Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Linguaggi di programmazione più richiesti per lavorare nel 2016

Pubblicato il: 12 febbraio 2015 Aggiornato il:
Quali sono i linguaggi di programmazione più richiesti dal mondo del lavoro che vale la pena studiare e imparare
quali linguaggi imparare La crisi economica può aver colpito gli stipendi e il tipo di contratto di lavoro, ma di sicuro un programmatore bravo non rimarrà disoccupato.
La richiesta di programmatori informatici è, da diversi anni, sempre in crescita, per alcuni più di altri a seconda di quali e quanti codici di conoscono.
Quello di programmare è, teoricamente, un lavoro che possono fare tutti che si può imparare a qualsiasi età, fin da quando si è bambini.
Il problema è che, come lavoro, può risultare terribilmente noioso e solitario oltre che difficile, da fare con una certa passione per essere sempre aggiornato sulle novità e per non odiarlo.
Chi comunque è determinato a studiare un qualche linguaggio di programmazione dovrebbe puntare a quelli più richiesti dal mercato del lavoro nel 2016.
Nell'elenco che segue, vediamo Qual è il linguaggio di programmazione più richiesto dal mercato del lavoro (la classifica non è da prendere come assoluta perchè nelle posizioni ci sono diverse discordanze), secondo alcune ricerche svolte soprattutto negli USA, che per quanto riguarda i computer e il web, è quello da prendere come riferimento per il presente e per il futuro.

1) Java
Java è sempre uno dei linguaggi più popolari per lo sviluppo di applicazioni di back-end nelle aziende.
Con Java e i framework basati che si basano su questo linguaggio gli sviluppatori web possono creare applicazioni web scalabili per una varietà di utenti.
Java è anche il linguaggio principale utilizzato per sviluppare applicazioni Android per smartphone e tablet.

2) JavaScript
Se si conosce Java, diventa facile anche scrivere codici Javascript per i siti web, in modo da renderli più dinamici e interattivi con automatismi di vario tipo.
Conoscendo la programmazione in Javascript diventa abbastanza naturale saper usare la tecnologia Ajax (Asynchronous JavaScript and XML) e gli script jQuery.

3) Python
Chi sa lavorare con Python può quasi fare tutto: applicazioni web, interfacce utente, analisi dei dati, statistiche e tanto altro.
Python è utilizzato anche come strumento di ricerca per elaborare enormi database, in qualsiasi settore.

4) C#
C# è il linguaggio principale per lo sviluppo su piattaforme e servizi Microsoft e di applicazioni web moderne Azure e .NET.
Imparare C# è quindi il modo più veloce per creare programmi per Windows e sfruttare tutto quello che Microsoft ha da offrire.
Inoltre, per gli appassionati di videogiochi, C è il linguaggio del popolare motore di sviluppo di giochi online Unity.

5) C++
Se si preferisce un linguaggio di programmazione che permetta di collegare l'hardware al software per ottenere il massimo dalla potenza di elaborazione allora si può studiare il C++, scelta ideale per lo sviluppo di potenti software desktop, giochi con accelerazione hardware e applicazioni ad alta intensità di memoria per PC, console e dispositivi mobili.
Chi conosce Java non dovrebbe avere difficoltà a imparare anche C++ e viceversa.

6) C
Il linguaggio C è ancora piuttosto popolare perchè permette di sviluppare software piccoli, leggeri e veloci.
Ovviamente sapendo C++ diventa abbastanza semplice programmare anche in C.
Da C può essere più semplice evolversi e studiare un altro linguaggio di programmazione tra i più richiesti a livello Enterprise, Matlab.

7) Ruby
Il linguaggio Ruby, semplice da imparare e incredibilmente potente, alimenta molte delle applicazioni web più popolari in tutto il mondo.

8) SQL
L'SQL non è il linguaggio, molto richiesto dalle aziende, per amministrare interrogare ed estrarre dati da grandi database complessi.
Tutti i sistemi informatici aziendali hanno dei database quindi è naturale la richiesta di persone che sappiano come usarli.

9) Objective-C
Alla fine saper programmare non può portare solo a un nuovo lavoro ma proprio a una nuova attività imprenditoriale (o Startup).
Chi sa programmare può infatti creare applicazioni nuove da pubblicare negli store, magari mettendole in vendita.
Conoscere Objective-C permette di creare applicazioni per il mondo iOS, iPhone o iPad.
Sapendo programmare con Objective-C e XCode, lo strumento di sviluppo software ufficiale di Apple, non ci saranno davvero barriere tecniche nel pubblicare un'app sullo store iTunes.
Sapendo già il linguaggio C, diventa facile approcciare e capire Objective-C.

