Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Memorizzare password e login ai siti web in modo sicuro e protetto

Aggiornato il:

Temiamo di dimenticare le password o che possano essere facilmente scoperte? Vediamo insieme come memorizzarle in modo sicuro

Password accesso La regola numero uno quando ci iscriviamo ai siti online è utilizzare una password diversa dalle altre e difficile da indovinare, così da evitare attacchi hacker.
Purtroppo password così complesse possono essere facilmente dimenticate, costringendoci a utilizzare password più semplici.
Anche se abbiamo una memoria di ferro, conviene farci aiutare dai gestori password e da alcuni servizi online in grado di memorizzare le password per noi, cifrandole e proteggendole con le migliori tecnologie.
Vediamo in questa guida come salvare le password di accesso ai siti Web in modo sicuro e protetto; vi mostreremo sia i gestori di password integrati all'interno dei browser Web (e sincronizzabili con un account online), sia i servizi online in grado di gestire le password tramite estensioni per browser e app per smartphone e tablet.
In ultimo vi mostreremo anche un gestore di password completamente offline, così da poter conservare le password in un posto sicuro.

LEGGI ANCHE: Controlla se gli account con email e password sono stati rubati

1) Google Chrome

Su Google Chrome è possibile salvare le password con il gestore integrato, che si preoccuperà di sincronizzarle anche sull'account Google aggiunto.
Per poterlo sfruttare al massimo, effettuiamo prima di tutto l'accesso con l'account Google, facendo clic sull'icona Profilo in alto a destra oppure portandoci nel menu con i tre puntini in alto e cliccando successivamente su Impostazioni.
Da entrambi i menu accederemo alla schermata per la sincronizzazione dei dati: non dovremo far altro che cliccare su Attiva sincronizzazione -> Attiva e inserire le credenziali d'accesso per l'account Google da utilizzare.
Una volta effettuato l'accesso assicuriamoci che sia attiva la voce Sincronizza tutto, così da non perdere nemmeno una password.
Ora che la sincronizzazione è attiva, dovremo assicurarci che il salvataggio delle password sia attivo sul browser in uso.
Per fare questo controllo facciamo clic in alto a destra sui tre puntini, quindi portiamoci nel menu Impostazioni -> Password e attiviamo la voce Chiedi di salvare le password.
Chrome

D'ora in avanti le credenziali che inseriremo per accedere ad un sito verranno "catturate" dal browser e salvare in questa sezione.
Al prossimo accesso al sito comparirà un piccolo pop-up in alto a destra, con cui inserire le credenziali salvate.
Se vogliamo ottenere l'accesso automatico a siti, così da non dover ogni volta confermare l'inserimento delle credenziali, è sufficiente attivare anche la voce Accesso automatico, vista nella schermata precedente.
Chrome usa la crittografia per proteggere le password e integra anche un generatore di password sicure che memorizza automaticamente nel suo account (che non è necessario ricordare a memoria).
Chrome permette poi di accedere e vedere le password memorizzate in Chrome da ogni PC e smartphone, anche senza usare Chrome.

2) Mozilla Firefox

Anche Mozilla Firefox, altro browser Web molto utilizzato su PC, permette di salvare le password nel suo gestionale e di sincronizzarle tramite un account Web gratuito.
Prima di tutto creiamo un account per la sincronizzazione dei dati d'accesso in Firefox; per farlo apriamo il browser, facciamo clic in alto a destra sulle tre linee orizzontali, portiamoci nel menu Opzioni -> Account Firefox e facciamo clic su Accedi.
Si aprirà una nuova finestra, dove inserire le credenziali d'accesso per l'account Firefox da utilizzare per la sincronizzazione; se non ne abbiamo uno, possiamo crearlo sul momento facendo clic su Crea un account.
Dopo aver attivato l'account Firefox, portiamoci nel menu Opzioni -> Privacy e Sicurezza e scorriamo la pagina fino a trovare la voce Chiedi se salvare le credenziali di accesso ai siti web.


