Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Come Recuperare file mancanti o persi Windows dal disco installazione o da backup

Aggiornato il:

Come trovare ogni file di Windows dal disco d'installazione o da un'immagine di backup per recuperare file di sistema persi o errati

ripristino file WindowsCome abbiamo già imparato, se il computer non funzionasse più o se ci fossero problemi evidenti, Windows 7 e Windows 10 permettono di recuperare l'intero hard disk grazie alle immagini del sistema. Una cosa che invece non si può fare è il recupero di specifici file, quando sono segnalati errori di file mancanti che derivano dagli effetti di un virus, da software mal programmati, o da maldestre operazioni manuali.

Grazie, infatti, alla funzionalità interna di backup, su Windows 7 e Windows 10 si può impostare facilmente la creazione di punti di ripristino e la clonazione del disco su un altro hard disk, interno o esterno.
Se il pc presenta anomalie o errori, basta ripristinare lo stato del computer di qualche giorno prima, quando il pc andava bene.

Per recuperare specifici file di sistema (ad esempio file dll), senza dover reinstallare per intero Windows, invece bisogna lavorare in modo diverso e si possono usare due metodi:
1) Usando il cd di installazione di Windows per i soli file di Windows.
2) Tramite l'immagine di sistema creata da un precedente backup per recuperare file persi, cancellati per sbaglio.

Prima di tutto non posso non avvertire chiunque si appresti a sostituire o ripristinare un file mancante di Windows che questa è sempre una operazione rischiosa che può anche peggiorare la situazione. Si consiglia quindi di operare solo dopo aver già fatto un backup completo del computer e se si è disposti a reinstallare tutto da zero se qualcosa non dovesse funzionare (vedi come salvare tutto prima di formattare e reinstallare Windows).

1) Recuperare il disco di installazione di Windows 7 o Windows 10 oppure di un disco di ripristino fornito dal produttore del computer (soprattutto per i portatili).
Se è stato perso, si può scaricare il DVD di installazione di Windows 7 da internet oppure usare il Media Creation Tool per scaricare il disco di Windows 10.
Dopo aver inserito il disco nel lettore DVD oppure dopo aver copiato i file d'installazione su penna USB (anche usando un programma come Rufus per masterizzare ISO su USB) o montato l'immagine ISO del sistema (vedi come montare i file ISO), è possibile usare due tipi di procedura.

Se si vuol usare la procedura automatica, In un altro articolo leggere la guida alla soluzione dell'errore File non trovato se Windows non funziona. SFC è lo strumento interno di Windows che automaticamente ripristina i file corrotti o mancanti dal disco d'installazione, senza bisogno di fare questa copia manualmente.

Se si preferisce la procedura manuale, bisogna cercare all'interno del disco d'installazione di Windows 10 o 7, un file chiamato Install.wim.
Questo file, Install.wim, si trova anche nel Windows AIK, il tool scaricabile dal sito Microsoft per creare un cd di installazione personalizzata per Windows 7.
Per aprire il file install.wim, bisogna usare un altro software, 7Zip, capace di aprire qualsiasi tipo di archivio.

NOTA per Windows 10: Se si scarica Windows 10 dal Media Creation Tool, dopo aver creare la penna USB con i file d'installazione, si troverà un file dentro la cartella Sources chiamato install.esd . Si può quindi convertire il file install.esd in file install.wim nel seguente modo:
- Creare una cartella temp dentro C
- Aprire il prompt dei comandi da amministratore e lanciare questo comando:
dism /export-image /SourceImageFile:"D:\sources\install.esd" /SourceIndex:1 /DestinationImageFile:C:\temp\install.wim /Compress:max /CheckIntegrity
Ricordare di Cambiare i percorsi delle cartelle se sono diverse.
Alla fine, dentro C:/Temp, si troverà il file install.wim.

Se nell'archivio Install.wim, aperto con 7Zip, si trovassero più cartelle, significa che ci sono varie versioni di Windows al su interno.
Per trovare quella corretta, bisogna copiare il corrispondente file .xml sul desktop, aprirlo con il notepad ed individuare all'interno la parola EditionID che dice a quale versione di Windows corrisponde quella cartella.

Adesso, dopo aver aperto la cartella corrispondente al proprio sistema operativo, si possono cercare i file di sistema mancanti che, generalmente, si trovano nelle cartelle C:\Windows\System32 o C:\Windows\SysWOW64 per i sistemi a 64 bit.
A questo punto, si possono sostituire e ripristinare i file mancanti.
Se la sostituzione non fosse possibile perchè i file sono in uso, bisogna avviare il computer usando una distribuzione Linux per penna USB e copiare i file da li.

2) Se non fosse possibile trovare i file persi sul disco di installazione è possibile provare a ripristinare i file da un immagine di sistema di Windows creata da un precedente backup.
In questo caso, aprendo l'hard disk dove vengono fatti i backup, si dovrebbe trovare una cartella chiamata WindowsImageBackup.
Aprendo le varie sottocartelle si dovrebbe arrivare a vedere una serie di file xml ed un file VHD molto grosso (se ce n'è un altro più piccolo, non è da considerare). Quella è l'immagine di backup che può essere aperta tramite il solito 7Zip.

In alternativa, si può montare il file VHD su un hard disk virtuale:
Premere col tasto destro su "Risorse del computer" e andare su "Gestione".
Aprendo gestione disco, premere sul tasto Azione in alto, poi su "Collega file VHD" e scegliere il file VHD che si trova all'interno della cartella backup.

Adesso dovrebbe comparire, in risorse del computer, un nuovo hard disk virtuale che contiene tutti i file interni al file VHD che, in questo caso, è l'immagine di backup, clone del disco C della propria installazione Windows.
Da qui si possono recuperare tutti i documenti, le foto, i video ed i file di sistema.

Dopo aver finito, si può scollegare il VHD e rimuovere l'hard disk virtuale andando in Gestione Disco, premendo col tasto destro sul Disco con i file del backup, nella parte inferiore della finestra, dove gli hard disk sono numerati.
Assicurarsi di non selezionare la casella che chiede se cancellare il file VHD.

Per montare un file VHD si può anche usare il programma VHD Attach che fa tutto automaticamente.

Se i problemi persistono, si può ripristinare il computer alle impostazioni di fabbrica oppure si possono usare i boot cd

Posta un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte Info sulla Privacy