Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Giochi

Come ottenere un indirizzo Email PEC (posta certificata)

Aggiornato il:
Dove registrare un indirizzo Email di posta certificata per inviare e ricevere messaggi a e dalla pubblica amministrazione
Pec Gratis Possedere una casella di posta elettronica certificata (PEC) che consente di comunicare via Email con la pubblica amministrazione ed inviare documenti importanti con certificazione di invio e di ricezione, alla stregua di un fax o di una raccomandata fatta alle Poste (quindi ha valore legale).
Il mittente del messaggio di posta elettronica ottiene una ricevuta che testimonia, in termini legali, la spedizione della mail e quando il destinatario legge il messaggio ottiene anche la ricevuta di consegna eseguita.
Nessuno in poche parole può ricevere una PEC e fare finta di non averla ricevuta: il sistema stesso delle PEC tiene traccia di ogni email inviata, quindi non è possibile fare i furbi
Anche nel caso in cui il mittente dovesse perdere queste ricevute, esse potranno essere recuperate dal sistema informatico che le conserva per 30 mesi.
Ma la casella di posta elettronica certificata è gratuita? Scopriamo in questa guida i servizi che offrono un periodo di prova con le loro PEC e come utilizzarle tutte insieme per usufruire di un periodo gratuito dove possiamo utilizzare le PEC senza problemi (magari dobbiamo spedire un solo documento quindi non necessitiamo di un servizio PEC sempre attivo).

LEGGI ANCHE: App PEC per ricevere posta certificata da iPhone e Android

Email normale o PEC?

La PEC non è consigliabile utilizzarla per motivi personali come, ad esempio, Gmail o Outlook, è consigliabile utilizzarla solo per inviare comunicazioni, documenti e raccomandate alla pubblica amministrazione o ad attività professionali senza dover ricorrere all'ufficio postale per fare una raccomandata o in una cartolibreria con servizio Fax attivo.
Quindi mentre da un lato avremo la nostra cara email classica con cui inviare qualsiasi cosa che non richieda certificazione legale dell'invio del contenuto, per i documenti che dobbiamo consegnare al comune, alla regione o a qualsiasi altro ente statale (ma anche se dobbiamo inviare carte ad un avvocato, ad un notaio, ad un ingegnere o architetto etc) possiamo utilizzare la PEC, così da sapere che il documento è stato correttamente inviato e letto.
Se cerchi l'indirizzo PEC di una pubblica amministrazione si possono trovare in questa pagina tutti gli uffici pubblici ed amministrativi con cui è possibile comunicare via PEC.

I migliori indirizzi email PEC con periodo di prova gratuito o prezzi bassi

In questa parte della guida vi mostreremo i migliori siti in cui registrare una casella di posta elettronica certificata PEC.
Una volta era possibile iscriversi al servizio PEC offerto gratuitamente dallo Stato, ma oggi non è più possibile quindi dovremo per forza di cose utilizzare un servizio PEC che offra almeno un periodo di prova gratuito o un prezzo molto basso, così da poterne usufruire solo quando necessario, anche utilizzando tutti i servizi (non appena scade il periodo promozionale di un servizio, possiamo passare al successivo e così via).
Per questa guida sceglieremo solo i servizi più accreditati, semplici e facili da configurare, così da poter usufruire subito della casella di posta elettronica PEC per inviare i documenti importanti alla pubblica amministrazione o a qualsiasi altra attività che richieda l'invio di documenti con certificazione dell'invio e della ricezione.

1) Register.it
Sito Register.it

Una delle PEC quasi del tutto gratuite che possiamo provare è quella offerta dal servizio Register.it, che offre una PEC con 2 GB di spazio personale con ben 6 mesi di prova gratuita, davvero tanto tempo da sfruttare gratis se dobbiamo inviare e ricevere documenti certificati tramite PEC.
Al termine del periodo di prova potremo mantenere la PEC attiva pagando 2,08€ al mese, nemmeno una cifra eccessiva se confrontata con i costi di una raccomandata o i costi dell'invio di un Fax.
Possiamo registrare la nostra PEC con questo servizio qui -> Register.it.

