Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Cosa fare se un pacco Amazon non arriva o è disperso

Pubblicato il: 18 dicembre 2014 Aggiornato il:
Cosa bisogna fare se non si riceve un ordine Amazon e il pacco risulta consegnato o disperso per riottenere il rimborso o un nuovo invio
amazon pacco perso Amazon è lo store online più grosso del mondo che, a differenza di Ebay, gestisce ogni fase della compravendita, spedizione compresa.
La spedizione è gratuita se si superano i 19 Euro di spesa, diventando quindi molto conveniente.
L'unico problema con gli acquisti online e quindi anche con Amazon, è che i pacchi con dentro i prodotti acquistati viaggiano per l'Italia o per l'Europa e possono venire persi dal corriere.
I corrieri non sono dipendenti di Amazon che consegna i suoi pacchi sfruttando servizi di spedizione come SDA o Poste Italiane.
Cosa succede quindi se un pacco non arriva?
Cosa si può fare e a chi bisogna rivolgersi?
Quali garanzie e quale affidabilità fornisce Amazon?

Il problema, per fortuna, non è molto frequente perchè i servizi di spedizione sono ben organizzati.
Per la mia esperienza i prodotti acquistati online e anche provenienti da posti lontani sono sempre arrivati, in tempo o tutt'al più con qualche giorno di ritardo.
Questo almeno fino a un mese fa, quando ho dovuto affrontare il problema del pacco non arrivato.

Prima di tutto, quando si fa un ordine su Amazon, si deve aprire il sito e accedere al proprio account per verificare lo stato di un ordine.
Amazon permette di tracciare i movimenti del pacco e fornisce anche, quando il prodotto viene spedito, i dettagli di tracciabilità che poi sono gli stessi che si ottengono andando sul sito del corriere indicando il numero dell'ordine.
E' piuttosto ovvio quindi che se è passata la data prevista per la consegna e, nei dettagli di tracciabilità, il pacco si è fermato in qualche luogo che non è quello indicato dal compratore, può darsi che esso sia andato perso.
Si potrà quindi attendere due o tre giorni massimo prima di poter pensare che il pacco è, molto probabilmente, smarrito e disperso.
Aprire la lista degli ordini e cliccare, a fianco a quello non ricevuto, sul tasto del feedback di consegna.
Da qui si può subito avvisare che il pacco non è mai arrivato e lasciare un messaggio ad Amazon che dovrebbe rispondere in poco tempo.
Per stare più tranquilli però, dopo aver dato il feedback scritto, vale la pena fare subito una telefonata e saperne di più.

Aprire quindi la pagina per contattare Amazon, mettere la crocetta all'ordine non ricevuto (se quello selezionabile non è quello disperso, cliccare su scegli un altro ordine), indicare il tipo di problema in basso, che in questo caso è "Dov'è il mio ordine" e premere il tasto in fondo "Ti telefoniamo".
Immediatamente, senza attese e senza costi, si viene chiamati dal servizio di call center al numero di cellulare che abbiamo indicato nella scheda cliente.
Se anche a loro il pacco risultasse perso e dopo aver fatto i controlli del caso, si potrà richiedere una nuova spedizione o il rimborso dei soldi spesi.

Nel mio caso però il pacco risultata come "consegnato" anche se a me non è mai arrivato.
Com'è scritto anche nelle istruzioni di ricezione degli ordini, il pacco può essere stato consegnato al portiere del condominio oppure a un'altra persona che vive con noi.
Se il corriere non avesse trovato nessuno, deve lasciare un biglietto di avviso con le istruzioni per ritirarlo, ad esempio, all'ufficio postale più vicino.
Può anche darsi che sia un un errore del corriere, magari che il pacco sia stato consegnato a un vicino di casa oppure, ma è solo una mia ipotesi, a qualcuno che ha firmato per noi.
In questo caso la telefonata ad Amazon è doverosa e la procedura un po' più faticosa e lenta.
Questo perchè Amazon, per essere certa che stiamo dicendo la verità, deve contattare lo spedizioniere e assicurarsi che effettivamente c'è stato un errore.
Se lo spedizioniere fosse Poste Italiane (come nel mio caso) bisognerà attendere, con pazienza, un po' di giorni e chiamare più volte per sapere notizie.
Dopo 6 telefonate e dopo più di venti giorni sono finalmente riuscito, ad ottenere una nuova spedizione del prodotto ordinato per farlo arrivare prima di Natale, nonostante l'indagine non fosse ancora stata conclusa.
L'unica raccomandazione che mi è stata fatta è che, se quel pacco dovesse poi arrivare, bisognerà ridarlo indietro (come spiegato nella guida dei resi di Amazon) o si dovrà pagare quel pacco due volte.

Il caso di pacco non ricevuto che risulta consegnato non dovrebbe essere troppo frequente e anche per questo gli operatori del call center hanno avuto qualche difficoltà a risolverlo.
Alla fine, l'affidabilità e l'attenzione di Amazon verso il cliente non è mancata e, anche se ho dovuto chiamare più volte, non mi sono mai state trasmesse, dal call center, cattive sensazioni riguardo a un'eventuale perdita dei soldi (anche se dopo venti giorni non si può dire fossi proprio tranquillo).
Come ogni spedizione postale, anche quando si riceve un pacco, ci deve essere la firma univoca della persona che lo prende in mano dal corriere quindi, se anche può esserci da aspettare, la mancata firma è una prova più che sufficiente per richiedere un rimborso o l'inoltro di un nuovo ordine.

LEGGI ANCHE: 8 modi di risparmiare su Amazon e comprare ai prezzi più bassi su internet

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)