Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Come "taggare" le foto e controllare i Tag su Facebook

Pubblicato il: 27 giugno 2012 Aggiornato il:
Guida al "Tag" di Facebook per controllare quando il proprio nome compare nelle foto degli amici
Le Tag su Facebook Quando si viene taggati in una foto, la tag non solo rivela il nome di una persona nella foto, ma anche il link al profilo Facebook.
Se il tag è fatto bene e posizionato sul volto, chiunque abbia accesso alla foto può sapere chi è quella persona e saperne di più.
Questo può essere divertente, ma solleva anche problemi di privacy.
Questo articolo fornisce una panoramica su come "taggare" e com'è possibile controllare i tag per proteggere la propria privacy su Facebook.

Ogni volta che si viene taggati nella fotografia di un amico, si riceve una segnalazione e la foto dell'amico compare anche nel proprio album personale.
La tag quindi è un bel modo di tenere organizzate le proprie foto anche se sono state scattate da altri amici.
Oggi quindi, per scambiarsi le foto, non serve nemmeno inviarle, basta solo caricarle su Facebook e scrivere i nomi delle persone coinvolte.

Una cosa importante da sapere è che si possono taggare le foto di chiunque e viceversa.
Per esempio è possibile mettere l'etichetta sul volto delle persone che si trovano in una foto oppure aggiungere un commento o anche segnare il luogo dove la foto è stata scattata (vedi anche come creare la mappa geografica delle foto Facebook con i luoghi personali).
Si possono aggiungere tag o etichette sia sulle proprie foto che su quelle degli altri.
Per aggiungere un tag, aprire la foto, cliccare sul pulsante in basso e poi su un punto dell'immagine per scrivere l'etichetta.
Facebook mostrerà l'elenco degli amici aiutando il riconoscimento.
Alla fine, premere Invio e vedere che il nome è stato aggiunto.
Quando si taggano persone che non sono amici (e viceversa), gli verrà chiesto di approvare il tag.
Se si tagga una persona che non è presente su Facebook, l'etichetta viene aggiunta lo stesso anche se non è cliccabile perchè non associata ad un profilo.

Gli amici segnalati sulla foto riceveranno una notifica.
A seconda delle impostazioni della privacy, la foto può venir pubblicata automaticamente nel diario della persona segnata oppure può comparire nel registro per una revisione.
In ogni caso, il nome sarà associato al tag aggiunto.
Come spiegato in una guida specifica, si può attivare il controllo sul profilo di Facebook e protezione dei tag in modo da poter approvare le foto in cui si viene etichettati (l'approvazione è disattiva per impostazione predefinita).
Se una foto non dovesse piacere oppure se fosse una tag sbagliata o se, semplicemente, non si vuol pubblicare tale immagine sul proprio album di foto e sul diario, si può ignorare l'etichetta e far finta di nulla.

Nelle impostazioni di privacy, oltre al controllo delle tag, si può anche decidere se far comparire il proprio nome nei suggerimenti.
Come scritto qualche tempo fa infatti, Facebook riconosce automaticamente le facce nelle foto.
Se quindi si è stati etichettati in diverse immagini, in quelle successive è possibile che si venga riconosciuti automaticamente.
Se non si vuole mai essere contrassegnati automaticamente, si deve cambiare l'impostazione "suggerimenti tag quando vengono caricate foto che ti somigliano" mettendo Nessuno.

È possibile comunque rimuovere tutti i tag dalle foto, sia quelle proprie che quelle degli amici.
Per rimuovere un tag, aprire la foto in questione e premere su Opzioni.
Nella richiesta di rimozione semplice, si può inviare la richiesta di eliminare anche la foto oppure di bloccare quell'utente per sempre.
Tra le opzioni della finestra di rimozione di una tag, si può anche denunciare chi ha pubblicato la foto per molestie, per spam o per hacking.
A seconda della scelta fatta in queste opzioni, Facebook potrebbe decidere di cancellare la foto se riscontra irregolarità.

Le tag possono, da un lato, essere invasive della privacy, ma dall'altro anche un modo comodo di raggruppare tutte le foto in cui compare la propria faccia.
Inoltre è possibile, dalle impostazioni di Facebook, scaricare tutte le foto in cui c'è il proprio nome.
Per fortuna sono state bloccate le applicazioni che, fino a qualche anno fa, taggavano persone in modo automatico in immagini che non centravano nulla, solo per attirare l'attenzione.
Purtroppo invece è rimasta la moda di inviare auguri, ad esempio a Natale, segnando i nomi di tutti gli amici in immagini come alberi di Natale o cose simili.
Con il controllo delle tag questo problema è facilmente evitabile.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)