2) Legalmail
Sito Legalmail

Un'altra PEC molto comoda che possiamo sottoscrivere è Legalmail, che offre a tutti gli utenti ben 6 mesi di prova gratuita senza impegno.
Potremo così inviare e ricevere email in formato PEC senza alcun problema per il periodo promozionale, poi decidere se continuare o no.
Alla fine del periodo promozionale la PEC verrà a costare 25€ più IVA all'annno per il piano base con 5 GB di spazio nella casella più tanti altri servizi aggiuntivi che renderanno la nostra PEC all'avanguardia.
Possiamo registrare la nostra PEC con questo servizio qui -> Legalmail.

3) Aruba PEC
Sito Aruba PEC

Tra i provider più utilizzati al momento per aprire una nuova casella di posta elettronica PEC c'è sicuramente Aruba, che offre la PEC di base al costo molto concorrenziale di 5€ all'anno (più tasse).
Se dobbiamo aprire una PEC e dobbiamo utilizzarla a lungo, pagare solo 5€ all'anno è decisamente un ottimo compromesso, anche se le limitazioni sono evidenti (solo 1 GB di spazio offerto e poco altro).
Se vogliamo risparmiare al massimo, possiamo attivare Aruba PEC qui -> Aruba PEC.

4) Kolst
Sito Kolst

Un altro servizio molto conveniente per attivare una casella di posta elettronica PEC è offerto da Kolst, provider molto affidabile che fornisce la sua PEC con tanti servizi aggiuntivi (molti di più di quelli offerti da Aruba) al prezzo di 5€ all'anno (escluse tasse).
Anche se la casella ha solo 1 GB di spazio avremo però servizio di email alert incluso, possibilità di ricevere anche email normali insieme alle PEC, antivirus e Webmail incluso.
Possiamo registrare la nostra PEC con questo servizio qui -> Kolst.

5) Mail Pec
sito Mail Pec

Se cerchiamo un provider per la PEC economico e veloce da configurare per tutti i messaggi che inviamo e che riceviamo, uno dei migliori è sicuramente Mail Pec di Libero.
Al costo di 9,90 € all'anno avremo una casella PEC con 1 GB di spazio incluso, invio illimitato e grande sicurezza e qualità del servizio.
Possiamo registrare la nostra PEC con questo servizio qui -> Mail Pec.

6) Postecert
Sito Postecert

Anche le Poste Italiane offrono un servizio PEC riservato agli utenti interessati ad una casella di posta elettronica certificata sicura e di qualità.
Il servizio di chiama Postecert ed è possibile sottoscriverlo a partire da 5,50 € all'anno più IVA, ma il servizio base è davvero molto limitato con una casella email da soli 100MB e soli 200 invii al giorno (la concorrenza offre sicuramente molto di più a prezzi simili).
Aggiungendo opzioni a pagamento è possibile portare la casella a 1 GB ed è possibile scegliere in ogni caso il periodo di durata (1, 2 o 3 anni).
In giro c'è sicuramente di meglio, ma se vogliamo utilizzare tutti i servizi delle Poste possiamo sottoscrivere Postecert da qui -> Postecert.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte
Info sulla Privacy
3 Commenti
  • Gipacu
    14/5/18

    apritevi un conto widiba ha email pec gratis fino a quando chiudi il conto. conto e pec completamente gratis anche se non ci metti mai un centesimo

  • mgy
    15/5/18

    Se si opta per la durata triennale con Postecert la PEC costa meno di 5 euro l'anno IVA inclusa e 200 invii giornalieri come limite, sta a dimostrare che anche i 100 MB di spazio possono essere sufficienti per un uso "casalingo". Se poi si ha l'accortezza di usare software di archiviazione gratuiti come MailStore Home, il problema spazio cessa di esistere. Gli altri economici, Aruba e Kolst costano 5 euro (+IVA) solo per il primo anno. E anche la soluzione proposta dall'utente Gipacu non è del tutto vera dal momento che il conto Widiba è gratuito solo per i primi 2 anni, poi 20 euro l'anno di canone.

  • Gi Gi
    19/5/18

    Si chiamano tasse indirette: obbligare la gente a pagare una PEC per parlare con i servizi comunali o per tutte le imprese.