Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Perchè iPhone si scarica subito e come calibrare la batteria

Ultimo aggiornamento:
Perchè la batteria su iPhone a volte si scarica improvvisamente o mostra una percentuale sbagliata della carica residua?
calibrare batteria iphone Sugli iPhone c'è un misterioso problema che coinvolge la batteria, che dopo aver fatto ricerche in forum e blog specializzati ho capito si tratta di un misterioso bug che nemmeno la Apple sa spiegarsi.
Il problema riguarda la percentuale dell'indicatore di carica della batteria dell'iPhone, che può essere completamente sballato, passare dal 45% al 12% in un secondo o, viceversa, passare da 18% al 43% un secondo dopo averlo messo in carica.
In pratica l'iPhone si scarica subito, anche se teoricamente avrebbe dovuto durare di più, come se la batteria fosse fallata.
Ancora, in altri casi, può capitare che dopo aver tenuto in carica tutta la notte il telefono, lo si prenda la mattina e lo si ritrovi scarico o quasi.
Cercando in giro ho potuto constatare come quello della percentuale sballata dell'indicatore di carica della batteria iPhone fosse un problema diffuso, soprattutto dei modelli iPhone 5S, iPhone 6 e 6S.

Apple dà molti consigli per ottimizzare la durata della batteria su iPhone in modo che possa durare il più possibile e, in particolare, si raccomanda di:
- Tenere il sistema iOS sempre aggiornato all'ultima versione.
- Controllare le app che rimangono in background per terminare, nel caso, le applicazioni che consumano troppa energia come Facebook e Instagram.
- Usare la modalità di risparmio energetico quando si va in riserva di batteria.

Su alcuni siti web c'è anche scritto che ogni problema di percentuale con la batteria si dovrebbe risolvere facendo la calibrazione della batteria dell'iPhone.
Per calibrare la batteria su iPhone bisogna procedere in questo modo:
Prima attendere che la batteria si scarichi fino a 1% e che il telefono si spenga da solo per mancanza di energia.
Metterlo poi in carica tenendolo spento, aspettando che si carichi completamente ed aspettando anche un'ora in più (in totale, lasciandolo in carica 2 ore e mezza o tre ore circa).
Alla fine, riaccendere l'iPhone tenendo premuti insieme il tasto Home e quello di accensione fino a che non compare il logo Apple sullo schermo.
Dopo la calibrazione della batteria, l'indicatore della percentuale su iPhone dovrebbe essere allineato alla reale situazione di carica, anche se il problema delle cadute improvvise e dell'errato calcolo di rilevazione di energia rimasta non si risolve affatto.

In sostanza, sono rimasto con l'iPhone a rischio di spegnimento ogni volta che la batteria arriva ad una percentuale del 20% o 30%, che non è una buona cosa.
Nei forum di supporto Apple è pieno di segnalazioni di questo tipo, e la Apple ha ammesso il problema solo per iPhone 6S, che se portati in assistenza nel negozio Apple ufficiale, dovrebbero ancora oggi essere eleggibili per la sostituzione.
Per me che ho un iPhone 5S, invece, non rimane che sperare che il bug si presenti meno frequentemente possibile, cercando di controllare spesso lo stato di carica della batteria e portandomi sempre dietro un caricabatterie portatile di emergenza.

Riguardo le batteria a ioni di litio degli smartphone può essere interessante capire come funzionano e quanto queste sono complesse, anche per poterle far durare di più in generale.
Ogni batteria agli ioni di litio è composta da lastre di ossido di litio e cobalto per il catodo positivo ed elettrodi negativi di carbonio, con dei separatori forati tra loro, avvolti in strette spirali sovrapposte.
Durante la carica, gli ioni si muovono nella direzione dell'elettrodo negativo mentre durante la scarica, si muovono nella direzione dell'elettrodo positivo.
Le batterie al litio sono più leggere delle batterie al nichel-cadmio di una volta e offrono più densità di energia, anche se hanno lo svantaggio di degradare anche se non vengono usata, perdendo circa il 5% della loro capacità di carica ogni mese (per questo se si compra uno smartphone vecchio che è in commercio già da anni, ci si potrebbe ritrovare con una batteria che dura già meno del suo iniziale potenziale).
Le batterie al litio durano più a lungo se non sono mai completamente cariche o ricaricate.
Una tipica batteria di iPhone agli ioni di litio dovrebbe durare per circa 500 cicli di ricarica completa.
Queste ed altre raccomandazioni sono state già descritte nella guida su quanto spesso caricare la batteria per prolungarne la durata

La percentuale di rilevazione può sbagliare perchè può darsi sia un'indicazione relativa, quindi se su un telefono nuovo il 100% indica una durata di 24 ore, dopo qualche anno il 100% è una durata di 8 ore.
La percentuale di durata della batteria che vediamo è poi, in realtà, solo una stima.
L'unica informazione che un telefono o un computer portatile può utilizzare per calcolare la percentuale di carica residua, infatti, è la tensione della batteria, ma non necessariamente esiste una corrispondenza 1-a-1 fra la tensione di cella e la quantità di energia rimanente all'interno.
La temperatura, degrado della batteria e la quantità di energia in fase di elaborazione sono fattori che possono influenzare tale stima facendola sbagliare.

Detto questo, l'unica spiegazione di spegnimenti improvvisi, di scarichi rapidi e della misurazione sballata della durata della batteria può essere semplicemente ricondotta ad un difetto di stima e di rilevazione e non un difetto hardware della batteria (infatti anche chi l'ha sostituita può soffrire dello stesso bug).
Quando la percentuale passa da 10% a 40% in un secondo o viceversa, semplicemente è mancata la rilevazione di uno scaricamento intermedio.
La buona notizia, per quel che vale, è che si tratta di un problema comune e che anche gli esperti riconoscono che c'è un problema con la lettura della carica di batteria residua su iPhone.
Fonte articolo: indagine liberamente tradotta dal sito Mashable.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)