10) Swift
Il linguaggio di programmazione Swift esiste da poco più di un anno quindi ancora ci sono poche richieste, ma è già considerato come uno dei più promettenti in futuro perchè permette di sviluppare applicazioni per Mac e iPhone.
La potenza di Swift e la sintassi amichevole rendono possibile per chiunque abbia un Mac di creare la la prossima applicazione di successo per iOS o Mac OS X.

11) Perl
Perl è un linguaggio molto potente e un componente chiave per chi vuole lavorare nel settore sicurezza.
Perl è ancora considerato uno strumento fondamentale per tutti i professionisti IT.
Sapendo usare gli script Perl, dovrebbe essere una passeggiata anche imparare Python che è più facile.

12) .NET
.NET non è un linguaggio ma una piattaforma Microsoft per il cloud.
Siccome Microsoft ha reso più aperto la sua piattaforma .Net, è possibile utilizzarlo con una varietà di altri linguaggi di programmazione per creare applicazioni multi-piattaforma.

13) Visual Basic
Visual Basic è un linguaggio fondamentale della piattaforma .NET, per creare applicazioni business e automatizzare i programmi come Excel per realizzare operazioni molto complesse e per allegerire le attività più comuni e ripetute.

14) PHP
Chi intende lavorare sui siti web non può che imparare il PHP, linguaggio con cui sono sviluppati la maggior parte dei siti internet. PHP e i database MySQL sono strumenti essenziali per la creazione di applicazioni web moderne.
Dato che studiare il PHP non è poi un'impresa molto difficile, può essere utile non solo per lavorare, ma anche per creare un proprio sito o blog con piattaforme come Wordpress, che può essere usata anche senza conoscere codici, ma che permette a chi sviluppa in PHP di rendere il sito nettamente più potente.
Ovviamente poi studiando il PHP si impara rapidamente anche a scrivere pagine web in HTML e a usare i fogli di stile CSS.

LEGGI ANCHE: Siti per imparare a programmare giocando con corsi e sfide interattive

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
5 Commenti
  • Bricco Baldo
    13/2/15

    Il lavoro dei programmatori è fra i più altalenanti ed in Italia fra i più precari. Non è un caso che molti vadano negli USA e in Germania dove pagano il doppio rispetto che in Italia, poichè hanno compreso che tramite il web-sales si possono fare miliardi devastando le economie di altri Stati.
    Tuttavia il web vede una pesantissima bolla speculativa espandersi con gli acquisti folli dei BIG USA, che culminerà proprio come la bolla dei domini .com del 2000, con pesanti ripercussioni sulla disponibilità di lavoro per i programmatori. Oggi c'è molto lavoro in questo campo perchè la bolla sta crescendo e perchè molte BIG hanno spinto per la creazione dei loro app-market dove però non c'è il seguito di utenti che ci si aspettava (da ciò i continui incentivi di microsoft ad usare le app con metro, con il menù start modificato per inserirvi le app, ecc...). Quando queste aree saranno sature sarà di nuovo disoccupazione, anche perchè vigendo il liberismo è più semplice licenziare che lavorare per qualcosa di nuovo tenendosi i lavoratori.

  • Claudio Pomes
    13/2/15

    E' vero che in Italia gli stipendi sono ridicoli perchè i programmatori sono trattati come fossero manovali, ma se uno è bravo e non si lascia ingabbiare può fare grandi cose anche da solo.

  • Alex To Mars
    20/11/15

    E alle superiori mi hanno isegnato il pascal, nel 2015, LOL

  • Sanghino
    24/12/15

    Scusa ma ci sono un po' di imperfezioni:
    - SQL Non è un linguaggio di programmazione, al limite il PL/SQL
    - .NET come dici è un ambiente, un framework, una architettura, come vuoi ma non certo un linguaggio
    - Visual Basic è ... la stessa cosa di C#, si fanno esattamente le stesse cose con le stesse librerie
    Scusa, era solo per la precisione.
    Ciao

  • Raffaele S
    9/9/16

    dalla mi esperienza da ingegnere informatico , partendo dal c++ si puó imparare di tutto con la giusta volontà e col tempo a disposizione. Da autodidatta ho studiato python , perl e ruby ( poichè mi affascinava il lato sicurezza ) ma in generale meglio studiare linguaggi quando si ha del tempo libero piuttosto che perder tempo in quanto all Università specie la triennale si impara poco o niente a livello professionale purtroppo