Navigaweb.net
Programmi Sicurezza Windows Guide PC iPhone Android Tecnologia Rete Facebook Immagini Musica Giochi

Data:

8.8.8.8 dns Aggiornato il 21.3.14

La novità appare sul blog ufficiale di Google e vale la pena segnalarla perchè potrebbe essere una reale possibilità di rendere internet più veloce e più libero.
Veloce nel senso che i siti web, da qualsiasi computer di casa o di lavoro, si aprirebbero più rapidamente di quanto facciano adesso.
Libero nel senso che con i DNS Google si possono aprire anche i siti oscurati in un paese, censurati o limitati per varie ragioni.
Google ha infatti aperto un nuovo servizio pubblico di DNS.

Il DNS è l'acronimo di Domain Name System e per capire cosa significa basta seguire un piccolo e semplice ragionamento.
Quando si scrive sulla barra degli indirizzi internet del browser www.navigaweb.net, si entra in questo sito web.
Ogni sito web è un insieme di file che risiede in un computer detto webserver il quale è raggiungibile da tutto il mondo.
Questo webserver ha un indirizzo IP (Internet Protocol), simile a quello che ha qualsiasi computer collegato a internet.
Per verificare il proprio indirizzo ip basta andare, su Windows, su Start, Esegui, scrivere "cmd" e poi scrivere, sul prompt dos, la parola "ipconfig".
Bene, se sul mio pc ci fosse un webserver conun sito internet dentro, non potrei dire a voi di visitare questo sito scrivendo robe tipo 192.168.57.123 perchè non se lo ricorderebbe nessuno!

Qui allora entrano in gioco i DNS server che sono dei computer con all'interno un database di nomi che associano ad ogni sito web scritto a lettere (tipo google.com o navigaweb.net) l'indirizzo ip del web server in cui risiedono le pagine web di questi siti.
Accade cosi che, sul browser si può raggiungere qualsiasi sito internet semplicemente, con parole comprensibili e ricordabili a mente.
Il DNS è un parametro di rete che viene assegnato automaticamente dal provider che si paga per avere internet a casa.
Ogni provider ha il proprio DNS Server e tutti i dns server del mondo condividono questo database per la risoluzione dei nomi.
Il problema, molto poco percettibile, può essere che il DNS Server di alcuni provider sia più lento di altri a rispondere e la velocità di risposta potrebbe influenzare la velocità con cui si naviga il web e con cui si aprono i siti internet.

Google Public DNS permette allora di guadagnare velocità mentre si visitano i siti web grazie al potente sistema messo in piedi da Google.
Un utente medio di Internet come me, durante la giornata, finisce per effettuare centinaia di chiamate DNS e capita che alcune pagine più complesse richiedano più ricerche sul database del DNS server prima di avviare il caricamento.
Questo può rallentare la navigazione su internet nel complesso.
Google afferma quindi di riuscire a offrire una esperienza di navigazione molto più rapida per gli utenti di Internet a livello globale e di rendere il web più veloce per tutti.

Un altro fattore legato al DNS è quello della sicurezza perchè alcuni virus e codici malware effettuano attacchi di spoofing, ossia fanno credere al computer di andare su un sito mentre invece si finisce su un altro.
Quindi magari scrivi Google.com sul browser e finisci su sitopericoloso.com
Google Public DNS renderebbe più difficile ai pirati di spoofing di modificare l'interpretazione dei nomi e impedirebbe la visista di siti pericolosi.
Riguardo il DNS e la sicurezza rimando a un altro articolo dedicato alla protezione su internet dei bambini e su OpenDNS.

Considerato che Google è la vera authority dell'intera rete internet probabilmente c'è da fidarsi quindi, se si vuol iniziare a provare, andiamo a vedere come impostare il public Google DNS al posto di quello del provider di rete.

In un altro articolo la guida per cambiare DNS su PC Windows, Mac e sul router.
Su Windows, sul pannello di controllo e cercare l'icona relativa alle connessioni di rete.
Tra le connessioni di rete si dovrebbe agevolmente riconoscere quella utilizzata che probabilmente si chiama Connessione alla rete locale (LAN).
Cliccando con il tasto destro del mouse su quella icona e scegliendo "Proprietà" si accede a una scheda di configurazione della rete.
Nelle proprietà scorrere la lista dei componenti fino all'ultimo, selezionare "Protocollo internet TCP/IP" e premere il tasto proprietà.
impostare dns google Nella scheda che si apre, si deve andare sotto e premere dove è scritto "Utilizza i seguenti indirizzi server DNS".

Per impostare i DNS di Google si deve scrivere, come DNS primario: 8.8.8.8 e come secondario 8.8.4.4.
Alla fine, premere su OK e poi di nuovo OK e chiudere le schede.
Se si utilizza IPv6, gli indirizzi dei DNS sono invece: 2001:4860:4860::8888 e 2001:4860:4860::8844

Per impostare il dns su Linux Ubuntu e su Mac, fare riferimento alla guida ufficiale di Google.

Se non si fosse convinti, ci sono software per ottimizzare internet con i server DNS più veloci.
Per trovare i server DNS più veloci si può usare DNSJumper spiegato in un altro articolo.


Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
13 Commenti
  • Anonimo  
    04/dic/2009 09:26:00

    Perche' dovrebbe essere piu' veloce di quello del mio fornitore di servizi?

  • pietro  
    04/dic/2009 11:02:00

    salve a tutti.ho una domanda:io sul mio pc ho l'indirizzo ip statico.x poter usare i dns di google dovrei rimuoverlo?l'ho impostato x poter sfruttare al meglio e-mule.grazie. ciao.

