Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Collegarsi a una rete privata virtuale USA o UK con TunnelBear

Pubblicato il: 5 gennaio 2012 Aggiornato il:
Quando si parla di VPN si intende rete virtuale privata che può essere sia intesa: sia nel senso di connessione internet fornita da un provider privato, sia nel senso di tunnel di rete che collega diversi computer tra loro, connessi su internet.
Senza andare nel tecnico, quando si parla di VPN su internet si intende un servizio che permette di connettersi in modo sicuro a un altro computer, server o PC di casa, che diventa una specie di proxy o intermediario, per tutte le loro comunicazioni.
Questo significa che, se per collegarsi a un sito web, la connessione passa prima su un altro computer, allora il sito comunicherà con quest'ultimo, ossia il server vpn, e non con il computer.
Se ci si collega a internet tramite ua vpn, il sito web non può sapere quindi che la connessione, in realtà, viene passata al proprio computer.
Questo sistema può essere efficacemente utilizzato per connettersi a siti internet bloccati nel proprio paese, simulando la connessione da un altro paese.

Aziende e organizzazioni utilizzano i server vpn per garantirsi una rete privata diversa da internet, che assicuri un veloce trasferimento dei dati.
Le persone normali invece possono beneficiare dei servizi vpn per due motivi: per prima cosa, una vpn è perfetta per proteggere la connessione pubblica come, per esempio, le wifi pubbliche e aperte, in modo da non lasciare che i dati di navigazione su internet possano essere spiati o tracciati.
Secondo motivo, il più interessante, è che tramite una VPN si può accedere ad alcuni siti che, per motivi di copyright o di censura, non sono accessibili dal proprio paese.
In Italia, per fortuna, la censura non è un problema mentre invece sono numerosi i siti web che sono accessibili solo dagli USA.
Un esempio famoso sono i siti di streaming musicale come Spotify, Pandora e Google Music ed i siti di video come Hulu.

In un altro articolo ho elencato i servizi VPN migliori e, tra questi, avevo citato il programma TunnelBear.
TunnelBear è, attualmente, la migliore rete virtuale privata di usare una VPN sia perchè facile da usare, sia perchè assolutamente affidabile.
TunnelBear è nettamente migliore rispetto il più famoso Hotspot Shield che, pur essendo illimitato e gratuito, è pieno di pubblicità fastidiosa e si mostra piuttosto lento, almeno nel collegamento iniziale.
TunnelBear è un programma per Windows e Mac che funziona davvero in modo semplice e sicuro.
L'installazione richiede il permesso di installare il driver di rete virtuale che bisogna autorizzare su Windows.
Il programma richiede la registrazione di un account gratuito che va confermato cliccando il link di convalida ricevuto nella propria casella email (controllare se il messaggio finisce nella cartella di spam).
Al primo avvio di Tunnelbear, per entrare subito nella VPN, basta cliccare su ON e, dopo pochi secondi, si accede alla VPN USA.
Si può anche cambiare server dalla leva di destra e si può impostare il collegamento da un server UK (Inghilterra).
Non ci sono altre configurazioni da fare e, immediatamente, si può aprire il browser e navigare su internet in modo da sembrare uno che si collega dagli USA o dall'Inghilterra.
I siti web che in Italia sono bloccati quindi si apriranno normalmente e consentiranno ogni operazione.
Il trasferimento dei dati non è velocissimo ma è comunque sufficiente per navigare e avviare lo streaming di video e musica.

Nel display è segnata la banda disponibile che, per un account gratuito, è di 500 MB al mese.
Tale quantità massima di dati può però essere incrementato di 1GB facilmente e gratuitamente inviando un tweet su Twitter del tipo: "@theTunnelBear, i am pomhey can i have 1GB free data for tunnelbear.com? thank you"
Questo messaggio può essere inviato ogni mese per avere un traffico totale di 1,5GB, almeno fino a che questa promozione rimane attiva.
L'account free viene protetto con un algoritmo a 128-bit, mentre un account pagato usa crittografia dei dati a 256-bit.
Chi avesse bisogno di una VPN USA può pagare 40 dollari l'anno per navigare senza limiti.

Certamente Tunnelbear non è la soluzione se si intende usare internet per scaricare grosse quantità di dati o per vedere video in streaming.
In questo caso, come consigliato in un altro post, è sicuramente da usare il programma TOR (vedi Guida per navigare con ip stranieri con Tor), un po' più complicato ma gratuito e illimitato.

Aggirnamento: Il programma SecurityKiss, molto simile a TunnelBear, permette di collegarsi a internet gratuitamente con una VPN UK o USA con una soglia di 300 MB di banda al giorno, un limite di gran lunga superiore.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)