Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Impostazioni Privacy Windows 10 da disattivare e modificare subito

Aggiornato il:

Guida alla privacy di Windows 10 per disattivare la condivisione di dati personali, sull'uso del PC e delle applicazioni

opzioni privacy windows 10 Microsoft è stata abbastanza trasparente sui dati che raccoglie dai PC con Windows 10 ed anche se difficilmente gli utenti ci vanno a pensare, le impostazioni di privacy di Windows 10 sono molto dettagliate e possono essere configurate in modo personalizzato per decidere cosa condividere con la società Microsoft ed altre app esterne.
Dal menù Start, è possibile premere su Impostazioni e poi su Privacy per vedere tutte le opzioni da modificare per proteggere la privacy dei dati sul PC. Esse sono organizzate in varie categorie, con quasi tutti gli interruttori attivati per impostazione predefinita. Mentre alcune impostazioni sono praticamente obbligatorie per l'utilizzo del PC senza limitazioni, altre invece vanno sicuramente disattivate per evitare di condividere dati privati e informazioni riguardanti il nostro modo di usare il computer e le app di Windows 10.

Policy Privacy Microsoft per Windows 10

Prima di parlare di impostazioni specifiche, possiamo sintetizzare l'informativa sulla privacy di Microsoft in 6 punti:

  • Microsoft crea un ID per ogni utente legato agli annunci pubblicitari e questo può essere disattivato nelle impostazioni generali di Privacy di Windows 10.
  • Quello che viene detto a voce usando il servizio Cortana di Windows 10 e quello che viene scritto usando lo strumento di correzione ortografica può essere registrato da Microsoft.
  • Windows supporta un servizio di localizzazione che permette ad applicazioni e servizi di sapere la nostra posizione del mondo.
  • Microsoft sincronizza automaticamente alcune impostazioni di Windows quando si accede con un account Microsoft. Questo viene fatto per fornire agli utenti un'esperienza personalizzata e integrata se si usano più PC e smartphone Windows 10. I dati che vengono sincronizzati includono le applicazioni installate e le loro impostazioni, la cronologia del browser web Edge e i preferiti, le password, i nomi di rete wireless e le stampanti condivise.
  • Microsoft colleziona altri dati utente sull'uso del computer, sui software installati, i dati di configurazione, i dati di rete e di connessione.
  • Microsoft può accedere, divulgare e conservare i nostri dati personali, compreso il contenuto di questi (come il contenuto delle email o i file in cartelle private private), quando è necessario in caso di violazione dei termini che regolano l'utilizzo dei servizi.

Impostazioni di Privacy da disattivare

Per aprire le impostazioni di privacy di Windows 10 si può passare per il menu Start o per il menu di notifica (premendo il tasto dei messaggi in basso a destra vicino l'orologio). Ci sono almeno cinque impostazioni sulla privacy di Windows 10 essenziali che bisogna modificare per ridurre la quantità di dati che Microsoft raccoglie durante l'uso del PC.

Raccolta dati per annunci pubblicitari

Nelle impostazioni generali, sotto le Impostazioni di Privacy è possibile disattivare l'ID Annunci, sotto l'opzione "Consenti alle app di utilizzare l'ID Annunci per rendere gli annunci più interessanti per tein base all'uso delle app".
Se si disattiva questa opzione, Microsoft resetta l'ID pubblicità e azzera i dati precedentemente raccolti.
In questa stessa sezione della scheda generale, è possibile disattivare le opzioni senza problemi.

Dati di localizzazione e accesso alla posizione

Si può disattivare l'accesso alla posizione se non si vuole che Microsoft rilevi dove si trova il nostro PC. Per farlo, andare in Impostazioni di Privacy, scorrere in basso la colonna di destra e sotto Autorizzazioni App premere su Localizzazione. Premere quindi il tasto Modifica sotto "Consenti l'accesso alla posizione in questo dispositivo" per disattivare l'accesso alla posizione per questo dispositivo.
Nello stesso menu, si può anche controllare se le app installate in Windows 10 hanno accesso ai dati di posizione o meno ed è possibile disattivare questo accesso spegnendo l'interruttore: "Consenti alle app di accedere alla tua posizione".
Una volta fatto, scorrere verso il basso questa schermata per trovare la lista di tutte le app e attivare la localizzazione alle app che ne hanno veramente bisogno come ad esempio l'app del Meteo e le Mappe.

