Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Windows Update in Windows 10: bloccare o disinstallare aggiornamenti

Pubblicato il: 6 agosto 2015 Aggiornato il:
come funziona Windows Update in Windows 10, bloccare gli aggiornamenti automatici e disinstallare gli aggiornamenti di Windows e i driver
windows 10 update opzioni Windows Update ha subito molti cambiamenti in Windows 10 perchè Microsoft si è resa conto di quanti problemi si ripetevano sui PC di tutto il mondo a causa del mancato aggiornamento di Windows.
Secondo Microsoft tutti i PC dovranno essere aggiornati e avere la stessa versione di Windows, anche con gli stessi driver.
Inoltre le applicazioni incluse in Windows 10 come il browser Edge verranno aggiornate automaticamente attraverso il Windows Store, separato da Windows Update.
Vale la pena quindi capire come funziona Windows Update in Windows 10, come eventualmente sia possibile bloccare gli aggiornamenti automatici e come disinstallare e bloccare gli aggiornamenti Microsoft per Windows e per i driver.

La prima differenza notabile con Windows Update in Windows 10 è che nel Pannello di Controllo classico l'icona di Windows Update è stata rimossa.
Le opzioni e il controllo di aggiornamenti Windows si trova ora nel nuovo menu di Impostazioni, quello accessibile premendo il menu Start oppure premendo i tasti Windows-I, sotto la sezione aggiornamento e sicurezza.
Da Windows Update si potrà fare la verifica disponibilità aggiornamenti.
Se viene trovato un aggiornamento questo viene subito scaricato automaticamente e installato.
A differenza delle versioni precedenti di Windows, non si possono selezionare i singoli aggiornamenti da scaricare e tutti, compresi anche gli aggiornamenti facoltativi e quelli di Windows Defender (l'antivirus di Windows 10) verranno installati automaticamente .

L'unica cosa che si può fare è cliccare sulle "Opzioni avanzate" dove si troveranno alcune impostazioni piuttosto curiose a un primo impatto.
Prima di tutto è possibile scegliere se procedere con un aggiornamento automatico oppure se ricevere la notifica e riavviare il computer a comando.
Nel primo caso comunque il riavvio del PC sarà fatto quando non in uso, in un momento fermo.
In entrambi i casi, gli aggiornamenti verranno scaricati e installati automaticamente.
Si può poi deselezionare l'opzione "Scarica aggiornamenti di altri prodotti Microsoft quando aggiorni Windows".
Questo disattivare gli aggiornamenti, per esempio, di Microsoft Office e altri programmi Microsoft.
Cliccando sul link visualizza aggiornamenti installati è possibile ottenere la lista degli updates e delle patch.
In questa lista si può procedere con la procedura per disinstallare un aggiornamento di Windows se sta causando problemi al sistema.

Microsoft ha anche rilasciato un tool che consente di impedire che tali aggiornamenti vengano reinstallati automaticamente.
Il tool per bloccare l'installazione di driver e altri update per nasconderli del tutto (temporaneamente) si può scaricare da questa pagina.

Per quanto riguarda l'installazione automatica dei driver da parte di Microsoft invece c'è ancora un'opzione sepolta nel pannello di controllo che permette di impedire il download automatico di nuove versioni dei driver.
Questa opzione si trova in Pannello di Controllo > Sistema > Impostazioni avanzate di sistema > scheda Hardware.

Nella sezione delle impostazioni avanzate di Windows Update scopriamo che se si sta usando la versione Windows 10 Professional è possibile selezionare l'opzione per ritardare gli aggiornamenti.
Questo ritardo riguarda solo le nuove funzionalità di Windows e non gli aggiornamenti di sicurezza.
Il ritardo rimanda l'installazione di aggiornamenti di qualche mese.
Questa opzione è stata messa per i PC aziendali, per consentire agli amministratori di sistema di testare le novità prima che raggiungano i loro utenti.

In realtà, comunque, un modo per bloccare l'installazione di aggiornamenti automatici con qualsiasi versione di Windows 10 esiste, se il computer è connesso a internet tramite rete wifi.
Basta infatti andare nelle impostazioni Rete e internet e, nella sezione Wifi, premere sulle opzioni avanzate e poi attivare l'interruttore della connessione a consumo.
Praticamente si dice a Windows che la connessione in uso non è flat o illimitata quindi di non consumare banda di rete scaricando gli aggiornamenti in modo automatico.
Questo blocca, di fatto, ogni installazione di Windows Update.

Tornando alle Opzioni avanzate di Windows Update si può cliccare su un link che dice "scegli come recapitare gli aggiornamenti" e scoprire che Microsoft sfrutta il nostro computer per aggiornare anche gli altri.
Praticamente Microsoft aggiorna i PC Windows in giro per il mondo con un sistema di trasmissione dati simile a quello di Bit Torrent, in Peer-to-Peer, con ogni computer che condivide con gli altri gli aggiornamenti.
In questa sezione di opzioni si può scegliere, se si ritiene che questo sia un problema di privacy o se non si vuol condividere banda di rete, di disabilitare gli aggiornamenti da più posizioni o di non inviare gli aggiornamenti ai PC su internet, ma solo in rete locale.
Ad esempio, se si ha più di un PC Windows 10 a casa, lo stesso aggiornamento viene scaricato solo una volta da uno solo e poi condiviso con gli altri.
Per impostazione predefinita, Windows 10 consente il download in peer-to-peer via Internet.
Se si ritiene che questo sia un problema di privacy o se non si vuol condividere banda di rete, si può disattivare questa opzione selezionando solo "i PC sulla rete locale".
Da notare che se si esegue lo strumento di pulitura disco per cancellare i file di Windows Update, il PC non sarà in grado di inviare gli aggiornamenti ad altri computer.

LEGGI ANCHE: Ottimizzare Windows Update, download e recapito degli aggiornamenti

Per finire il discorso su Windows Update vale anche la pena notare che si si utilizza la funzione per resettare il PC e reimpostare il sistema in modo da cancellare tutto e partire da zero (l'opzione si trova nel menu Impostazioni -> Ripristino), Windows 10 manterrà gli aggiornamenti già installati.
Questo è sicuramente un miglioramento da Windows 8 e permette di tenere il PC aggiornato anche se viene riportato allo stato iniziale di fabbrica.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
4 Commenti
  • Enzo sabbathino
    6/8/15

    So che la sezione è sbagliata ma dopo windows 10 ho notato un riavvio lento con una schermata nera di 10 o 15 secondi tra il logo del costruttore e immisione del login...
    Con windows 8.1 il riavvio era velocissimo...
    Siccome leggendo qua e là mi sono reso conto che è un problema che hanno molti utenti online dopo aggiornamento vorrei chiederti se c'è una soluzione per questo e nel caso creare un post risolutore...
    Grazie per i tuoi consigli

  • POT CAS
    13/8/15

    una volta installato windows 10, come si fa a tornare, entro i 30 giorni, al win 7 o 8 precedentemente installato?

    Grazie.

  • Claudio Pomes
    17/8/15

    qui la guida per tornare a windows 8.1 o 7 http://www.navigaweb.net/2015/07/si-puo-tornare-windows-8-o-7-da-windows.html

  • Riccardo Carlin
    12/4/16

    Una domanda poniamo che mi vada bene installare tutti gli aggiornamenti di windows 10, ma di office 2016 non avendo installato tutti i programmi non capisco che senso abbia dover installare tutti gli aggiornamenti senza la possibilità di selezionare quelli che mi servono.