Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Classifica di siti più visitati su internet

Ultimo aggiornamento:
Navigando su internet penso sia inevitabile la curiosità di conoscere la classifica dei siti più visitati nel mondo e in Italia.
Nell'articolo precedente, riguardante la mappa dei migliori siti e quelli dominanti, penso sia stato chiaro che i nomi dei dominatori delle classifiche di visitatori unici, ossia quelli che entrano in una pagina di un dominio, almeno una volta, siano esattamente quelli che chiunque ha già in mente.

Ad esempio, nel mondo ci sono ovviamente Google, Yahoo, Msn Microsoft, YouTube, Facebook, MySpace, Blogger e Wordpress (le piattaforme più famose usate per fare i blog), Wikipedia, Rapidshare qualche sito cinese e tanti alti a seguire.
In Italia, la musica non cambia, i siti più visti sono sempre gli stessi come in ogni parte del mondo, con l'aggiunta di alcuni portali prettamente italiani come Libero e Virgilio più i giornali Repubblica e Corriere della Sera.
Ecco quindi che anche queste classifiche sono inutili e scontate, almeno se si pensa alle prime posizioni perchè, come detto precedentemente, internet è fatto da innumerevoli realtà sotto la dittatura di pochi.

Un normale utente quindi si trova in un oceano sterminato, senza alcuna indicazione per, ad esempio, scoprire siti nuovi in Italia oppure per capire quali siti tirano di più in questo momento, in quali spazi web partecipare per scrivere ed essere letto da più persone possibile o, ancora, per fare domande su eventuali problemi tecnico informatici e cosi via.
Per leggere una classifica globale o "ranking" dei siti più visitati bisogna andare su Alexa che è una specie di Auditel del web, pubblico e gratuito.
Alexa riesce a fornire un dato giornaliero in cui misura le visite dei siti con una percentuale chiamata "reach".
Ad esempio, questo blog è segnato con un reach di circa 0.05% dell'intero traffico web.
Questo dato, preso per buono a fiducia, da solo non serve a niente e conta soltanto se si mettesse come confronto con altri siti per capire se non altro il trend di crescita e la sua evoluzione nel tempo.
Altro dato disponibile è la classifica per tipologia o categoria di siti in modo da poter vedere, ad esempio, quali sono i più visitati siti di notiziari, di informatica, di tecnologia, di sport, di shopping, di arte e cosi via.
Anche questo dato però, a meno che non si voglia investire in pubblicità online o fare affari con qualche sito importante, è poco utile al semplice curioso che cerca novità rispetto al solito.

Google, memorizza tutte le parole più cercate dalle ricerche effettuate sul suo motore e pubblica i dati sul sito Google Trends.

In un altro post segnalai il tool di StumbleUpon che permette, selezionata una categoria, di navigare a casaccio a caccia dei siti più belli ma è innegabile che premere un pulsante che tira a caso dà la sensazione di stare a perdere tempo.

Vista l'impossibilità di avere una mappa sempre aggiornata delle novità, dei servizi e delle evoluzioni del web, non rimane che affidarsi a spazi web come blog, forum e social network dove gli utenti si scambiano opinioni e i risultati delle loro ricerche con il più classico dei passaparola.
Per chi invece volesse aprire un sito proprio, tutto cio che è scritto in questo post, credo possa risultare utile, se non altro a cercare gli spazi di mercato rimasti liberi, sia se si desidera scrivere un blog, sia se si desidera sviluppare una applicazione web.
L'importante, se si ha un'idea, è non farsi mai la domanda: "Ma se tutti i settori e argomenti sono gia coperti e non ho nulla di nuovo da inventare che sito si può mai fare?".

A riguardo, il seguito di questo articolo: "Sito o blog? conviene aprirne uno oggi in Italia?".

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)