Cortana

La maggior parte delle persone non utilizza l'assistente vocale Cortana su PC, quindi non si vede per quale motivo questo debba rimanere attivo comunque, visto che poi è anche piuttosto invasivo della privacy.
In Impostazioni Privacy di Windows 10, andare alla sezione dedicata a Comandi Vocali e disabilitare tutte le impostazioni. Sotto la sezione Microfono (scorrere verso il basso la colonna di sinistra), disattivare l'accesso al Microfono per Cortana. In Attivazione Vocale, disattivare tutte le opzioni. In si vede la sezione Cortana, qui disattivare l'accesso al microfono, la scorciatoia da tastiera per richiamare l'assistente, l'accesso alla schermata di blocco e tutte le altre opzioni. Sotto la sezione Messaggistica, disattivare Cortana.

Impostazioni di Ricerca

In Impostazioni, andare alla sezione Ricerca per poter configurare Autorizzazioni e cronologia e disabilitare la ricerca nel cloud (a meno che non si usa questo servizio), la cronologia dispositivo e la cronologia di ricerca.

Impostazioni privacy sulla digitazione

Uno dei problemi di privacy di Windows 10 più eclatanti è il fatto che Microsoft conservi una cronologia di digitazione che sarebbe utile per migliorare il suo sistema di correzione automatica. Questa raccolta di dati è stata molto criticata, fancedo addirittura pensare che sia presente un keylogger di Microsoft su Windows 10. In Impostazioni > Privacy > Persronalizzazione input penna e digitazione conviene quindi disattivare l'opzione sotto Info su di te.

Windows Feedback e diagnostica

Microsoft raccoglie periodicamente dati di diagnostica e feedback dal proprio sistema che servono, secondo quanto viene detto da Microsoft, a mantenere Windows 10 sicuro e aggiornato. Non c'è la possibilità di disattivare completamente questa impostazione, ma si possono limitare i dati di diagnostica che Microsoft registra sul PC in modo significativo. Per farlo, andare su Impostazioni Privacy > Feedback e diagnostica e disattivare tutte le opzioni della schermata (comprese Esperienza su misura e Migliora input e digitazione), mettendo a Dati di diagnostica, una raccolta Base al posto della raccolta completa.
Nello stesso menu, si possono anche visualizzare i dati diagnostici raccolti ed eliminarli completamente con un pulsante.
Non è finita, scorrendo verso il basso la colonna di sinistra delle impostazioni privacy, premere su Diagnostica app e disattivare l'opzione.

Altre impostazioni Privacy di Windows 10

Rimanendo in Impostazioni Privacy, vediamo brevemente le altre opzioni che è possibile personalizzare e disattivare.

  • L'accesso alla fotocamera (che è anche la webcam) e al microfono sono utili a certe app di foto e di videochat quindi non serve disattivarlo. Si può comunque scegliere quali applicazioni possono utilizzare la fotocamera e quali il microfono e disattivarla per le app non usate. Tenere presente che si parla sempre di applicazioni Windows, quelle scaricabili dallo store e non dei normali programmi desktop.
  • La cronologia Attività è una funzione utile in Windows 10 come visto in un altro articolo, ma se il PC è condiviso con altre persone, forse è meglio disattivarla dal menù di Impostazioni Privacy.
  • Info Account è un'opzione di privacy che può essere disattivata, se non si vuole che le applicazioni di Windows 10 possano sapere il nostro nome e accedere alla nostra foto o altre informazioni dell'account.
  • Calendario, Messaggistica, Email, Chiamate Telefoniche, Attività e Contatti sono opzioni in cui permettere o negare l'accesso a queste informazioni da parte delle applicazioni. Siccome sono specifiche per app come la posta o il calendario, meglio non disattivare questi interruttori.
  • Le radio si riferiscono all'uso del Bluetooth da parte delle applicazioni per inviare e ricevere dati sul dispositivo.
  • La categoria Altri dispositivi serve a decidere con quali altri dispositivi wireless sincronizzare i dati delle applicazioni. Se non si ha uno smartphone Windows Phone, Android (con l'uso di app Microsoft) o una XBox si può anche disattivare tutto.
  • Si possono qui disattivare le applicazioni in background in Windows 10, come spiegato in un altro articolo.
  • Documenti, Immagini, Video e File System sono opzioni per togliere l'autorizzazione alle app di vedere i file del computer, ma non vanno toccate per non impedire a tali applicazioni di funzionare.

Dopo aver modificato le impostazioni sopra menzionate, Microsoft non raccoglierà dati sensibili su di noi, ma è ancora possibile limitare la condivisione di informazioni inviate dal PC in uso in maniera quasi assoluta usando tool automatici per impedire la raccolta di dati in Windows 10 (da usare con cautela però, perchè alcune opzioni sono vitali per il funzionamento di alcune app).

Posta un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte Info sulla Privacy