Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Giochi

Quali sono i processori migliori per cellulari e smartphone?

Aggiornato il:
come misurare le performance dei processori nei cellulari smartphone e tablet, quanto è importante che siano dual core o quad core e come giudicarli
processori smartphone Abbiamo praticamente detto tutto sui processori dei computer, della differenza tra CPU e su come capire la velocità di un processore multi-core ma poco sappiamo dei processori utilizzati sugli smartphone.
In questo caso sono disponibili diversi tipi di chip con diverse caratteristiche e potenza variabile in base al produttore scelto e al numero di core offerto.
In questo articolo vedremo insieme i migliori processori per smartphone, così da capire quanto sono diversi rispetto le CPU dei computer normali e quanto sono importanti i "Core".

LEGGI ANCHE -> Comprare il processore o CPU del computer; cosa bisogna sapere

I migliori processori per smartphone

Per facilitare la trattazione dell'argomento, proviamo a rispondere a 4 domande oltre a vedere se esiste un processore migliore e più veloce degli altri.

1) Le CPU degli smartphone sono tutte uguali?
produttori processori smartphone

Dal punto di vista delle materie prime le CPU sono realizzate tutte con gli stessi materiali.
Se abbiamo imparato qualcosa dal computer desktop è però che le prestazioni di un processore AMD sono diverse da quelle di un processore Intel.
Per le CPU destinate agli smartphone il discorso è lo stesso, anche se tutte appartengono alla stessa famiglia ARM (che permette di eseguire istruzioni diverse rispetto alle CPU per PC chiamate x86), sarebbe sbagliato dire che sono tutte uguali.
Attualmente sono disponibili i seguenti produttori di CPU ARM destinate agli smartphone e ai tablet:

- Apple (con i suoi procerssori ARM AXX, dove al posto delle X c'è un numero identificativo)
- Samsung (che produce le CPU ARM denominate Exynos in esclusiva per i suoi device)
- Qualcomm (leader del settore con le sue CPU ARM Snapdragon XXX, dove al posto delle X c'è un numero identificativo)
- Mediatek (le cui CPU ARM sono molto utilizzate nel settore degli smartphone di fascia bassa)
- Huawei (che produce le CPU ARM HiSilicon Kirin in esclusiva per i suoi device)

Ci sono anche altri produttori come NVIDIA e Intel ma sono meno diffusi di quelli presentati qui in alto.
Tra queste CPU le più potenti sono sicuramente quelle prodotte dalla Apple, da Qualcomm e Huawei, queste ultime in rapida ascesa grazie alla diffusione degli smartphone rilasciati da questo produttore.
Mediatek produce CPU economiche destinate alla fascia bassa del mercato, quindi non dovremo aspettarci molto in termini di prestazioni ma se puntiamo sui modelli con almeno 8 core dovremo comunque ottenere la potenza necessaria per eseguire le app più famose senza problemi.

2) Non avere una CPU buona significa cattive prestazioni?

Le prestazioni dei dispositivi mobili dipendono da tutte le componenti, CPU compresa.
Una CPU potente in un dispositivo con scarso quantitativo di RAM e memoria interna non sarà veloce e mostrerà tutti i suoi limiti molto presto, non appena eseguiamo o installiamo molte app.
Cerchiamo quindi se possibile di scegliere uno smartphone con una buona CPU ma anche con il giusto quantitativo di RAM e memoria interna, in particolare se vogliamo acquistare uno smartphone Android (in questo caso consigliamo di puntare solo su modelli con 3 GB di RAM (o superiore) e 32GB di memoria interna (o superiore), associati a una CPU Qualcomm, Huawei o Samsung).

3) Le app sono più veloci su dispositivi multi-core?

Proprio come sul PC non tutte le app mobile sono sviluppate per sfruttare più di un core.
Il multitasking può funzionare meglio con più core, ma si noterà la differenza solo su applicazioni progettate per funzionare in questi ambienti.
Applicazioni come Facebook, Twitter, Kindle non vedranno benefici significativi in velocità all'aumentare dei core disponibili; mentre app multimediali come YouTube e i giochi saranno probabilmente più veloci se ci sono più core.
Cerchiamo se possibile di scegliere solo smartphone con CPU quad-core o superiori, così da avere sempre la potenza necessaria per avviare più applicazioni contemporaneamente senza dover temere eccessivi rallentamenti.

4) I processori multi-core consumano più batteria?

Alcuni processori possono spegnere alcuni core quando non in uso, in particolare nella configurazione BIG.Little: i core vengono suddivisi in due gruppi (2+2 o 4+4) e vengono sfruttati solo i core con meno frequenza per le operazioni quotidiane, mentre quando serve più potenza si avvia anche l'altro gruppo di core con frequenza molto più elevata.
Risparmio energetico CPU

Questo permette di utilizzare quattro core a risparmio energetico nei momenti in cui lo smartphone è con lo schermo spento o con un basso carico di operazioni; non appena è richiesta più potenza l'intero carico passa ai quattro core potenti (a frequenza elevata) che possono svolgere il compito in maniera molto più veloce, il tutto senza che l'utente si accorga del passaggio (che avviene all'interno del processore in frazioni di secondo quindi senza pause o interruzioni).
Per rispondere alla domanda principale: se si sfruttano i cori a basso consumo la batteria ne beneficerà, mentre utilizzando spesso i core a frequenza elevata la batteria calerà velocemente.
Per controllare la frequenza dei processori sugli Android vi segnaliamo l'app CPU Control Free, disponibile qui -> CPU Control Free.
App CPU Control Free

Altre applicazioni di Overclock CPU Android permettono di abbassare o aumentare la frequenza della CPU.

5) Qual'è il processore migliore per gli smartphone?
Per rispondere a questa domanda conviene usare le app di confronto o di benchmarking come Vellamo o Antutu.
Attualmente la classifica dei processori presenta i seguenti elementi.
Classifica CPU smartphone

I processori più veloci sono quelli prodotti da Apple per gli iPhone di ultima generazione, seguito a ruota dal'Exynos del Samsung S9+ e dalle CPU prodotte da Huawei (che diventano ogni giorno sempre più veloci!).
Un po' indietro i Qualcomm, ma che si piazzano comunque nella parte alta della classifica dimostrando grande equilibrio tra le performance pure e il risparmio energetico anche nelle configurazioni a 8 core.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte
Info sulla Privacy