Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Usare il cellulare come modem Wifi per navigare in internet dal PC

Aggiornato il:
Come trasformare uno smartphone Android o iPhone in un modem wifi per collegarsi a internet da PC o altri dispositivi
smartphone come modem Tutti gli smartphone di oggi possono essere utilizzati come modem per navigare su internet dal PC e questa è una cosa magnifica quando si è lontani da casa e manca una connessione wifi.
Usare il cellulare come modem wifi per il PC è anche utile come connessione di riserva nel caso in cui l'ADSL di casa o dell'ufficio avesse dei problemi o delle restrizioni che ci impediscono di navigare liberamente, in modo da non soffrire troppo l'ansia della connessione assente.
Per trasformare uno smartphone Android o un iPhone in modem è solo necessario attivare l'opzione che si chiama Hotspot, che dovrebbe essere gratuita per tutti gli operatori e compresa nell'abbonamento internet del telefono (anche per Vodafone dal 2018 anche se forse non con tutti i piani).
Certamente bisognerà tenere sotto controllo i Giga di traffico disponibili, ma se non si andranno a scaricare file grossi e se non si vedono video in streaming, la navigazione normale può essere effettuata senza problemi per lungo tempo anche per piani ricaricabili da 3 o 5 GB al mese.

Questa funzionalità modem dei cellulari è anche molto più utile rispetto al passato, visto che in molti casi i telefoni possono collegarsi a internet in 4G, che è una connessione anche più veloce rispetto le ADSL.

A seconda del modello di smartphone sono disponibili tre modalità per usarlo come modem internet per il computer o altri dispositivi: via cavo USB, via connessione bluetooth e poi anche via wifi, come se il telefono diventasse un router wifi.

LEGGI ANCHE: Offerte internet per SIM ricaricabili su tablet, chiavette e modem

Come usare uno smartphone come modem, Android e iPhone (vale quindi per tutti i telefoni Samsung, Huawei e Honor, Nokia, LG, Xiaomi ecc. e tutti i modelli di iPhone).

Sui cellulari Android si può attivare la funzione Hotspot andando nelle impostazioni del telefono, andando alla sezione Wireless e reti dove si doverebbe trovare l'opzione Tathering/hotspot portatile.

Su iPhone si può attivare la funzione modem dall'interruttore che si trova sotto Impostazioni > Hotspot personale.

Ci saranno quindi tre possibilità:
- Quella dell'hotspot Wifi portatile, che permette di usare il cellulare come un router wifi a tutti gli effetti, creando una nuova rete internet.
- Quella della condivisione Bluetooth, se il PC ha un ricevitore Bluetooth.
- Quella della condivisione USB, che si può attivare soltanto se il telefono è connesso tramite cavo al PC.

Per creare una rete wifi tutta nuova a cui è possibile collegare altri dispositivi, basta quindi attivare l'opzione dell'hotspot wifi.
Nelle opzioni di configurazione dell'hotspot su Android è possibile scegliere un nome della rete, il tipo di crittografia e la password di accesso.

In alcuni telefoni Android ci sono anche opzioni avanzate per selezionare la banda dell'Access Point, se 2,4Ghz o 5 Ghz, per scegliere il canale di trasmissione, per dare un limite di tempo in caso di inattività, per dare un limite dati ed evitare quindi che venga consumato l'intero traffico disponibile e per limitare le connessioni massime simultanee a un certo numero di utenti.
Nella schermata di configurazione è anche possibile vedere l'elenco dei dispositivi connessi all'hotspot.
A quel punto la rete wifi creata col cellulare sarà visibile nella scansione reti a tutti i computer e smartphone e basterà collegarsi e inserire la password per accedere a internet.
L'importante è, ovviamente, che la rete cellulare in 3G o 4G prenda bene.

La modalità di condivisione della connessione in bluetooth è un po' meno comodaa perchè richiede di fare una configurazione sul PC che può non essere poi così immediata.
In teoria dovrebbe trovarsi l'opzione per collegarsi al bluetooth via telefono nelle opzioni del Bluetooth di Windows o del Mac e la nuova connessione sarà vista come fosse una rete wifi normale.
In alcuni casi, può darsi che bisogni prima aggiungere il telefono nella schermata Pannello di controllo > Dispositivi e stampanti > Aggiungi dispositivo.
Una volta aggiunto il telefono, bisognerà cliccarci sopra col mouse e scegliere di avviare una nuova connessione su Access Point.

L'opzione via cavo USB, invece, è facile da utilizzare perchè funziona subito non appena attivata.
Sul computer collegato apparirà l'icona della rete internet connessa accanto all'orologio, come se fosse connesso a una rete ADSL.
L'unico problema può esserci in caso di errore di connessione a causa del driver della scheda di rete chiamata "Remote NDIS based Internet Sharing Device".
In questo caso, tenendo il telefono collegato, andare su Pannello di controllo > Gestione dispositivi > Schede di rete, disinstallare il driver del Remote NDIS e reinstallarlo.

In altri articoli è possibile approfondire con le guide per
- Attivare il Tethering su Android per usarlo come modem Wifi
- Attivare l'Hotspot su iPhone (wifi o bluetooth) per navigare da pc o tablet

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)