  • Claudio Pomhey  
    04/dic/2009 11:08:00

    Il motivo può essere solo il fatto che Google è l'autorità di internet, è il governo e passare per i suoi server garantisce affidabilità e rapidità.

    Sicuramente tutti i siti e servizi google dovranno andare più rapidi.

    Altra possibile risposta può essere che il tuo provider è scadente ma questo andrebbe analizzato caso per caso...

    Beh comunque non ci sono motivi validi, si può provare e verificare

  • Claudio Pomhey  
    04/dic/2009 11:09:00

    No, rimani con lo statico ma cambi solo i parametri dns rispetto a quelli che hai adesso.

  • MarcoDuff  
    04/dic/2009 14:15:00

    Non sono convinto sulla velocità!

    In una normalissima connessione ad internet, il DNS è fornito dal tuo provider. Quindi supponendo che io sia connesso con Alice di Telecom, è molto probabile che utilizzerò il DNS di Telecom.

    E’ sempre molto probabile che il DNS di Telecom stia in Italia, mentre quello di Google in USA. Quindi sicuramente il tempo di “viaggio” è più lungo contattando l’Italia rispetto che l’America. Pur supponendo che i server di google siano più potenti dei server di Telecom, questo guadagno compensa i tempi di trasmissione?

    Verificarlo è semplice: fate un ping sul vostro dns e dopo sul dns di google… e poi ne parliamo!

    Penso che quella di Google sia una scelta monopolistica. Ho scritto un articolo sul mio Blog se volete approfondire: http://www.marcoduff.com/2009/12/04/dns-di-google-adesso-e-troppo/

    Ciao!

  • Claudio Pomhey  
    04/dic/2009 14:33:00

    Osservazione condivisibile...

    Io credo sia comodo avere alternative pubbliche utili in alcuni casi (ad esempio un giorno il sito megavideo fu bloccato dai dns italiani) tuttavia si tratta di differenze in millisecondi, quasi impercettibili.

  • MarcoDuff  
    04/dic/2009 15:38:00

    Mica tanto! ;)

    Megavideo è stato oscurato per i provider italiani (quindi per richieste provenienti dall'italia, qui vale il tuo IP non l'IP del destinatario, che non cambia usando DNS diversi!). Per aggirare il blocco su Megavideo devi usare un proxy per oscurare il tuo IP, non un DNS diverso.

    Inoltre, i tempi di elaborazione (quindi effettivamente il cambio da nome a IP, ovvero il puro lavoro di un DNS) sta nell'ordine di qualche nano secondo (un miliardesimo di secondo)! Quindi la differenza di anche un solo millisecondo significa rallentare la procedura di almeno 1000 volte!

    Ciao!

  • Claudio Pomhey  
    04/dic/2009 16:40:00

    io risolsi usando opedns se ricordo bene...

    Comunque grazie per il chiarimento molto interessante e complimenti per il tuo articolo

  • Anonimo  
    07/dic/2009 09:27:00

    Quando ho scritto provocatoriamente xche' dovrebbe essere piu' veloce, volevo dire che se si usa il dns del proprio provider sicuramente il dns viene risolto piu' rapidamente. Come qualcuno ha gia' scritto, basta fare un ping al dns che si usa di solito e si vedono i tempi di risposta. Facendo un traceroute si possono vedere anche i salti che vengono fatti. Solitamente x raggiungere quello del fornitore bastano uno o due salti. Per raggiungere quello di google o opendns, quanti ne servono ? Nel mio caso 12!! Per il discorso dei siti bloccati tipo quelli di scommesse, allora si, un dns diverso li sblocca. Questo xche' il nostro stato/governo ha detto di dirottare a livello di dns certi domini.In questo caso, oltra a cambiare dns, sarebbe sufficente cambiare il file di win (o linux) x fargli risolvere localmente il dominio in ip .

  • Anonimo  
    29/dic/2009 22:50:00

    provati sia opendns sia google dns. adesso sto provando quelli di telecom, e sto constatando che sono più veloci!
    Ho fatto il test con il programmino namebench, che analizza i server dns più adatti alla propria connessione: nel risultato mi ha dato come server primari da utilizzare quelli di telecom...

  • Anonimo  
    12/gen/2010 12:21:00

    ottimo.. la mia connessione e molto veloce e una cosa incredibileeeeeeeee

  • Winkle  
    25/mar/2010 23:24:00

    Alti livelli tecnici per questo articolo... !
    Tanto che ho una curiosità...

    :)

    Capisco che il webserver che ospita il sito navigaweb.net abbia bisogno di un DNS... perchè non mi ricorderei mai di andare su 199.255.36.48 per leggere i bellissimi articoli di Claudio ! Ma perchè, per me, piccolo utente di provincia, il mio PROVIDER si fornisce di un DNS ?? Mica dà un nome al mio IP !! O mi sbaglio ?

  • Claudio Pomhey  
    26/mar/2010 00:43:00

    Per capire l'indirizzo ip si può pensare alla propria via di casa.
    Il DNS è l'ip di un computer speciale che contiene tutte le associazioni tra nomi di siti o servizi online e indirizzi numerici.

    Tu a casa non hai un tuo dns perchè non offri alcun servizio raggiungibile dall'esterno

    Se tu avessi un server a casa con un servizio web (anche una condivisione di file) sopra che deve essere raggiungibile da tutto il mondo, potresti configurare un dns con, ad esempio, http://www.dyndns.com/ oppure comprando un dominio e facendoti da hosting da solo (cosa assolutamente sconveniente)