi sempre delle fregature. Le installi e dopo qualche tempo... Oh! L'attivazione non é più valida!

  • Claudio Pomes
    7/3/19

    No so quante esperienze di questo tipo hai avuto ma io le ho usate su una decina di PC e tutte ancora non hanno problemi

  • Emanuele
    8/3/19

    Infatti, non generalizziamo, come sempre bisogna fare attenzione al rivenditore dal quale si compra la licenza affidandosi alla serietà e alle recensioni, sia su siti specializzati in licenze che dai rivenditori su Amazon.
    Ad esempio, io ho acquistato licenze per Windows 10 Pro e per Office 2019 Pro Plus e non ho mai avuto problemi, comunicazione con il venditore perfetta, fattura, in caso di problemi con la chiave te ne mandano un'altra, attenzione anche al prezzo troppo basso e quindi troppo bello per essere vero, dai 10-15 euro in su possono essere licenze legali e funzionanti, a meno non le calcolo neanche.