Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows 10 Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Giochi

Cos'è l'errore 403 Forbidden e cosa fare se l'accesso a un sito è negato

Aggiornato il:
Cosa significa l'errore 403 Forbidden se compare sul browser quando si tenta di aprire un sito non accessibile e cosa fare per risolverlo
errore 403 Un errore comune quando si naviga su internet è quello della pagina bianca con scritto 403 Forbidden.
Questo errore si verifica quando il server web a cui si sta tentando di collegarsi per aprire il sito desiderato, non dà il permesso all'utente di accedere alla pagina sul browser.
In pratica c'è proprio un divieto per l'utente ad aprire la pagina, che non è detto sia sparita del tutto, ma è negata.

Questo errore 403 si verifica quando la pagina Web (o altra risorsa) che si sta tentando di aprire nel browser Web è una risorsa a cui non si è autorizzati ad accedere. Di solito si riceve questo errore perchè il proprietario del sito web, erroneamente o volutamente, ha rimosso le le autorizzazioni di accesso, magari per una manutenzione temporanea oppure perchè a causa di un errore di configurazione.
Il numero 403 è il codice di stato HTTP utilizzato dal server Web per descrivere questo tipo di errore.
Il più delle volte, non c'è molto che si possa fare per aprire un sito Forbidden, ma vale comunque la pena provare a vedere se si può risolvere in breve tempo oppure se è ancora possibile aprire il sito anche se l'accesso è negato.

LEGGI ANCHE: Significato errori HTTP se un sito non si apre o non carica sul browser

Da notare che l'errore 403, così come il 404 ed il 502, possono avere una pagina diversa rispetto quella standard che si vede in figura.
I siti Web potrebbero anche utilizzare nomi diversi per descrivere questo errore, ad esempio:
403 Forbidden
HTTP 403
Forbidden
HTTP Error 403 – Forbidden
HTTP Error 403.14 – Forbidden
Error 403
Forbidden: You don’t have permission to access / on this server
Error 403 – Forbidden
Errore 403 - Accesso negato

Come detto sopra, questo è un errore che dipende da chi gestisce il sito, quindi non c'è molto che si può fare per sistemare le cose sul proprio computer.
Quello che è importante sapere è che, per sua natura, è spesso un errore temporaneo, quindi si può provare a ricaricare la pagina o riaprire quel sito dopo qualche ora per vedere se è tornato accessibile.
Ovviamente è importante controllare che l'indirizzo del sito a cui si sta tentando di accedere sia corretto e che termini con un'estensione come .com, it, .net, .html, .php o qualsiasi altra.

A volte l'errore 403 compare quando si sta tentando di entrare in una pagina del sito non consentita per motivi di sicurezza.
In questi casi basterà caricare la homepage del sito che dovrebbe funzionare.
In altri casi potrebbe essere necessario ripetere la login al sito perchè effettivamente la pagina di accesso non è visibile senza account.
In questi casi, però, se compare l'errore 403 nudo e crudo, significa che sul sito c'è qualcosa che non va e che il server è configurato in modo errato.

È anche possibile che la pagina con l'errore sia stato memorizzato nella cache del browser.
Per testare questa possibilità, si può provare a cancellare la cache del browser ed i cookie.
Cancellare la cache non influirà molto sulla navigazione, anche se alcuni siti web potrebbero impiegare un paio di secondi in più per ricaricare tutti i dati precedentemente memorizzati.
Cancellare i cookie significa invece dover accedere di nuovo alla maggior parte degli account web.

Anche potrebbe aiutare disattivare le estensioni ed il modo più facile di farlo è caricare il sito cona la modalità in incognito.
Ancora meglio, si può provare a verificare se il sito è raggiungibile da una VPN, nel caso fosse stato oscurato dal provider di rete italiano (anche se l'errore per il sito non trovato è il 404 e difficilmente questo può risolvere un 403).

In generale, comunque, l'errore 403 Forbidden è sempre causato da un problema del sito web e non dal PC o dalla connessione internet, quindi vale la pena aspettare e riprovare, oppure provare ad aprire la versione offline del sito dalla copia cache, se disponibile.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte
Info sulla Privacy