Attiviamo la voce per salvare le password di accesso ai siti Web; per aumentare la sicurezza del browser possiamo anche attivare la voce Utilizza una password principale, così da proteggere le password con una Master password, l'unica da tenere a mente.
D'ora in avanti il browser salverà le credenziali d'accesso nel suo archivio interno e, in caso di futuro accesso allo stesso sito, permetterà di inserirle automaticamente nei campi richiesti.

LEGGI ANCHE: Come salvare password in Chrome, Firefox, Edge e Safari

3) LastPass (online)

Se invece cerchiamo un sistema di gestione per password online il miglior programma online gratis è senza ombra di dubbio LastPass.
Lastpass

LastPass è un'estensione disponibile per tutti i principali browser in grado di sincronizzare le password salvate online e di renderle disponibili su qualsiasi PC o browser in cui è installato.
Le estensioni specifiche per i vari browser possono essere trovate qui in basso:

- Mozilla Firefox
- Google Chrome
- Safari
- Microsoft Edge

Se invece vogliamo utilizzare LastPass da mobile, qui in basso possiamo trovare i link per i dispositivi Android e iOS.

- LastPass per Android
- LastPass per iPhone e iPad

Gli unici due requisiti per usare LastPass è utilizzare Master password forte e usare uno dei browser menzionati in precedenza.
Prima di tutto procuriamoci un account gratuito, procedendo alla registrazione da qui -> Account LastPass.
Dopo aver inserito un indirizzo email e una password, potremo utilizzarle all'interno delle varie estensioni o nelle app indicate in alto.
Quando inseriamo delle credenziali all'interno del browser, LastPass interverrà con una finestra di pop-up in alto a destra, chiedendo di salvare le credenziali all'interno del suo archivio online.
In pochi clic potremo salvare qualsiasi credenziale e, al momento di accedere da un altro PC, da un altro browser o da un altro dispositivo, è sufficiente attendere la comparsa della finestra d'avviso, con cui compilare automaticamente i campi d'accesso.

LastPass è senza ombra di dubbio la soluzione più semplice e consigliata quindi per memorizzare tutte le password assieme, in modo protetto e centralizzato.
Ce ne sono anche altri di gestori password online come 1Password, molto celebrato e di elevata qualità come LastPass.

4) KeePass (offline)

Se non vogliamo salvare le password online, possiamo sempre affidarci ad un gestore d'archivi offline come KeePass, il migliore programma di questo tipo.
KeePass

Questo applicativo memorizza tutti i dati di accesso e le password salvate su un file criptato, accessibile solo da questo programma e solo dopo aver inserito la Master password scelta.
Se si utilizzano più computer si può usare un programma come Dropbox o Google Drive per sincronizzare le password sui computer in modo da memorizzarle online.
Tutto il funzionamento di Keepass è basato sulla Master Password, l'unica da ricordare, la quale deve essere molto forte e difficile da scoprire; quindi alfanumerica, con maiuscole e minuscole e con qualche simbolo.

Dello stesso livello di protezione sono anche altri programmi per salvare password come 1Password.

Per approfondire il discorso sui siti e sugli altri gestori di password disponibili possiamo leggere la seguente guida.

LEGGI ANCHE -> Come creare e gestire password degli account web

Posta un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte Info sulla Privacy

2 Commenti
  • KAL
    15/3/19

    Scusa, ma mi viene da ridere quando si parla di "memorizzare password in modo SICURO e PROTETTO" soprattutto quando è abbinato a Google (o a qualsiasi altro gestore on-line). Sicuro come un foglio di carta non c'è niente, saldo smarrimento o distruzione dello stesso.

  • Claudio Pomes
    16/3/19

    Ma se le password sono crittografate e questo è dimostrato, puoi pure non fidarti di Google, ma davvero andarle a decrittografare è quasi impossibile; il pezzo di carta, se lavori con PC e smartphone e usi password complesse diverse per ogni sito, ma quanto è scomodo?